Una domenica a Palazzo Vertemate Franchi

A spasso nella storia e nella Valchiavenna

L’estate è incredibilemente fresca in Valchiavenna. Andare è un’ottima idea per sfuggire alla calura cittadina o per un weekend tra le montagne. Il tempo passa veloce tra storia, sport e buona cucina. Tra vette e valli è facile noleggiare una bicicletta e pedalare nella ragnatela di piste ciclabili lunga oltre 50 chilometri, tra borghi e boschi, al confine tra Italia e Svizzera. Ci sono luoghi in cui non è possibile non fermarsi e approfondire la conoscenza: tra queste il Palazzo Vertemate Franchi.

Dimora di campagna

Il Palazzo Vertemate Franchi ha l’aspetto splendida villa di campagna, un tempo dedicata all’ozio e alla contemplazione della natura, arricchita in arte e decori nel tempo da famiglie storiche come i Vertemate, i Feltrinelli e i Bonomi. Si trova a Prosto di Piuro ed è una delle più belle dimore della provincia di Sondrio, un palazzo-museo aperto al pubblico. Passeggiando tra le sale si contemplano décor e architetture: intarsi e stucchi, soffitti di legno, statue, affreschi e dipinti che s’ispirano alle Metamorfosi di Ovidio. Le stanze dell’ultimo piano sono tutte diverse tra loro, con i nomi che richiamano un tempo perduto: la sala degli amorini, delle arti, dello zodiaco, la stanza del vescovo, quella del Carducci. Per visitare la villa si può scegliere di soggiornare in uno dei bed & breakfast dei dintorni, alcuni ricavati in edifici storici.

Festeggiamo qui?

Valutarla invece come sfondo per un matrimonio o un evento è una scelta molto elegante e raffinata. Le sale mantengono la distinzione dell’epoca rinascimentale mentre all’esterno il parco può offrire diversi fondali per ogni diversa esigenza: dal giardino all’italiana, al frutteto fino al vigneto. Proprio sopra quest’ultimo poi si apre una terrazza panoramica sulla Val Bregaglia da fermare il respiro. Chi non se la sente di abbandonare la tradizione può utlizzare la chiesa chiesa seicentesca di Santa Maria Incoronata, incredibile location per una cerimonia classica.

Si va?

Che sia con una bicicletta tra le mani o con l’astuccio delle fedi nella tasca, un giro nell’alta Lombardia rischiara gli animi e distende la mente, rendendo tutti pronti ad affrontare un nuovo anno di lavoro o una nuova vita insieme.

GIARDINO

Share

Comments

comments




Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: