In barca a Cayo Largo, vela libre

In barca nella storia

Forse non tutti lo sanno, ma è bastato un guasto all’elicottero del lider maximo e un atterraggio obbligato sulla sabbia bianca di un isolotto inviolato. Qualche anno dopo l’emergenza di Fidel, a Cayo Largo sono nati l’aeroporto e il primo albergo. Oggi la costa sud di quest’isola, affacciata su una laguna turchese e protetta da una barriera di variopinti coralli è stata colonizzata dal turismo.

cuba1

In barca a Cayo Largo

Navigare in barca a Cayo Largo è un’esperienza un’unica, soprattutto perchè cambi prospettiva e la vedi dal mare. E’ circondata da 20 chilometri di barriera corallina, sottomessa da strutture ricettive, soprattutto la parte a sud che è un’unica spiaggia. 25 chilometri di sabbia bianchissima. A Playa Lindamar sfilano gli alberghi pieni di turisti ma a Playa Tortuga (4 chilometri all’estremo est) il silenzio e il sole aiutano le tartarughe marine giganti a deporre le uova.

cuba

Bisogna andare oltre

Pochi però sanno che dal piccolo marina tra le palme, uno dei pochissimi a Cuba, si prende il largo per la scoperta di un paradiso tropicale, 350 isolotti circondati dal reef che galleggiano ai limiti degli abissi oceanici. Girando in barca a Cayo largo si entra in un Far West marino isolato dal mondo per cinquant’anni, da quando nel 1960 il governo castrista spopolò le isole e coste, politicamente poco controllabili, consegnando al nuovo millennio un immenso parco naturale, ultima frontiera caraibica di un mare intatto dove vive solo un ristretto numero di cubani: pescatori di aragoste, biologi e ricercatori, guardiani di fari.

img041

Noleggiate una barca

Qui si può navigare per ore senza incontrare anima viva e ci si può immergere in fondali non troppo impegnativi, privi di pericoli e senza permessi da richiedere. Qui di aragoste ce ne sono a migliaia, qui vengono pescate e spedite in tutto il mondo: sono raccolte nelle casette a palafitta che si innalzano nelle lagune. Ma la passeggiata in barca a Cayo Largo può essere anche difficile.

cuba5

Gli skipper cubani sono guide fantastiche

La navigazione all’interno della barriera è insidiosa e quindi consiglio di noleggiare una barca con uno skipper esperto: solo loro riescono a addentrarsi tra le teste di corallo che affiorano a pelo d’acqua. In qualche rada si riesce anche a nuotare con le tartarughe. Solo gli skipper esperti sanno dove portare la barca a Cayo Largo per offrirti gli spettacoli migliori.

cuba7

Periodo e durata personalizzabile

Puoi scegliere l’escursione di una giornata o noleggiare un’imbarcazione più importante e organizzarti una crociera anche di una settimana. Alla marina trovi anche un piccolo supermercato per riempire la cambusa di condimenti per il pesce che pescherai durante la navigazione.

cuba6

Fermarsi al sole sui 25 chilometri di spiagge di Cayo Largo può essere bellissimo ma esiste uno spettacolo incredibile a pochi chilometri dalla costa per un costo contenuto e del tutto meritato. Il silenzio e il rumore delle onde suonano come la musica latina dei villaggi, mentre danzano pesci e tartarughe. E lo spettacolo della natura, del mare che puoi vedere solo da una barca a Cayo Largo. Allora? Buen viaje!

Share



Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: