Festa di San Valentino – origini e tradizioni nel mondo

Perché San Valentino

Molto indietro nella storia

La Festa di San Valentino, così sentita e romantica, ha origini antichissime. Oggi le coppie si scambiano doni e cioccolatini, si fanno tenerezze e promesse: ciò è possibile per l’intervento di Papa Gelasio I che fermò una barbara usanza pagana, durante la quale alle donne erano riservate bastonate e violenze. Era la festa pagana dedicata alla divinità Lupercus. Durante questa festa le donne venivano percosse per aumentarne la fertilità e la promiscuità sessuale faceva parte dei grandi festeggiamenti.

immagine da https://snl.no

Il cristianesimo ferma l’orrore

si festeggia l’amore

Con l’arrivo del cristianesimo, questa festa entrò in contrasto con i precetti della Chiesa, poiché rispetto e castità erano fondamenti cardine sui quali costruire la famiglia. Nel V secolo gli appuntamenti con gli dei pagani vennero trasformati in feste cristiane, compresi i festeggiamenti per Lupercus che diventò San Valentino, in onore di Valentino, santo e martire ucciso appunto il 14 febbraio del 274 d.C.

immagine da Wikimedia

Chi era San Valentino?

Perché proprio lui?

San Valentino diventò vescovo di Terni giovanissimo ed era sua abitudine regalare fiori alle coppie di innamorati per stimolare la voglia di sposarsi e di formare finalmente una famiglia con la benedizione di tanti figli. Da allora diventò protettore degli innamorati e, morendo il 14 febbraio, gli venne dedicata questa giornata e, indirettamente, a tutti coloro che nutrono sentimenti d’amore.

immagine da Pixabay

San Valentino negli Stati Uniti

Festa per tutti

I colonizzatori europei hanno portato in America la Festa di San Valentino togliendo i limiti dei festeggiamenti ai soli fidanzati. L’intera giornata del 14 febbraio è dedicata a chi si vuole bene e possono essere genitori, amici o parenti. Regalare letterine, pensieri e dolci è un modo di ringraziare e trasmettere il proprio amore a chi ti è vicino.

immagine da Pixabay

San Valentino in Brasile

Altro Santo italiano!

I fidanzati brasiliani si affidano alla protezione di un altro santo italiano, Sant’Antonio da Padova, festività molto sentita in tutto il Brasile. Mentre il 14 febbraio è un giorno qualunque, il 12 giugno si riempie di cuori e fiori per chi è innamorato. I brasiliani single invece, appendono a testa in giù nell’armadio una statua di Sant’Antonio. È un piccolo ricatto: la raddrizzeranno solo quando il Santo li farà incontrare con l’anima gemella.

immagine da Pixabay

San Valentino in Giappone

Nell’attesa dei cioccolatini bianchi

Le giapponesi sono molto più avanti! Sono infatti le donne a regalare cioccolatini agli uomini nella festa di San Valentino, per ribadire che ogni rapporto è guidato dall’istinto femminile. Gli uomini risponderanno il 14 di marzo durante il “Whyte Day”, regalando meravigliosi e dolcissimi cioccolatini bianchi. Il tipo di cioccolatino è molto importante: alcuni cioccolatini si regalano alla famiglia, altri agli amici e solo pochi agli innamorati. È molto importante non sbagliare: fatevi consigliare!

immagine da Pixabay

San Valentino in Cina

Festeggiamo il Qixi

Il San Valentino cinese si festeggia in agosto poiché questa festa è legata ad una antica leggenda, i Romeo e Giulietta del Sol Levante. La leggenda racconta dell’amore di un ragazzo povero e una fata celeste. I due ragazzi vennero separati dalla regina dei Cieli. La regina Madre ebbe pietà degli innamorati e consentì loro di incontrarsi solo un giorno all’anno, il settimo del settimo mese. Sono rappresentati come due stelle che si incontrano nella notte del giorno del Qixi, il giorno degli innamorati.

immagine da Wikimedia

San Valentino in Inghilterra

Vado a dormire presto!

L’usanza inglese per la notte di San Valentino era molto bizzarra. Le ragazze dovevano munirsi di cinque foglie di alloro puntate con uno spillo sul cuscino: una al centro e le altre agli angoli. Se erano destinate al matrimonio, avrebbero sognato l’anima gemella. Ma c’era comunque una scappatoia in caso di insonnia: alla mattina potevano affacciarsi alla finestra e sventolare un fazzoletto bianco. Il primo single a vederlo avrebbe potuto candidarsi come sposo. Non so se le donne inglesi, ancora oggi, si appuntano spilli sul cuscino e agitano fazzoletti ma sono più sicura che si lascino coinvolgere dagli eventi.

San Valentino in Irlanda

Anelli per single o per fidanzati

L’Irlanda ha qualche ragione in più per festeggiare. Infatti a Dublino, in Whitefriar Street nella Chiesa Carmelitana sono custodite le spoglie del “vero” San Valentino. Per tradizione, gli irlandesi indossano un anello durante la festa di San Valentino, il Claddagh Ring. È un cuore tenuto da due mani e, a seconda di come indossato, ti definisce single o fidanzato.

immagine da Wikimedia

San Valentino in Francia

La lotteria dei single

Un tempo le donne francesi si giocavano la dignità organizzando una lotteria tra single. Potevano però essere rifiutate dall’uomo assegnato (ma non rifiutare) e rimanevano sole a bruciare, con le amiche che avevano subito la stessa sorte, le foto di chi non le aveva volute. Fortunatamente oggi si festeggia la festa di San Valentino come nel resto d’Europa, con cenette, fiori e cioccolatini.

immagine da Pixabay

San Valentino in Germania

Regali ambigui

Se hai un fidanzato tedesco non ti devi spaventare se ti regalerà un oggetto ambiguo: un maiale. Non ha un significato nè sessuale né allusorio. È solo la tradizione che vede il maialino come portatore di fortuna e prosperità. Per amore si accetta anche il maiale di cioccolato!

immagine da Pixabay

San Valentino in Spagna

Rose rosse e libri

Gli spagnoli vanno sul classico: tre rose rosse per festeggiare il giorno di San Valentino. In Catalogna però un altro santo arriva in soccorso agli innamorati. È Sant Jordi, che salvò una principessa dal drago, diventando un vero eroe. Il 23 aprile ci si regala vicendevolmente fiori e libri: un tempo i libri erano destinati solo agli uomini ma oggi è diventata un’abitudine a doppio senso. Barcellona si riempie di bancarelle di libri per facilitare chi ha molti libri da comprare per innamorati e familiari.

immagine da Pixabay

San Valentino proibito

Paesi senza cuori…

Per quanto San Valentino faccia crescere l’economia, nonché la crescita demografica, in molti paesi è assolutamente vietato festeggiare. Alcuni paesi sono infatti contrari per motivi religiosi, altri perchè la festa di San Valentino è giudicata immorale. Tra i paesi uniti nella lotta ai cuoricini ci sono il Pakistan, la Malesia, l’Indonesia, l’Iran, l’India, l’ Arabia Saudita e alcune zone della Russia. Non entro nel merito delle loro motivazioni ma sono sicura che i fidanzati di quelle zone avranno trovato altri modi per festeggiare il loro amore.

Immagine da Pixabay

San Valentino la festa dell’amore

e delle promesse

In tutto il resto del mondo e d’Europa, come in Italia, San Valentino rimane la festa degli Innamorati, dove ci si scambiano doni e si organizzano serate romantiche in ristoranti pieni di candele. Statisticamente rimane il giorno dove vengono fatte più richieste di matrimonio, circa 220 mila nel mondo. Chissà a quante verrà risposto di si?

immagine da Pixabay

E voi? Come festeggiate?

Share



16 Comments

Molto interessante e fantasioso! Non ero mai stata curiosa su queste tradizioni… Finora

Reply

San Valentino ha un significato troppo ristretto per noi italiani. All’estero è la festa di chi si vuole bene, amici e famiglia compresi.

Reply

Molto meglio così

Reply

Molto meglio così
Ciao Paola!

Reply

Davvero interessante! Ero curiosa di vedere se avevi inserito il Brasile e… per la mia felicità c’era!
hai detto bene, noi lo festeggiamo il 12 Giugno…E il Santo per i matrimonio è veramente Santo Antonio. Mia madre nn l’ha mai appeso a testa in giù ma faceva sempre una preghierina (anche x me!).

Le altre tradizioni non me le sognavo nemmeno. Però i tedeschi avrebbero vinto il mio cuore, ricevere un maialino è veramente coccoloso 😛

Reply

I tedeschi regalano maialini sempre! Cambia la consistenza: marzapane o cioccolato?

Reply

No va beh anche io voglio un maialino! Devo dirlo al mio compagno, anche se non è tedesco! Che belle e interessanti queste tradizioni, amo scoprirle leggendo i tuoi articoli!

Reply

I tedeschi regalano maialini per ogni festività perchè lo considerano un portafortuna. Di cioccolato, di zucchero o di marzapane, ma sempre maiali sono!

Reply

Decisamente originale questo “viaggio” tra i vari modi in cui viene festeggiato il 14 febbraio nel mondo. Molti di questi non li conoscevo affatto. Mi sono però fatta una risata a leggere cosa regalano i ragazzi tedeschi alle loro fidanzate in quel giorno. Il maialino è forse quello riciclato da San Silvestro? Perchè tedeschi ed autriaci ma anche gli olandesi, con la scusa che il maiale porti fortuna, lo propongono già dai mercatini natalizi. Tra tutte quelle indicate, mi piace soprattutto l’idea che negli States il giorno di San Valentino sia la “festa di tutti quelli si vogliono bene”

Reply

Si, il maialino si usa anche a capodanno, ma se non sbaglio è di marzapane. Noi italiani avremmo cambiato animaletto, ma per i tedeschi il maiale è il maiale…

Reply

Quante curiose usanze ci sono in giro per il mondo!!! Ma la parte che più mi ha stupito è stata la festa pagana, mi ha lasciato sbigottita. Personalmente sono anni che non festeggio questo giorno con il mio compagno.

Reply

Si, durante la festa pagana erano botte da orbi per le povere donne! Io e mio marito lo abbiamo festeggiato sempre concedendoci un weekend di relax da qualche parte. Nessun cuoricino, solo una buona cena e un luogo da esplorare.

Reply

Bellissimo!!!

Reply

Questo articolo è a dir poco eccezionale! Ho appreso grazie ai tuoi racconti di tutte le diverse tradizioni su come si festeggia San Valentino nel mondo. È bizzarro ma anche interessante come ogni cultura adatti le proprie credenze, usanze e abitudini anche al modo in cui si festeggiano alcune ricorrenze!
Grazie per questo viaggio nelle tradizioni!

Reply

Anche a me piacciono molto le tradizioni. Accomunano paesi e persone.

Reply

Very nice!

Reply

Aspetto la tua opinione!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: