Cosa vedere a Caltagirone – la ceramica siciliana

Due passi a Caltagirone

tra ceramiche colorate

C’è moltissimo da vedere a Caltagirone, ma appena ti guradi attorno, ti accorgi immediatamente che la particolarità fondamentale di questa meravigliosa città è la ceramica. Caltagirone rappresenta infatti la ceramica siciliana: è una terra ricca di argilla e l’arte della maiolica ha origini antichissime. I primi forni risalgono all’epoca musulmana e ai normanni e testimoniano di un’attività che non si è mai spenta nel corso dei secoli.

Arte antichissima

origini arabe

La ceramica è una delle produzioni più caratteristica ed apprezzata della Sicilia. I vari centri, in cui è fiorita e sviluppata l’arte ceramica, si sono caratterizzati, con il passare dei secoli, in base ai metodi di produzione e agli aspetti estetici. E’ difficile datare con esattezza l’inizo di questa tradizione per la mancanza di documenti certi, ancora più complesso risulta individuarne l’origine. Si può comunque affermare che l’approccio dell’arte della ceramica è derivata dagli intensi scambi colturali e commerciali con il mondo arabo-musulmano e successivamente normanno e catalano.

Il lavoro dei cannatari

nei piccoli negozi del centro

Nel tempo gli artigiani, detti cannatari, hanno perfezionato la tecnica esecutiva e decorativa conservando i motivi moreschi e i colori della tradizione come il turchino, il verde, il giallo oro ed il grigio. Da vedere a Caltagirone ci sono una miriade di piccoli negozi con i prodotti tipici di questa antica arte: mattonelle, candelieri, fischietti, piatti e vasi. La produzione di questi ultimi continua ad essere particolarmente florida perché utilizzati per la conservazione del miele, prodotto tipico della zona.

Il centro storico

e i suoi palazzi

Da vedere a Caltagirone c’è il centro storico, nel quale convivono edifici medioevali, barocchi e liberty, che ha il cuore nella vecchia Piazza della Loggia delimitata dal maestoso Palazzo dell’Aquila, dalla Corte Capitaniale, dal Palazzo Gravina con un lungo balcone e dalla Galleria Luigi Sturzo nel cui interno si trova il più grande pannello in ceramica mai realizzato. A pochi metri dalla Piazza del Municipio, sul Corso Vittorio Emanuele, è la Mostra Mercato Permanente della Ceramica di Caltagirone che espone ceramiche prodotte da oltre sessanta botteghe della città.

Il Teatrino

e il museo

Anche il Teatrino è assolutamente da vedere a Caltagirone, singolare costruzione settecentesca ornata di maioliche, un interessante Museo che permette di ripercorrere la storia della ceramica locale della preistoria agli inizi del novecento.  Attraverso i manufatti si scoprono l’evoluzione delle forme e delle decorazioni. La diffusione e l’importanza della lavorazione dell’argilla è attestata da un bel cratere del V secolo a.C. su cui sono raffigurati un vasaio ed un giovane apprendista intenti a lavorare al tornio.

La scalinata

con le alzate in ceramica

Ma tradizionalmente l’elemento di maggiore richiamo turistico per la città è la scenografica scalinata: centoquarantadue gradini che collegano la città alta alla bassa. La scala fu costruita da Giuseppe Giacalone all’inizio del ‘600 e nel 1954 le alzate di ogni gradino furono rivestite con mattonelle in maiolica. Questa scala, in occasione dei festeggiamenti di luglio in onore del Patrono San Giacomo, viene illuminata da migliaia di lucerne ad olio che disegnano splendidi arazzi.

Sapore di Sicilia

profumo di vacanze

Arrivare a Caltagirone è molto facile: ci arrivi da Catania, in treno o in autobus. Un breve tragitto e ti ritrovi in un angolo di Sicilia antico e colorato. Si trova a pochi chilometri da spiagge da sogno: una giusta pausa dalle vacanze di mare.

 

 

Share



54 Comments

Sono stata in Sicilia on the road, ma non ho mai sentito il termine ” cannatari” ne tantomeno sono riuscita a fermarmi a Caltagirone. C’è cosi tanto da vedere sull’isola che ci siamo promessi di tornarci ancora e ancora, per scoprirla tutta.

Reply

Anche io non sono riuscita a vederla tutta! Magari ci troviamo lì!

Reply

Ho una vera passione per le ceramiche e i decori tipici di Caltagirone portano in sé tutta l’anima della Sicilia con i suoi influssi moreschi ingentiliti dalla mano di abilissimi artisti. Sono pentitissima di non aver portato a casa una testa di moro per metterci il basilico

Reply

Anche io non l’ho comprata, anche se sono bellissime. Ho comprato qualche piatto da portata, scenografici e di grande effetto.

Reply

La Sicilia è già fra le mete di viaggio del 2021 <3

Reply

Ottima scelta!

Reply

Mi hai fatto venire una voglia pazzesca di vedere questa meravigliosa città! Le tue foto sono splendide, i colori così vivi e riesco ad immaginare la sensazione di vedere tutto ciò dal vivo!

Reply

E’ davvero emozionante. Colori accesi e smaltati ovunque. Da gustare come una caramella!

Reply

Ci sono stata in gita alle medie e ricordo ancora la professoressa di inglese che aveva comprato tantissimi oggetti: posaceneri, piatti, vasi… facendosi aiutare da noi a portarli sul pullman e distribuendone un pezzo ciascuno di quello che non le stava in valigia al rientro. Bellissima la scalinata! Quest’inverno mi piacerebbe tornare in Sicilia, in particolare a Catania, quindi mi hai dato una bella idea per una gita.

Reply

Io ne sono rimasta incantata: un tripudio di colori smaltati e sorrisi. Ci tornerò di sicuro!

Reply

Adoro sia la Sicilia che la ceramica di Caltagirone. Però a Caltagirone non ci sono mai stata. Grazie dei consigli. Recupererò…

Reply

Vedrai che colori!

Reply

Quanti ricordi! Andavo spesso con i miei genitori a Caltagirone quand’ero bambina e mia madre portava a casa sempre qualcosa in ceramica per la gioia di mio padre ahahah Mi piacerebbe tornarci adesso e vedere come possa essere cambiata negli anni

Reply

Secondo me non è cambiata molto. Bella e colorata!

Reply

Veramente spettacolare! Queste ceramiche sono meravigliose e regalano un trionfo di colori che trasuda allegria e buon umore. Inoltre trovo molto bello che ancora oggi si cerchino di mantenere le tradizioni del passato, sono l’ingrediente in più che rende magico un luogo

Reply

Caltagirone è davvero un luogo magico. Magico e colorato.

Reply

Fantastico. La scalinata poi, effettivamente merita davvero una visita anche da sola! Ne ho viste alcune simili in giro per il mondo ma mai di tale splendore. Mia mamma ha in casa alcune ceramiche così, ora ho capito da dove vengono! Bello bello tutto!

Reply

I colori sono spettacolari. In una cittadina così bella splendono ancora di più.

Reply

Non sono mai stata a Caltagirone bellissima con tutte queste ceramiche, molto colorata!

Reply

Vale la pena farci un giro.

Reply

Ma che meraviglia, sono rimasta incantata dalla scalinata con le piastrelle in ceramica. Penso che dal vivo sia un tripudio di colori.

Reply

Di notte, illuminata è meravigliosa!

Reply

MAGNIFICA!

Reply

Davvero!

Reply

Quando sono stata a Caltagirone ho riportato a casa uno dei vasi più belli della mia collezione di Albarelli da Farmacia. Colori e disegno stupendi. Non vedo l’ora di tornarci.

Reply

Io ne ho portati a casa un paio pieni di miele. Meglio di così…

Reply

Non c’è Sicilia senza le sue ceramiche. Che splendido tripudio di colore. Non vedo l’ora di riuscire a fare il tanto sognato tour della Sicilia che ho in mente ormai da anni.

Reply

Vorrei rifarlo anche io. Potrebbe essere l’anno giusto!

Reply

Ma che bella città! Non ci sono mai stata, ma conosco due persone a me vicine che sono di Caltagirone, ora expat in Belgio. Mi manca questa zona e vorrei tanto visitarla… chissà magari quest’anno è l’anno buono!

Reply

La Sicilia ha un sacco di angoli nascosti e meraviglie da scoprire. Magari è l’anno giusto…

Reply

Che spettacolo Caltagirone! Non sapevo ci fosse così tanto da vedere!

Reply

Bellissima. Vale la pena farci un giro.

Reply

Sono stata mille volte in Sicilia e mai a Caltagirone, pur conoscendone e amandone le ceramiche. Non vedo l’ora di tornare sull’isola e dedicarmi al conosciuto e allo sconosciuto…

Reply

Vale la pena prenderci un aperitivo. Vedrai che meraviglia!

Reply

Adoro le ceramiche! Credo che da sole valgano il viaggio. Sono tornata da poco da un viaggio in costiera, non facevo che fotografare maioliche!

Reply

Quelle siciliane poi sono splendide!

Reply

Ma che bella Caltagirone! E chi se l’aspettava così? Ora mi pento di non averla inserita nel nostro viaggio itinerante che ha compreso tappe come Catania, Taormina, Siracusa. Poi io adoro le ceramiche fatte a mano, penso che se andassi tornerei con un bel bottino a casa

Reply

Qualche acquisto scatta: è inevitabile!

Reply

La Sicilia vrebbe dovuto essere la mia destinazione estiva per questa estate, e avevo incluso anche caltagirone nell’itinerario. Solo che alla fine ho optato per la mia amata Puglia!

Reply

Dovrei essere anche io in zona Puglia questa estate, salvo miracoli…

Reply

Ho avuto occasione di vedere altre città della ceramica italiana, tra cui Castellamonte. Mi manca Caltagirone, ma devo dire che le tradizioni ceramiche sono sempre molto affascinanti.

Reply

Se ti piacciono la ceramica e i colori della Sicilia non puoi perdertela.

Reply

Bellissime foto per una città che è tutta colori, quelli splendidi della ceramica, che poi sono quelli del cielo e del sole, del mare e degli agrumi di questi luoghi. Non avevo però associato mai Caltagirone a tanta ricchezza anche di monumenti che ho scoperto grazie al tuo articolo.

Reply

E’ lontana dal mare e quindi spesso la si dimentica dando precendenza a qualche bella spiaggia. Ma vale la pena perdere un giorno di mare per ammirare le ceramiche.

Reply

Questo è un pezzo di Sicilia di cui ho sentito parlare tantissimo e letto ancora di più ma non sono mai riuscita ad andarci. Mi ispira un sacco.

Reply

Lontana dal mare ma piena di poesia e colori. Uno spettacolo.

Reply

Questa sera ho guardato proprio un servizio al TG dove Dolce e Gabbana celebrano l’Italia nei loro abiti tra mosaici, ceramiche e frutti …

Reply

Una vera arte. Dolce e Gabbana sono anni che copiano l’arte e la natura siciliana. Non a caso…

Reply

Ma che spettacolo Caltagirone, non mi aspettavo che nascondesse simili meraviglie. La scalinata, poi, è il top, chissà che bello vederla dal vivo

Reply

Vederla illuminata di sera o dalle lanterne durante le feste è impagabile.

Reply

Adoro le ceramiche siciliane. Ne ho acquistate a Sciacca, le trovo bellissime e senza tempo. Non conosco ancora Caltagirone, ma spero di organizzare presto un giretto in Sicilia, tra arte e gusto!

Reply

Caltagirone è coloratissima. Vale davvero la pena farci un salto.

Reply

Fatto, qualche anno fa. Davvero coloratissima!

Reply

Una meraviglia!

Reply

Aspetto la tua opinione!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: