ISOLE CAYMAN: PARADISO.. MARINO E FISCALE

Le Cayman sono terre di leggende, di miti e di storia: entrano in scena naufraghi disertori, rocce assassine, caimani fantasma e tesori infiniti.

 cayman

La storia delle isole Cayman iniziò poco più di 500 anni fa, con una scena tranquilla: un silenzioso gruppo di tartarughe marine in esplorazione. I marinai di Cristoforo Colombo deviarono la rotta rincorrendo il “quasi brodo di testuggine” e notarono quelle piccole terre sconosciute. Mentre i marinai sognavano il lauto pranzo a Colombo faceva gola qualsiasi nuova terra da conquistare per aumentare il suo credito di fronte ai sovrani spagnoli. Approdò quindi alle Cayman e, grazie all’insieme della scena, ebbe un’illuminazione: chiamò le nuove isole Tortugas.

 img_5250

Ma allora il caimano dov’è? Si sa solo che Sir Francis Drake sbarcò nel 1856 su isole che già si chiamavano Caymanas. Forse i mangrovieti delle ex Tortugas erano un tempo popolati da rettili, o forse qualche marinaio ha scambiato per caimani le pacatissime iguane che ancora oggi assistono attente al passaggio dei turisti. Non si sa. Erano giorni di carte geografiche molto approssimative.

 cayma3

Solo dopo un po’ di tempo si iniziò a considerare le piccole Cayman Brac e Little Cayman e la Grand Cayman com un unico arcipelago. Divennero ben presto un covo di pirati e cacciatori di tartarughe, prive di abitanti fino a metà del ‘600, quando la leggenda narra dell’arrivo di due disertori dell’esercito britannico.

 img_5245

Diventarono quindi un possedimento inglese, anche se quest’ultimi erano costretti a chiudere un occhio sulle attività illecite delle lontane isole. Una delle principali attività infatti era il saccheggio dei relitti delle numerose navi che andavano a schiantarsi contro le barriere coralline che circondavano le isole. Le stesse che oggi assicurano ricchezze e benessere.

 img_5219

Dalle cronache del tempo rimane celebre il “naufragio delle dieci vele“: un veliero andò a incagliarsi sulle rocce, traendo in inganno con la sua presenza ben nove altri vascelli, che subirono in breve la stessa sorte. Stavolta però la sciagura fu così grave che gli abitanti, invece di accanirsi sul potenziale bottino, si prodigarono nei soccorsi.

 cayman2

Re Giorgio III, in segno di gratitudine, esonerò le isole dalle imposizioni fiscali. E così arriviamo ai tesori, quelli veri. Il provvedimento reale, fu profetico per il futuro delle piccole isole, ancora oggi famose come eden fiscale.

img_5257

Share

Rispondi