Le isole della Florida

Una vacanza in Florida è un sogno invernale tra i più realizzabili. I voli per Miami sono molti, spesso a prezzi abbordabili ed è un ottimo punto di partenza per una vacanza itinerante. Chi ci va cerca prevalentemente il mare e di spiagge ed in Florida ce ne migliaia di chilometri. A Miami il mare è incantevole, caraibico e caldo. L’abbraccio è forte, ma altrettanto forte è il bagno di folla. Come trovare un po’ di pace? Da Miami con un’auto a noleggio si trovano possibilità ed opportunità.  La Florida è circondata da minuscole isole da visitare in giornata, poco conosciute ma piene di tesori: lì c’è la pace che cerchi. Vediamo dove sono.

Jupiter Island

E’ una delle isole della Florida che fanno barriera nella parte atlantica. E’ il luogo preferito delle tartarughe marine, ma anche delle celebrità: qui vivono Celine Dion e Tiger Woods. Una passeggiata sulla spiaggia, un aperitivo ad Abacoa o una scalata fino alla cima del faro Jupiter Inlet non ti costerà molto, anzi godrai di un panorama meraviglioso, spiagge incredibili e tutto in tranquillità e silenzio. Se viaggiate con i bambini vi consiglio di visitare il parco ecologico per conoscere le specie endemiche: uccelli, rettili e persino orsi. Se viaggiate con cani, Jupiter è speciale perché ha una spiaggia tutta per loro.

Merritt Island

Se da Miami ti sposti verso Orlando, lungo la costa centrale trovi Merrit Island, la più grande tra le isole della Florida. E’ molto conosciuta perché è la sede del Kennedy Space Center Visitor Complex, luogo imperdibile per gli amanti delle tecnologie aereospaziali, ma soprattutto per il National Wildlife Refuge, per gli amanti della natura e del birdwatching, pieno di cervi, lamantini e alligatori. Per arrivarci in auto si prende da Titusville il Max Brewer Bridge. Una giornata piena è sufficiente per vederne i punti più interessanti.

Dry Tortugas

Con una macchina a noleggio non puoi non arrivare fino a Key West. E’ possibile fare una gita giornaliera, anche solo la strada è uno spettacolo, ma ti consiglio di prendertela un po’ più comoda con un giorno in più per goderti una gita nella gita: quella a Dry Tortugas. E’ una delle isole della Florida persa in un Parco Nazionale: una briciola di america nell’oceano. Puoi esplorare Fort Jefferson, fare snorkeling o birdwatching.

Palm Island – Don Pedro Island

Al ritorno da Key West si continua la caccia di isole solitarie da esplorare. Non si torna verso Miami, ma si attraversano le Everglades, sulla statale 41, strada di grande fascino e colori e superata Naples ci si dirige verso Tampa. A metà strada circa si arriva a Englewood e ci si può imbarcare, auto compresa, fino a Palm Island, un piccolo paradiso della costa ovest. Tra le isole della Florida è una delle più semplici, piena di lamantini e uccelli acquatici. Le spiagge sono vivibili anche nei periodi di altissima stagione. Se volete vivere l’isola con la libertà che merita, vi consiglio di lasciare la macchina e noleggiare una golf car.

Isola Caladesi

Rientrati sulla terraferma, si sale nuovamente fino a Clearwater Beach, sulla penisola di fronte a Tampa. La spiaggia è bellissima, ma se non ti basta ti puoi spostare attraverso la strada statale 60 e relativo ponte verso la Caladesi Island State Park. Il luogo è incantevole, pieno di pellicani, orsetti lavatori, armadilli e palme a perdita d’occhio. Le spiagge sono quanto di più vivibile puoi trovare in Florida, deserte e assolate. L’unico difetto? Qualche mosquitos…

Cedar Key

Saliamo oltre Tampa verso Rosewood, dove incrociamo la statale 24 e il suo ponte. Arriviamo in pochi minuti a Cedar Key, un paradiso naturale, dove riscoprire la vecchia Florida, senza contaminazioni.  Non è luogo da shopping, ma da sport nella natura come il kayak, la pesca e il birdwatching. L’isola si riempie sono in un paio di occasioni: a ottobre durante il Cedar Key Seafood Festival e a marzo per il Fine Arts Festival. Tutto il resto dell’anno la tranquillità regna sovrana tra le case tipiche e le spiagge deserte.

St.George

Ancora più a nord, sempre costeggiando il golfo del Messico, a pochi chilometri da Panama City troviamo  Apalachicola, bellissima e tranquilla cittadina di pescatori, dove puoi mangiare ottime ostriche e pernottare in pittoreschi alberghetti.  Da qui puoi prendere il Big Bend Scenic Byway Coastal Trail e arrivare a St. George Island, dove le attrazioni principali sono il Faro di Cape St. George, i tour in barca per vedere i delfini e i fantastici ristoranti di pesce sul lungomare.

Share

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.