NAMIBIA: LE DUNE CANTERINE

La Namibia è una terra magica, piena di misteri e di emozioni. Le sue dune per esempio, colorate e bellissime, opera della pazienza del vento e del tempo. Sono immobili e assicurate al terreno africano, ma non sono sempre silenziose.

namib2

Allontanadosi dalla inquietante spiaggia della Skeleton Coast,  dallo scuro mare e dalla nebbia, la coltre bianca lascia spazio al cielo terso. La sabbia si solleva in piccole onde che si fanno dune a mano a mano che si procede verso l’interno.

namib5

Queste dune sono chiamate “singing dunes”, le dune che cantano. Un fenomeno dovuto alla mancanza di umidità nell’aria, che riduce l’attrito fra le particelle di sabbia, e le fa scivolare più facilmente l’una sull’altra, dando vita ad un concerto ultraterreno, a una colonna sonora quantomai adatta a un luogo come questo, in bilico tra sogno e realtà.

namib4

Le dune canterine sono formate da uno strato di sabbia asciutta, sotto il quale è presente un altro strato di sabbia umida. La sabbia asciutta scivola lungo il manto bagnato e produce il famoso “canto delle dune”, molto simile ad uno strumento musicale. Questo suono si sente anche a miglia di distanza ma è possibile provocarlo, e ciò attira moltissimi turisti.

namib1

Per assistere a questa singolare rapsodia bisogna lasciare le scarpe vicino al fuoristrada, camminare in fila indiana per ridurre al minimo l’impatto sul terreno e risalire la cresta della duna. Una volta sulla cima ci si lascia andare, scivolando con i piedi o sdraiati. Basta far muovere la sabbia e si scende accompagnati da un suono a metà fra l’organo e il sussurro.

E’ un canto antico, inquietante e mistico, romantico e magico. Ecco un’altro motivo per visitare questo magnifico paese.

Share



Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: