Cosa fare a Zante – tra grotte e foche monache

Foscolo aveva ragione

e pure Omero

Di cose da fare a Zante ce ne sono moltissime. Zante o Zacinto (dal nome greco Zakynthos) è una delle isole più affascinanti del Mediterraneo. Fu Omero a decantarne per primo il suo splendore donandole un romantico soprannome di Fiore di Levante per via della sua rigogliosa vegetazione.

Partiamo da Zacinto

la città principale

Punto di partenza per andare alla scoperta dell’isola è la città di Zacinto, sulla costa orientale, che affaccia su una bellissima baia. Tra le cose da fare a Zante c’è la visita al centro storico della città di Zacinto. Per prima cosa devi fare un giro tra le numerose chiese sparse nella città, in particolare quella ortodossa di San Dionisio e quella cattolica, l’unica sull’isola, di San Marco. Devi poi fare quattro passi al porto e nelle vie che si trovano intorno al Piazza Solomos, dove si concentrano ristoranti, taverne tipiche e negozi in cui è possibile acquistare oggetti di antiquariato locale e gastronomia tipica dell’isola. Per cambiare prospettiva e vedere la baia di Zacinto dall’alto occorre salire sul Kastro, il castello veneziano che sorge sulla cima di un promontorio e di cui sono rimaste solo alcune rovine. Dall’alto puoi vedere entrambe le coste di Zante. Dal castello ti consiglio di fare un salto al borgo di Bochali, con le sue case piene di fiori: vai nel tardo pomeriggio e aspetta il tramonto: una meraviglia.

Cammina, cammina…

facciamo un bagno?

Se sei in città e hai voglia di fare un bagno, dopo il porto troverai una spiaggia lunga e stretta: non è splendida ma è meglio di nulla. Se puoi spostarti vai verso il nord e troverai la spiaggia di Krioneri, nota per il mare cristallino e il fondale roccioso. La piccola baia sabbiosa di Donkey Beach, che deve il suo nome alla presenza in passato di numerosi asini che vivevano qui, è bagnata dalle acque poco profonde e turchesi, ideali per i bambini e per chi voglia passare qualche ora all’insegna del relax.

La Movida di Zante

fino a notte fonda

Se sei un nottambulo avrai pane per i tuoi denti. Tra le cose da fare a Zante c’è una visita a Tsilivi, una cittadina sulla costa orientale a pochi minuti di distanza da Zacinto. Qui troverai la movida dell’isola, con discoteche, negozi e caffè alla moda. Tutto questo movimento l’ha resa una delle destinazioni preferite dai giovani.

Le meraviglie di Zante

famose in tutto il mondo

Se non hai deciso di fermarti a Tsilivi e continuare a sperimentare le varie cose da fare a Zante, dirigiti verso nord fino al villaggio di Alykes, ai piedi della catena montuosa che divide a metà l’isola, caratterizzato da una lunga distesa di sabbia fine ideale per fare piacevoli passeggiate. Il paese è spesso usato dai turisti come base per esplorare le principali attrazioni di Zante, la Spiaggia del Relitto e le Grotte Blu, situate rispettivamente sul versante occidentale e orientale dell’isola.

Relitti e grotte

arrivare via mare

E’ da fare a Zante una gita alla spiaggia più famosa di tutta la Grecia, la Spiaggia del Relitto, accessibile solo via mare grazie a tour giornalieri in partenza da Porto Vromi: alte pareti di roccia bianca nascondo una baia incantevole dalle acque cristalline. Ti consiglio di visitare la spiaggia al mattino presto quando il mare è ancora calmo. Per delle foto da urlo serve arrivare sulla scogliera, tra i paesi di Volimes e Anafonitria dove è situata un’apposita terrazza panoramica che si affaccia direttamente sulla baia e dalle cui altezze si ammira la spiaggia in tutto il suo splendore. L’altra nota attrattiva tra le cose da fare a Zante è una visita alle Grotte Blu, situate sulla punta nordorientale dell’isola. Sono particolari formazioni geologiche, che devono il nome ai particolari riflessi blu che l’acqua assume al loro interno dovute alla presenza di zolfo e che si susseguono da Agios Nikolaos fino a Capo Skinari. Possono essere raggiunte solamente tramite imbarcazioni, ma ne troverai di ogni dimensione e costo. Con le barche più piccole è possibile inoltrarsi all’interno delle formazioni rocciose e sub e nuotatori esperti hanno la possibilità di addentrarsi in alcune di esse e visitarle da vicino.

Spiagge meravigliose

per un po’ di “niente da fare”

Ci sono molte altre cose da fare a Zante, ma la principale è ciondolare da una spiaggia all’altra. Nella parte nordorientale ci sono splendide spiagge di sabbia bianca e dorata, ideali per le famiglie con bambini piccoli, come Xigia, ai piedi di una ripida scogliera, famosa per le sorgenti di acqua sulfurea che sgorgano all’interno di una grotta marina e Makris Gialos, conosciuta per la sua lussureggiante vegetazione e i fondali ricchi di coralli e stelle marine. Tornando sulla costa occidentale di Zante, si incontrano spiagge protette da alte rocce difficilmente raggiungibili via terra. Tra le ripide scogliere si nascondono le spiagge più belle, ma ci arrivi solo in barca o per mezzo di ripidi sentieri, poco adatti ai bambini.

Spiagge selvagge

e cucina greca

Oltre alla citata spiaggia di Porto Vromi, circondata da numerose grotte, meritano una visita Porto Limnionas, Porto Roxa e Capo Plakaki. Il fiordo di Porto Limnionas è ideale per gli amanti degli sport acquatici, snorkeling e diving. Questo è uno tra i luoghi più lontani dalle zone affollate dall’isola e una visita qui è da annoverare tra le cose da fare a Zante. Ricordati però di portare tutto ciò che ti può servire durante la giornata perché ci sono negozi o bar, tranne una piccola taverna dove gustare piatti tradizionali della cucina greca. Vicino si trova la spiaggia di Porto Roxa, altra tappa da non perdere per chi ama la natura selvaggia, famosa per le sue grotte marine e per il suo paesaggio incontaminato. Infine Capo Plakaki che è un piccolo angolo di paradiso frequentato solo da poche persone, per lo più isolani, perché è raggiungibile tramite un sentiero impervio scavato nella roccia.

Altre grotte

altre spiagge

Non posso non elencare tra le cose da fare a Zante, un tour tra le sue grotte, perché ce ne sono moltissime. Sono molto belle quelle di Keri, a sud, non distanti dall’omonimo e pittoresco villaggio con casette tradizionali in pietra e piccole stradine. In cima alle scogliere del borgo si trova un faro da cui si gode di una indescrivibile vista sui faraglioni, i Mizitres (uno dei quali è contraddistinto da una spaccatura, percorribile a nuoto, popolata da numerose stelle marine), che racchiudono una piccola spiaggia e da cui inizia il tour per le famose grotte di Keri. Anche queste sono raggiungibili solamente in barca e si estendono per diciotto chilometri lungo i quali si susseguono spiaggette deserte, porti naturali e insenature nascoste.

Un Parco Marino incredibile

flora e fauna tutelata

Ora puoi dirigerti a sud dell’isola, verso la Baia di Laganas, dove troverai una lunga serie di spettacolari spiagge, molte delle quali ancora incontaminate. Ma una cosa da fare a Zante è una visita al Parco Marino Nazionale che comprende anche le isole di Marathonissi e le Strofadi. Il  parco ha come scopo quello di tutelare la fauna e la flora presenti nell’area meridionale dell’isola, in particolare sono salvaguardate le tartarughe di mare caretta caretta e le foche del Mediterraneo. All’interno del parco sono presenti, però, anche altre specie animali come serpenti, iguana e delfini.

Un’isola selvaggia

tartarughe e foche monache

Nella Baia di Laganas si trova l’incantevole isola di Marathoissi, ideale quindi per rilassarsi e nuotare in tranquillità immersi solamente nella natura. Una visita all’isola è sicuramente un’esperienza da fare a Zante. E’ conosciuta anche come isola delle tartarughe è uno dei luoghi prediletti da questa specie di animale per riprodursi. L’isola offre la possibilità di scegliere tra due spiagge, una di sassi alla quale si può accedere da una grotta e l’altra di sabbia. Se siete fortunati può capitarvi di incontrare qualche simpatico “abitante” locale: le foche monache, che spesso scelgono le grotte dell’isola come rifugio. Rientrando nel porto di Laganas, merita una visita Agios Sostis che, oltre ad essere una splendida spiaggia, è un isolotto collegato all’isola maggiore da un ponte di legno che di notte, quando è illuminato, regala una piacevole atmosfera.  Sull’estrema punta meridionale si trova inveve, Gerekas, apprezzata per il suo lungo litorale di sabbia dorata. E poiché le caretta caretta sono le vere padrone di casa in questa parte dell’isola, anche questa spiaggia è ad accesso limitato: essendo uno dei loro luoghi privilegiati di nidificazione è frequentabile sono in certi orari.

Mille cose da fare

mille da vedere

Zante è un’isola magica, piena di storia, natura e mille cose da vedere. Ci si va pensando ad una vacanza di mare, spiagge e sole e poi ci si ritrova a pianificare gite in luoghi storici e naturali indimenticabili. Zante è qui dietro e ci aspetta. E’ semplice da girare, da vivere e da scoprire, si mangia benissimo e la gente è cordiale e sorridente. E ci sono tantissime cose da fare.

Share



44 Comments

H conosciuto Zante sui libri di scuola, come tutti quelli della nostra generazione, che ancora imparavano le poesie a memoria. Il tuo articolo ha confermato l’immagine poetica che avevo dell’isola. Spero di potermi organizzare presto per farci un salto, sperando di riuscire a fare almeno 500 delle mille cose che hai proposto.

Reply

Zante non è grandissima. Riesci a fare tutto e a prendere anche un po’ di sole!

Reply

Ho girato varie isole greche ma non sono mai stata a Zante, è da un pò che mi ronza nella testa, avrei voluto farci un week end lungo, chissà speriamo in questa riapertura!

Reply

Speriamo che la Grecia apra per l’estate, anche se dovremmo aiutare l’Italia a riprendersi quest’anno.

Reply

Amo tantissimo la Grecia e sono un’assidua frequentatrice delle isole però non conosco per nulla le ionie. Ho pensato tante volte di andare a Zante anche solo per la spiaggia del Relitto! Mi ha fatto piacere leggere che ci sono anche tante altre bellissime spiagge da vedere… il richiamo della Grecia si fa sempre più forte magari questa volta decido proprio per le Ionie!

Reply

Non so se questa estate la Grecia aprirà le frontiere. Zante è un’isola non troppo cara, vicina e molto bella.

Reply

Sono stata diverse volte in Grecia ma Zante mi manca.
Mi piacerebbe soprattutto vedere la spiaggia del Relitto…banale ma affascinante…

Reply

E’ una delle spiagge più belle d’Europa. Dall’alto è una meraviglia.

Reply

Da qualche tempo sto scoprendo la vicina Grecia e Zante è una delle isole che vorrei presto scoprire. Me l hai fatta amare… che meraviglia

Reply

Zante è vicina, economica e molto bella. E’ una facile vacanza: vale la pena provare.

Reply

Zante non l’ho mai vista ma dalle tue foto sembra davvero meravigliose ed io personalmente ho un debole per le isole perché non essendo un’amante della vacanza tipicamente da spiaggia trovo che l’isola permetta di fare più cose.

Reply

Ci sono isole Greche, come Zante, che ti permettono di girare e alternare la vita randagia a quella di mare. E vicino all’Italia.

Reply

La Grecia è nella lista da tanto tempo e le cose che mi attraggono di più sono le grotte ed i relitti! Direi che qui ce ne sono abbastanza!

Reply

Zante è piena di entrambi. E in qualche grotta trovi le foche…

Reply

Zante occupa un posto speciale nel mio cuore perchè è stata la prima vacanza che abbiamo fatto io e quello che sarebbe diventato mio marito mille mila anni fa. Allora non c’era tutto il turismo che c’è ora, ma ho visitato tutto quello che hai segnalato. L’unica cosa di cui non sapevo era la presenza di foche monache.

Reply

Devi essere molto fortunata per vederle tra le grotte. Mi sembra che tu abbia trovato la fortuna in amore! Non si può avere tutto!

Reply

Zante.. la mia isola greca preferita! Ci sono stata un paio di anni fa, e ho sentito una sinergia con questo pezzettino di mondo come raramente mi capita! Meravigliosa in tutti i suoi aspetti <3

Reply

Zante è davvero bella. Ci tornerò.

Reply

Delle isole greche ho visitato solo Creta (madre mia quanta bellezza) e ogni anno mi riprometto di visitarne altre e poi, tra una cosa e un’altra ,non succede mai. Zante la voglio tenere in considerazione per questa estate, sperando che questa ardua situazione finisca presto!

Reply

Speriamo proprio che questa estate si riesca a varcare la frontiera italiana…

Reply

In questi giorni sto sognando di tornare in Grecia. A Zante non sono stata: da un lato mi attira molto, da un altro mi spaventa un po la ‘movida’, cosa che non cerco assolutamente in Grecia.

Reply

Ci sono delle zone di Zante molto isolate. La Grecia è piena solo nei periodi di altissima stagione.

Reply

Che meraviglia! Io adoro la Grecia ma le isole ioniche non le conosco. La spiaggia del relitto è nei miei sogni da tantissimo tempo, chissà quando potrò finalmente vederla…..

Reply

La spiaggia del relitto è davvero bellissima. Le ioniche sono molto verdi e un po’ diverse dalle altre, ma vale la pena farci un giro.

Reply

La mi conoscenza della isole greche è molto scarsa perché si limita a una gita di un giorno da Maratona, anni fa – una di quelle esperienze da dimenticare.
A Zante trascorrerei volentieri qualche giorno di puro relax tra spiaggia, passeggiate e soprattutto cibo greco!

Reply

Non parliamo del cibo! Ma a Zante c’è anche molto da camminare, almeno si smalisce!

Reply

Quanta voglia di partire per una meta così rilassante, tutta mar, sole e spiaggia bianca su cui addormentarsi. Grazie delle foto, sono un toccasana oggi.

Reply

Quanto fa bene sognare…

Reply

Non sono mai stata a Zante, ma me ne hanno parlato benissimo. La veduta dall’alto della spiaggia del relitto è una delle foto che vorrei assolutamente scattare

Reply

La foto dalla balconata è un must di Zante. E ci si arriva anche comodamente!

Reply

Zante è una delle isole greche che più vorrei visitare e dopo aver letto questo articolo ne sono ancora più convinta! Le spiagge, le grotte, la fauna meravigliosa…grazie per tutti i consigli!

Reply

Looks wonderful!

Reply

Posso dirti una cosa ? Mi hai fatto venire una voglia matta di partire per questa isola meravigliosa! Che spiagge e mare stupendi!!

Reply

A chi lo dici. Ma chi si muove… Dobbiamo stare a casa!

Reply

Sento parlare di quest’isola fin dai tempi della scuola e sono stata sempre molto curiosa di conoscerla…ancora di più dopo aver letto quest’articolo!

Reply

Foscolo aveva ragione ad essere così triste del non poter tornare a Zante!

Reply

Negli anni passati ho visitato diverse isole greche ma mai quelle che si gettano sul Mar Ionio, ecco vedi mi hai fatto venire voglia di ritornare in Grecia con il tuo articolo e ti ringrazio per essere stata così precisa nell’esplorare i vari aspetti e le caratteristiche di quest’isola tanto cara al Foscolo. Ciao

Reply

“Ne mai più toccherò le sacre sponde….” e invece andremo e poi ritorneremo!

Reply

Se dovessi dire qual è il posto che mi manca di più in questo momento è sicuramente la Grecia! Sognavo da tempo di prenotare un biglietto e partire…invece, niente di fatto! Tra le mete che avevo preso in considerazione c’era anche Zante. Volevo sapere come sono i prezzi sull’isola! Sai darmi qualche info? Tu, come ti sei trovata?

Reply

Zante è sicuramente una delle isole più economiche della Grecia. Nulla a che vedere con le sue sorelle più cool.

Reply

Mi hai svelato il segreto di questa foto iconica! Mi sono sempre chiesta se fosse una via aerea o scattata da un drone!

Reply

Comodamente da un parcheggio si accede ad una balconata. Ti affacci e clic! Instagram!

Reply

Sono stata lì quando ero poco più di una ragazzina e sto immaginando di tornarci mille volte. Chissà che l’estate prossima non sia la volta buona.

Reply

Speriamo di poterci muovere tranquillamente! Speriamo che sia la volta buona per tutti!

Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: