GRECIA: IL RIFUGIO DEGLI DEI

Ogni giorno, e senza neppure volerlo, si dice o si pensa qualcosa che attinge dalla memoria di un’isola greca. Non è un paradosso: perché nelle isole dell’Egeo, l’arcipelago di tutti gli arcipelaghi, sono nati il mito e la parola.

E’ la mitologia che ci portiamo dentro e che in quel mare intenso e antico ha trovato la radice e le parole per raccontare abissi e splendori umani.

grecia1

Tutti custodiamo in noi un’isola greca, anche se non ci siamo mai stati.

I luoghi di Eros, Afrodite o Elios, dove il dio sole splende 300 giorni all’anno, costituiscono una meta tra le più vagheggiate nelle nostre estati mediterranee.

La ragione è evidente: paesaggi strepitosi e mutevoli, il mare selvaggio e una naturalità rigenerante.

grecia2

Il problema è solo decidere dove andare: difficile e inutile stilare una classifica di merito, perché sono così tante le variabili di un’isola che sarebbe artificioso assegnare alle une o all’altre le rispettive compatibilità.

Consiglio: visitiamole tutte, una all’anno, una per viaggio e godiamoci vulcani e lontananze blu, scogliere e lava color ocra.

grecia3

Tutte hanno un’anima di fuoco e un’energia che incanta. Una “polinesiana” sinfonia: si, perché questo aggettivo nasce sotto il cielo ellenico. Polus da “molto” e nesos da “isola”.

grecia4

Share

Comments

comments

3 pensieri riguardo “GRECIA: IL RIFUGIO DEGLI DEI

Rispondi