SAINT LUCIA: TROPICI, VULCANI E SENTIERI

Oltre che ad essere un vero paradiso tropicale dove arrostire al sole impanati di sabbia bianca e salati dal mare caraibico, Saint Lucia offre alcune opportunità straordinarie per escursioni all’aria aperta. Chi vuole camminare, visitare, ammirare e portare a casa grandi ricordi ha scelto l’isola giusta, mix di natura e relax perfetto per gli spiriti avventurosi e per gli amanti dello sdraio estremo. Preparando la valigia per Saint Lucia è assolutamente consigliato portare un paio di scarpe da trekking o comunque scarpe da ginnastica pesanti.

lucia piton

Imperdibile è l’ascensione ai due Pitons, i grandi coni vulcanici gemelli, coperti di fitta vegetazione tropicale, che si tuffano direttamente nel Mar dei Caraibi poco a sud di Soufrière. Affrontarli senza guida è assolutamente sconsigliabile, perché i percorsi sono insidiosi e gran parte di essi si snoda nella foresta pluviale, dove è facile smarrirsi. Meglio diffidare delle guide abusive, che in caso di difficoltà preferiscono scappare piuttosto che aiutare i turisti.

lucia gros

Per la scalata del Petit Piton (circa 750 metri, 4 ore di cammino andata e ritorno, in forte pendenza) esiste un itinerario ufficiale, il Piton Trail, che parte dal villaggio di Union, non lontano dal Jealousy Hilton Hotel.

lucia rainforest1

Per la ferrata, difficile ma non proibitiva (circa 6 ore di cammino) che porta fino in cima al Gros Piton (quasi 800 metri), non esistono invece né guide né percorsi ufficiali, ma solo una via che attraversa diagonalmente la parete della montagna, salendo come una spirale.

Suggerimento generale: partire la mattina presto con la colazione a sacco da consumarsi ammirando lo straordinario panorama su Soufrière, la costa meridionale fino a Vieux Fort e le aspre montagne che occupano il centro dell’isola.

lucia trek

Un’altra escursione per gli amanti del trekking è la passeggiata attraverso la foresta pluviale, con sentieri ad anello di varia difficoltà con punti di approdo da diversi versanti dell’isola.

lucia rainforest

Il percorso più impegnativo e più bello è certamente quello che attraversa l’isola per intero in circa 4 ore di cammino, tra fiumi, torrenti e scrosci di pioggia tropicale. D’obbligo è una guida autorizzata, impermeabile leggero, e adeguata preparazione fisica.

lucia jeep

Per chi è meno in forma ci sono visite in fuoristrada nella foresta, con brevi tratti a piedi. E poi a piedi anche alla spiaggia di Grande Anse, sulla costa oceanica dove è irresistibile tuffarsi tra le onde e fermarsi a riposare sulla sabbia fino a quando non tornerà la voglia di camminare.

Share



Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: