QUANTE SONO LE MAURITIUS?

Mauritius, tante isole o una sola?

Quante sono le Mauritius? Probabilmente si tratta di illusioni collettive, quelle che tendono ad aumentare le dimensioni e i contorni, esaltando la realtà, raddoppiando gli effetti. Come Le Barbados: è Barbados, un’isola. Mauritius è un’isola, una sola, anche se la varietà delle vicende storiche e dei suoi panorami potrebbe ampiamente giustificare l’appellativo al plurale.

Un’isola sola ma è come se fosse tante isole: Mauritius è versatile, capace di offrire a ognuno quello che sta cercando. A cominciare dall’ospitalità. Sono molti gli alberghi celebri per la loro eleganza e per le straordinarie attenzioni riservate agli ospiti che vengono viziati in ogni modo. L’isola però sa essere generosa anche con i budget meno consistenti: è una meta che può diventare a misura di famiglie, gruppi di amici e persino surfisti, tradizionalmente allergici alle formalità.

Spiagge diverse e incredibili

Quante sono le Mauritius? Una sola, ma tante sono le varietà delle spiagge: basta fare un tour dell’isola. Al sud si incontrano piccole baie battute dal vento con montagne incombenti, come Bel Ombre, Baie du Cap e la penisola di Le Morne, dominata dal maestoso Morne Brabant. Risalendo la costa occidentale si arriva alle distese di casuarine di Flic en Flac. A nord, l’ansa di Mont Choisy e le acque limpide di Pereybere ci preparano alla quinta scenografica di Bain Boeuf. Scendendo verso est si incontrano Belle Mare e Palmar, prologo all’altezza della famosissima Ile aux Cerfs, con spiaggia candida e palme d’ordinanza con gran finale a Bleu Bay, con un nome che è già una certezza.

Un’interno incredibilmente colorato

Quante sono le Mauritius? Sempre una sola ma dopo aver scoperto le grandi differenze delle coste sarebbe insano resistere alla tentazione di spingersi a visitare i contrasti dell’interno. Per esempio la strada che sale verso Bois Cheri è una distesa impressionante di campi da te verde e quella verso Grand Bassin ti conduce ad un lago blu sacro agli Indù. Attraversando il Parco Nazionale Gerges de la Riviere Noire si arriva alle terre colorate di Chamarel, una delle attrazioni turistiche più popolari.

Quante sono le Mauritius? Tanti climi o uno solo? Se si abbandona la costa con il sole e ci si ritrova in un temporale con una leggera nebbiolina non ci si deve stupire. Mauritius offre climi differenti da costa a costa e da interno a costa. Ma rimane un’isola sola.

E dopo il mare e il verde, la città

E poi esiste un aspetto meno prevedibile di Mauritius: quello urbano, quello della capitale, Port Louis, pervasa da ingorghi e gas di scarico, così diversa dalle spiagge e dalle campagne. Al di fuori delle ore di punta però Port Louis è piacevole da visitare, con i palazzi coloniali, moschee e templi indù, una chinatown tropicale ma autentica e molti mercati dove bisogna essere allenati a respingere gli assalti dei venditori.

Per gli appassionati dei musei gli indirizzi sono due: il Natural History Museum & Mauritius Institute dove si trova la riproduzione del dodo, leggendario uccello estinto da secoli e il Penny Museum riservato alla storia dell’isola. Pochi chilometri più a nord si può visitare l’oasi di Pamplemousses, uno dei giardini botanici più famosi del mondo.

Un’isola sola, un grande album di colori, paesaggi e messaggi diversi, a volte concordi a volte contrastanti. Uno spicchio d’Africa che annuncia le meraviglie del continente, avvolgendoci di profumi e suoni. Tanti stimoli, tanti momenti ma in una sola e unica isola.

Share

Comments

comments

Rispondi