L’entroterra del Belize – giungle e resti Maya

Non solo barriere coralline

Belize selvaggio

In Belize ci vai principalmente per il mare, per gli atolli che emergono con la bassa marea circondati dal mare azzurrissimo o per le immersioni uniche al Blue Hole. Anche l’entroterra del Belize può valere infatti una visita di qualche giorno. Tra giungla e foreste si aprono valli ricche di storia, dove aleggia la magica atmosfera dei luoghi incantati.

Area naturale del Rio Bravo

acqua e natura

L’entroterra del Belize è considerato una delle nuove frontiere dell’ecoturismo. Il Belize naturalistico offre l’area protetta del Rio Bravo, che comprende i bacini idrografici del fiume New River, Rio Hondo e Belize. Sulle acque di quest’area sono state condotte pochissime ricerche e la situazione dei suoi sistemi è praticamente sconosciuta. Visitare questa zona è un ritorno al passato: si scivola sulle acque di antichi fiumi circondati da uccelli, pesci e piante prone verso l’acqua, in posizione di saluto.

La giungla del Belize

e il Guanacaste

Un ampio settore nel nordovest dell’entroterra del Belize è occupato dalla giungla che opita 355 specie di uccelli, la riserva di Mountain Pine Ridge, ricca di conifere e comprendente anche la spettacolare caduta di 300 metri di acqua dell’ Hidden Valley Falls. A sud trovi il parco nazionale di Guanacaste, con i suoi bellissimi vulcani mentre a nord il Five Blue Lake Park, con il suo specchio d’acqua incontaminato e caverne piene di pippistrelli sotto la montagna Maya. Qui il contatto con la natura è diretto, ravvicinato e costante, e la magia dei Maya ammalia e stordisce.

Sulle tracce dei Maya

piramidi e segreti

Proprio gli antichi dominatori della regione, i Maya, rappresentano oggi la seconda attrazione dell’entroterra del Belize. Grazie a siti archeologici come le rovine della città  sacra di Xunantunich, a sud, Cerro Maya, all’estremo nord, Cahal Pech o Altun Ha, non lontano da Belize City.

Al confine con il Guatemala

in visita ad antiche comunità

Se hai tempo puoi fare qualche escursione al confine del Guatemala, ricco di piramidi e insediamenti precolombiani. Nell’entroterra del Belize, percorso in ogni senso da sentieri per il trekking, piste per i cavalli e percorsi fluviali in canoa, si possono incontrare inoltre i membri di alcune comunità che, come gli Amish americani, rifiutano il progresso e la tecnologia e ancora vivono nelle condizioni in cui si viveva nel XVII secolo.

Belize City

crocevia del turismo

Belize City conserva le vestigia della colonizzazione portoghese e inglese, come la Cattedrale di St. John, in stile anglo caraibico considerata la più antica chiesa anglicana del Centroamerica e il faro di Fort George Point. Soprattutto Belize City rappresenta il principale crocevia delle rotte turistiche, verso i siti archeologici e naturalistici dell’interno come la barriera corallina verso la quale salpano ogni giorno imbarcazioni leggere.

Meraviglioso Belize

per chi si sa adattare

Il Belize è una destinazione piena di sorprese e meraviglie ma adatta soprattutto a chi ha la capacità di adattarsi anche senza tutti i confort ai quali siamo abituati. Ma in fondo a volte è proprio ciò che cerchiamo: più contatto vero con la natura, la gente e la magia delle leggende.

Share



19 Comments

La storia dei Maya mi affascina, sicuramente se vorrò pianificare un viaggio in Sudamerica andrò a visitarle

Reply

Nel Belize ho trovato molta magia e mistero con resti Maya nascosti e affascinanti. Nello Yucatan sono molto più turistici ma sono ugualmente belli.

Reply

Sogno il Belize e di vedere in generale il Centro America. Secondo te è fattibile organizzare un viaggio qui “fai da te”?

Reply

Fattibilissimo. Il Belize lo puoi attaccare allo Yucatan se vuoi allungare la vacanza. Il Belize è molto spartano, come alloggi e trasporti.

Reply

Che posti meravigliosi!

Reply

Spettacolari!

Reply

Wonderful rain forest location!

Reply

Ho trovato molto interessante questo articolo. Non conosco per nulla il Belize ed ero curiosa di sapere cosa offrisse. Un piccolo paradiso naturale, ancora incontaminato e che speriamo resti tale.

Reply

Rimarrà così ancora per molti perchè non ha i presupposti per il turismo di massa. Non ci sono molti resort: sono molto esclusivi o molto spartani. Ci vorranno ancora un po’ di anni.

Reply

È una meta che mi attirava già è, dopo aver letto il tuo articolo, ancora di più! Io poi sono molto affascinata dalla storia del popolo Maya!

Reply

Grande magia e mistero. I Maya sono una continua scoperta.

Reply

Sul tuo blog trovo sempre degli spunti fantastici! Onestamente, tra tutte le mete nella mia wishlist, non avevo mai pensato di inserire anche il Belize. Invece mi sa proprio che è fantastico! E oltre alle coste caraibiche, l’entroterra sembra meritare molto.

Reply

Anche le coste sono molto particolari. Generalmente non vai al mare sulle spiagge, perchè selvagge o rocciose. I luoghi migliori sono alcuni isolotti che compaiono e scompaiono a seconda delle maree. Sembrano le isole delle Maldive e ci arrivi solo in barca.

Reply

Non ho mai pensato di visitare il Belize ma sicuramente mi piacerebbe molto data la sua storia e la sua incredibile e prorompente natura tutta da scoprire!

Reply

Stupisce. Misterioso e magico.

Reply

Ho trovato il tuo articolo molto interessante soprattutto perchè, come hai scritto anche tu, di solito in questo luogo si cerca la spiaggia e il mare, mentre quì c’è molto altro. Mi piacerebbe poter vedere qualche resto della civiltà Maya e mi ha incuriosito la cattedrale. Ha uno stile molto particolare e diverso da una classica chiesa.

Reply

La cattedrale fa ancora parte dell’eredità inglese del Belize, di quando era colonizzato e occupato dai britannici. In città trovi lo stile coloniale, nelle foreste tutti magici resti precolombiani, pieni di mistero.

Reply

Dopo che sono stata in Messico tre volte mi era proprio venuta voglia di approfondire la conoscenza dei popoli precolombiani visitando il Belize. In effetti non avevo pensato al mare ma proprio all’entroterra e la tua descrizione mi ha confermato quello che immaginavo:, una terra selvaggia ancora legata alle tradizioni e alle magie dei suoi primi abitanti. Un luogo magico

Reply

Molto magico. L’atmosfera, la nebbiolina, le leggende… tutto ricorda un film di Indiana Jones!

Reply

Aspetto la tua opinione!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: