PERU’: ECOVIAGGI, L’ALTRO TURISMO

Mi rivolgo a chi si sente Indiana Jones dentro, a chi non basta vivere le vacanze nella natura ma la vuole respirare e sentire. Mi rivolgo a chi vuole spostarsi nel pianeta senza sconvolgerne il fragile ecosistema, rispettando la natura e le sue etnie. Mi rivolgo a chi è ovviamente abbastanza forte e giovane e soprattutto economicamente rifornito per poterselo permettere. E’un paradosso, ma viaggiare lontano soggiornando nella natura ha un costo superiore alle mete turistiche tradizionali.

river5

Andiamo in Perù e ci serviamo del tour operator Paseos Amazonicos che organizza spedizioni e soggiorni nella foresta lungo il Rio delle Amazzoni in ecologici quanto confortevoli lodge.

river2

Tra questi ci sono il Amazonas Sinchicuy Lodge vicino a Iquitos, raggiungibile in barca navigando sul Rio delle Amazzoni. Ha una trentina di camere in bungalow di legno con servizi privati. Qui sono previste attività eco-culturali come il birdwatching e la visita alla comunità degli Yagua, custode dei segreti delle piante medicinali della foresta.

river4

C’è il Tambo Yanayacu Lodge, all’interno di una zona chiamata “il regno degli alberi giganti”. Sono i lupana tree che circondano i pochi bungalow.

river3

Infine il più green, il più duro solo per veri duri, il Tambo Amazonico Lodge. I suoi bungalow contano dieci posti letto per ciascuno e sono realizzati secondo lo stile dei nativi con materiali naturali. I bagni sono all’esterno in un’altra costruzione, mentre la dining room è una sorta di palcoscenico che si apre sul fiume Rio Yarapa. Di notte l’illuminazione è garantita solo da lampade al cherosene.

river1

Si possono osservare animali e piante, fare escursioni nei dintorni e nei villaggi vicini per comprare prodotti artigianali ed essere iniziati ai misteri dello sciamanesimo. Una vera e costosa avventura per chi è pronto a vivere spartanamente. Insomma confort in meno e emozioni in più.

river

Share

Comments

comments

2 pensieri riguardo “PERU’: ECOVIAGGI, L’ALTRO TURISMO

  1. Partirò per il Perù il prossimo mese purtroppo non riusciremo a fare l’Ammazonia.. mi dispiace tantissimo e dopo aver letto il tuo articolo anche di più! ;(

Rispondi