Alcune cose da sapere di Bali

Bali non ha bisogno di presentazioni: è un’isola famosa e accogliente. Una vacanza a Bali è un viaggio tra mare e natura, tra storia e mondanità, affascina e colpisce. Bali è un luogo dove puoi trascorrere un paio di settimane, un mese o sei mesi senza mai annoiarti, perché ci sono moltissime cose da vedere ed esperienze da fare. Ma se non ci sei mai stato, ci sono alcune piccole cose da sapere di Bali prima di partire.

Dove stare?

La parte sud di Bali è quella più popolare, piena di vita e di turisti. Dove ci sono tanti turisti c’è un bel mare, ci sono gli hotel migliori e i migliori ristoranti. Tra le cose da sapere di Bali c’è anche questa. Nei punti più frequentati c’è una frenetica movida internazionale, giovane e rumorosa. Ma questo brulicare di giovani e il sottofondo di musica e risate fa parte dell’atmosfera di luoghi come Kuta. Si socializza, ci si diverte e si fa shopping. Bali è anche questo e anche questo va assaporato. Il silenzio va cercato nelle zone più isolate o all’interno, nella foresta o tra le risaie. Silenzi della natura e grande movida: grandi contrasti da gustare sotto il sole.

Massaggi

Ami farti massaggiare? A Bali starai benissimo. Potrai farti massaggiare ovunque e a prezzi onesti. Tutti gli hotel hanno Spa prestigiose e una giornata di vizi e coccole è assolutamente da valutare. Il massaggio balinese è un trattamento miracoloso per ritrovare l’armonia tra anima e corpo. E’ frutto di numerose influenze indiane presenti sull’isola che lo rendono differente da ogni altro massaggio indonesiano. Gli oli utilizzati per i massaggi vengono prodotti sull’isola e sono introvabili altrove, come l’olio di frangipane. I massaggi sono tra le cose da sapere di Bali e soprattutto da fare a Bali!

Muoversi

Se non hai intenzione di noleggiare un’auto e avventurarti tra le strade dell’isola da solo, puoi chiedere un’auto con l’autista. Il costo non è proibitivo e gli autisti sono tutti molto carini e disponibili. Per gli spostamenti brevi, anche i taxi sono economici, ma devi sempre contrattare il prezzo per le tratte che ti interessano. A Bali è arrivato anche Uber, con una rete abbastanza completa ed efficiente. Molti noleggiano i motorini per la comodità e il basso costo: è obbligatoria però la patente internazionale, anche se nessuno la richiede. In caso di un controllo della polizia si è passibili di multa.

Mangio dove mangiano loro

Vedrai pochi balinesi mangiare nei ristoranti: tutti i locali sono frequentati soprattutto da turisti. Quindi il discorso “mangio dove mangiano i balinesi” non è del tutto fattibile. I piatti sono spesso artefatti per avvicinarsi ai gusti dei turisti e i menù sono modificati per accontentare gli stranieri. Una cosa da sapere di Bali è che si mangia bene ovunque e che si spende poco.

Che lingua è?

Tutti i balinesi parlano due lingue: il balinese e l’indonesiano. Sono due lingue diverse e Bali ci tiene a mantenere la sua identità linguistica. Nell’intera Indonesia si parlano più di 700 lingue, quindi ogni indonesiano ne può parlare da due e cinque. Li accomuna l’indonesiano e l’inglese, che tutti si sforzano di parlare. Se vuoi imparare qualche parola in lingua locale, ti consiglio di imparare l’indonesiano, parlato praticamente da tutti. Bastano solo i saluti e le solite parole di ringraziamento. Questo tuo sforzo li renderà felici.

Sempre un sarong

È una cosa di Bali molto importante: portati sempre un sarong nello zaino. Per entrare nei templi devi avere le gambe coperte indipendentemente dal fatto che tu sia maschio o femmina. All’esterno dei templi ne puoi pagare il noleggio, ma puoi evitarlo portando sempre il tuo. Ci sono molte regole di rispetto da sapere di Bali, come non toccare mai nessuno sulla testa o non parlare con le mani ai fianchi. Nei templi bisogna rispettare con silenzio e discrezione la fede dei balinesi.

Porta scarpe comode…

C’è da camminare, se hai voglia di scoprire i tesori di Bali. Non bastano le infradito: servono scarpe da ginnastica robuste pronte ad affrontare escursioni in pianura, su strade di campagna o attraverso la foresta. Tra le cose da sapere di Bali c’è la possibilità di vedere tanto spostandosi a piedi. Potrai affrontare grandi salite e fresche foreste per riposarti con i piedi nell’acqua delle bellissime cascate, riservate solo ai camminatori.

…e poi cammina

Alcuni templi sono raggiungibili solo a piedi. E, caso vuole, sono i più belli. Alcuni richiedono chilometri di cammino, altri sono facilmente raggiungibili. Le camminate più belle sono quelle in salita, per il vulcano Agung e il monte Batur. In quota la temperatura cambia, si rinfresca e l’abbigliamento da spiaggia non è adatto. Metti in valigia un paio di pantaloni lunghi e una felpa.

Ospiti indesiderati – parte prima

Nelle foreste vivono molti graziosi animaletti come le scimmiette e altri meno graziosi: dopo una camminata tra gli alberi e il fango dai una controllata alle tue gambe. Può succedere che qualche sanguisuga ti trovi particolarmente appetitoso. Sono molto piccole e il loro morso è indolore. Non provocano grandi danni, ma è meglio evitarle! Portati anche un repellente per zanzare, perché con la Dengue non si scherza.

Ospiti indesiderati – parte seconda

E’ meraviglioso affittare una villa nella foresta ma prima di farlo ci sono cose da sapere di Bali. Il rumore delle foglie e della pioggia concilia il sonno ma ci sono ospiti che possono fartelo perdere. Puoi trovare grandi ragni (ma grandi), grossi rospi, grandi insetti che colpiscono le lampadine fino a farle tremare e gechi giganteschi. Dopo qualche giorno tra la natura, ti verrà voglia di tornare alla vita dinamica del sud di Bali…

Tasse?

Alcune attrazioni turistiche come templi o cascate richiedono il pagamento di una piccola tassa per l’accesso. Se fai i conti con il cambio valuta ti rendi conto dell’importo richiesto, solitamente qualche decina di centesimi. Per te è una scocciatura, per loro è un modo per mantenere quel luogo attivo e pulito. Paga e visita, ne vale comunque la pena.

Che sete!

Tra le cose che assolutamente devi sapere di Bali è che non è consigliato bere l’acqua del rubinetto. L’acqua ha un sapore salmastro e spesso non è tollerata dall’intestino dei turisti. Onestamente mi sono sempre lavata i denti con acqua corrente e non mi è successo nulla, ma la mia potrebbe essere stata fortuna. Non so se vi conviene provare.

Che tempo fa?

A Bali non hai nessuna certezza. Può piovere nella stagione secca o trovare sempre il sole nella stagione umida. Non esistono regole certe e periodi migliori di altri. Tutto va a fortuna. In ogni caso un po’ di pioggia bisogna metterla in conto.

Quindi?

Quindi nessun pericolo, nessuna limitazione. Bali è un incanto, un paradiso, una benedizione. Puoi partire e rimanere sorpreso di mille piccoli particolari e ricordarteli, come ho fatto qui sopra e aggiungerli tra i commenti per rendere più completo questo articolo. La tua avventura a Bali avrà prospettive diverse e diverse curiosità. Non vedo l’ora di leggere le tue impressioni.

Share



Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: