Una vacanza in Africa

Perchè sempre in Africa?

Una vacanza in Africa dovrebbero farla tutti, una volta nella vita.  Tutti dovrebbero provare cosa significa sincronizzare il cuore con i tam tam, sporcarsi della polvere dei bush, guardare un frammento o un’incisione vecchia milioni di anni. Ma l’Africa è enorme e soprattutto è ricca di diversità naturali, culturali e storiche.  Andarci una volta non significa aver visto tutto e visitarne un paese non significa aver carpito l’essenza dell’intero continente. L’Africa offre tanto a tutti, agli amanti delle spiagge bianche e mari azzurri, agli esploratori di bush o città moderne e cosmopolite e persino agli scalatori di alte montagne.

Sorrisi come bagaglio a mano

La mia prima vacanza in Africa mi ha aperto il cuore, e i viaggi successivi lo hanno mantenuto caldo. In Africa ho scoperto una dimensione parallela, con valori e tempo ribaltati. La vita è l’essenza di ogni minuto perchè basta un minuto per perderla, mentre noi ci affanniamo a rincorrere il tempo, a discapito della vita. Si torna cambiati da una vacanza in Africa e i sorrisi con dentini bianchissimi di bambini vestiti di poco ti restano negli occhi, come un post scriptum alla fine di un bellissimo romanzo.

In Africa dove? Nord o Sud? O Centro?

Me se non si è mai stati, dove si può organizzare una vacanza in Africa? Da dove partire per dare il via a comporre un puzzle di stati incredibili e misteriosi? Provo ad elencare le mie esperienze, senza farmi contagiare dai sentimenti, dalle esplosioni di effetti speciali che ancora mi coinvolgono quando penso a ciò che ho vissuto.

Iniziamo con il Nord

Il Nord può sembrare esageratamente turistico (e in questo periodo anche un po’ pericoloso) ma ci sono paesi e deserti incredibili soprattutto in Tunisia, Libia, Mauritania e Algeria, resti storici maestosi in Egitto e catene montuose da superare tra panorami mozzafiato come sull’Atlante del Marocco. Le città del Nord Africa hanno tratti simili a causa delle influenze europee, arabe e berbere e ciò le rende particolarmente affascinanti. Le coste sono bellissime, con mari ricchi di vita e di colori, che si tratti del Mar Rosso o del Mediterraneo.

Il mio primo grande amore

Il Kenya è stato il mio primo amore ed ha uno spazio privilegiato nel mio cuore. Il primo safari non si scorda mai e il Masai Mara è stato il luogo in cui ho sentito per la prima volta il respiro vitale dell’Africa. La grande migrazione è un appuntamento estivo da non perdere, così come altri parchi, come lo Tsavo o l’Amboseli. Il mare e le spiagge sono belle, ma c’è di meglio. Sulla costa la cosa migliore è la gente: andate e fraternizzate, ne vale la pena.

La mia grande scoperta

La Tanzania è un altro mio grande amore, con parchi, safari e batticuore. Un pezzo della mia anima è rimasta tra i grandi erbivori del Ngorongoro e nel silenzio irreale del Selous. Da qui si salta a Zanzibar per riprendersi dagli scossoni delle jeep. Zanzibar è un’isola meravigliosa, viva e profumata di spezie, con un mare cristallino e maree che scoprono a orari stabiliti i suoi tesori.

Tutto il resto è in discesa

Superati il Kenya e la Tanzania il passo per il Botswana è brevissimo e dalle distese d’acqua del Delta dell’Okawango si scivola sulle acque dello Zambesi, tra Zambia e Zimbabwe, fino allo spettacolo di chiusura, nel vapore delle Cascate Victoria. E qui non è solo il sospiro africano: è un canto, un grido. I passi degli animali, i loro richiami, le cacce notturne, le mandrie polverose e le lotte in acqua sono gli spettacoli in onda di giorno e di notte.

L’Africa per le montagne

L’Etiopia è un paese antichissimo e pieno di attrazioni storiche unite a parchi nazionali a valle come quello di Nechisar o in quota come quello di Simien, che arriva fino a 4500 metri. Il Malawi è simile, con cime altissime e verdi altipiani e un lago fantastico dove galleggiare su canoe incantati da tanta natura. Poco lontano il Rwanda, con la sua triste storia di sangue, da visitare per i suoi gorilla di montagna nel Parco Nazionale dei Vulcani.

Adesso il Sud

E più a sud la Namibia si distingue come un diamante De Beers incastonato in deserti di diversi colori e calori. Il suo ordine i suoi colori tenui e le sue dune altissime la rendono diversa dal resto dell’Africa ma la concentrazione di animali al Parco Etosha è incredibile. A est Il Sud Africa ti riporta alla realtà, con città cosmopolite come Città del Capo e Port Elizabeth, deliziosi vigneti, l’incredibile Parco Nazionale Kruger, una spiaggia dedicata ai pinguini e le balene che salutano dalle coste del suo mare nero.

Un po’ di mare…

Una vacanza in Africa è anche un soggiorno in Madagascar, con spiagge bianche e parchi naturali pieni di scoperte da fare. Non saranno i big five ma baobab e lemuri sono una degna alternativa. Anche Mauritius, con uccelli variopinti e spiagge bianche fa parte del sogno africano.

Il mare da sogno

Le Seychelles sono state messe lì, nel centro di un mare azzurrissimo, per offrire ai viaggiatori un meritato riposo tra vegetazione e sabbia bianca. Un paradiso di relax dopo le fatiche del viaggiatore mattiniero e instancabile. La vacanza in Africa, può finire qui, sdraiati sulla sabbia con gli occhi fissi al cielo azzurro a riordinare tutte le immagini africane che archivieremo nel cuore. Tutte le isole offrono parchi naturali, con flora e fauna rigogliosa, se ci si stanca della sdraio e si indossa nuovamente la tenuta da esploratore.

Non smetterò mai di andare in Africa

E non è finita. Ho ancora moltissimo da vedere in Africa, mi mancano tanti piccoli e grandi stati che nascondono bellezze stupefacenti, e rifarei tutto da capo. E’ ancora il momento giusto, è sempre il momento giusto per organizzare una vacanza in Africa, anche quest’anno.

 

Share

Comments

comments

4 pensieri riguardo “Una vacanza in Africa

  1. Viene voglia di partire per l’Africa davvero! Non sono mai stata, tra pochi giorni metterò per la prima volta piede nel continente: destinazione Marocco. Poi chissà… il tuo articolo mi ha davvero ispirata 🙂

    1. Andando in Africa torniamo un po’ tutti a “casa” e quando torno la sogno per settimane. Sarà il mal d’Africa… Visitala più che puoi! Ogni stato è una sorpresa, non è mai come ti aspetti che sia.

Rispondi