EBRIDI: IN CROCIERA SU UN POSTALE D’EPOCA

Chi ha visto le Ebridi non le dimentica.

I colori e le atmosfere suggestive delle isole Ebridi lasciano il segno. I colori soprattutto invadono gli occhi: sabbie bianchissime e mare azzurro contrapposto al verde intenso dei prati e al viola delle eriche. Colori lucidi con il sole e opachi con l’ombra. E poi grandi spazi desolati e silenziosi, attraversati solo dal vento. Un clima da Highlander e ti sembra sempre di vedere sul fondo la sagoma di Sean Connery o Christopher Lambert vestiti di pelle di pecora. Arrivarci è facile e comodo girarle in macchina, saltellando da un’isola all’altra con comodi ferry boat. Ma c’è un modo molto più entusiasmante.

Non ha un passato di sangue blu.

Fino agli anni ottanta era un vecchio postale che trasportava auto e passeggeri. Oggi, l’Hebridean Princess è una nave di lusso della prestigiosa catena albeghiera Pride of Britain che naviga nelle Ebridi, con base nel piccolo porto scozzeze di Oban. Una lussuosa casa di campagna galleggiante con 30 amplissime cabine, battezzate con i nomi delle isole, delle baie e dei laghi delle Ebridi.

Quattro hanno anche un balcone privato e tutti i servizi in marmo, arredamenti diversi e colori caldi. La più spettacolare è la suite Isle of Arran, 32 metri quadri con grandi finestre sul Princess Deck. Il servizio è impeccabile: 38 persone di staff si occupano di 50 passeggeri al massimo. A bordo non c’è animazione, i bambini sono ammessi solo dopo i nove anni, il fumo bandito ovunque. Pic nic e passeggiate a terra, cene di gala, riempiono la vita di bordo.

Così mentre nella luce del tramonto la Princess si stacca da Oban l’atmosfera si scalda fra cocktail e partite a scacchi, palestra, buona musica, letture nella fornita library con pareti coperte da pannelli di legno, poltrone in cuoio e caminetto di mattoni o un tè nella Conservatory, la serra, dove si ammira il paesaggio.

Quanto serve a riempire il tempo prima della cena al Columbia Restaurant, con alta cucina scozzese: bistecche di Angus Beef, West Coast Turbot (il grande rombo atlantico), salmone marinato, dolci sublimi.

Le Ebridi, fino alla remota isola St. Kilda, con faraglione che ricorda uno squalo, sono protagoniste dei 16 itinerari in programma (si possono scegliere da 4 a 10 notti). Altre rotte più complesse toccano le Orcadi, le Shetland, le isole del Canale e la costa nord della Francia, o fanno il periplo della Gran Bretagna.

Le Ebridi non si dimenticano, ricorderai sempre quei tranquilli fazzoletti di terra che galleggiano al ritmo di musica celtica.

 

 

 

Share

Comments

comments

Rispondi