Fuga alle Maldive – Kuramathi

Arriva l’inverno?

Scappiamo alle Maldive!

Le giornate si accorciano, il cielo si inspessisce e l’aria diventa pesante. E’ il momento di scappare di guardare il mondo di nuovo con l’ottimismo del sole e la prospettiva cambia. Un viaggio alle Maldive può aiutarti a riprendere le forze, ad affrontare l’inverno con uno spirito nuovo. Basta una settimana per fare pace con tutto, pochi giorni per rimettere in equilibrio le divergenze di lavoro o studio.

E’ tutto diverso

Siamo alle Maldive!

La differenza la noti guardando l’orizzonte. Non è una linea, ma un cerchio. La senzazione è dunque questa: sei al centro del nulla, o del tutto, questione di punti di vista. Sei un punto nell’oceano, senza bussola né riferimenti.
Maldive: come descriverle altrimenti? Forse con un angolo di mondo dove vige ancora la legge del silenzio o dove il corpo perde peso in acqua a favore della mente. Si ha quasi l’impressione di attraversare lo specchio di Alice e non si ha più voglia di tornare indietro.

Andiamo a sud

andiamo nell’atollo di Ari

Alle Maldive, nell’atollo di Ari c’è Kuramathi, un baffo di terra lungo un chilometro e mezzo e largo cinquecento metri. Offre numerose oppurtunità di soggiorno, a secondo delle tue preferenze o necessità. Puoi quindi scegliere il tuo rifugio fra cottage su palafitte in mezzo al mare oppure in bungalow che si affacciano sulla spiaggia.

Una settimana di relax

una settimana di scelte e spettacoli

Altre scelte sono se socializzare, tra le attività sportive, la cura del corpo, i piaceri gastronomici o isolarsi e raccogliersi in solitarie contemplazioni.
Dieci ore di aereo e ti ritrovi… come definirlo? Quale termine usare? L’unico paragone possibile è con un eden artificiale, la perfezione.
A Kuramathi c’è ogni giorno uno spettacolo a cui bisogna assistere. Inizi con pesci lunghi appena un centimetro, trasparenti nell’acqua che ha lo stesso colore. Poi pesci chirurgo azzurri orlati giallo, pesci pappagallo tra rosa, arancio e turchese, pesci clown rossi e arancioni. E poi murene, barracuda, delfini e tartarughe. Verso le sei e mezzo un altro appuntamento: le razze arrivano in una quindicina e iniziano ad aspettare. Sanno che il loro pasto sta per essere servito. Un uomo scende in acqua e si fanno accarezzare in cambio di pesce.

Un mare di meraviglie

ma tutto è provvisorio

Mentre ti rilassi alle Maldive, a Kuramathi, mentre guardi l’orizzonte e ti stupisci di tale vastità, mentre guardi sott’acqua la vita sommersa piena di guizzi e colori il mare cresce 5 millimetri all’anno e tra 150 anni la maggior parte di Maldive non esisteranno più. Compresa Kuramathi.

Share



Aspetto la tua opinione!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: