CAMARGUE: SOUND E ARENA

E’ tornata l’antica corrida di Arles, tutta suoni meticci ed echi catalani, con i tori che si prendono una rivincita…

arles4
Per alcuni la corrida è simbolo di una facoltà divina: quella di dispensare la morte. Per altri, convinti che le cose del mondo non abbiano una divisione così netta tra bene e male, è un orrore che i toreri trasformano in spettacolo. Per chi rifiuta lo spargimento di sangue, infine, una situazione off limits.

arles1.php
La Cocarde d’Or, una competizione che dal lontano 1928 si celebra il primo lunedì di luglio ad Arles, è dedicata proprio a quest’ultimi.
Durante la corsa, i tori non sono condannati a morire nelle arene e i loro nomi sono più famosi di quelli dei rasateurs (i toreri locali). Tanto che le foto di Gandar, Cosaque, Rousset, Pascalet ornano i banconi dei caffè e in alcune piazze ci sono statue degli esemplari più forti.

arles5
La colonna sonora della Cocarde è stata raccolta qualche anno fa su Arenes, un cd per il quale si sono scomodati in tanti: dall’Orchestre National Bordeaux Aquitanie a Goran Bregovic, da Chris Gonzales a Pascale Comelade.

arles3
Tauromachia a lieto fine quindi! Che dire?! Ole!

Share

You may also like



Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: