L’isola di Boa Vista – creola con cuore africano

Un’isola piatta

per anime perse

L’Isola di Boa Vista è davvero poca roba se vista dall’alto, soprattutto se ci arrivi con dall’aeroplanino della Capo Verde Airlines che rotola sulle correnti d’alta quota. E’ solo una chiazza gialla tra onde agitate. Ma quando ci si abbassa un po’, il “piatto” assoluto s’increspa di lunghi canali prosciugati, di una peluria fatta di cespugli polverosi, piccoli recinti di pietre a secco, come virgole e punti, e due/tre strade di cottoli neri. Tutto il vuoto che si anima di colori leggeri. La vedi bene: è l’isola di Boa Vista. La terra più bella e selvaggia di Capo Verde fatta di isole al largo dell’Africa del nordovest, almeno secondo una lunga serie di estimatori fatta di sub, windsurfer e anime perse.

Arcipelago senza pericoli

solo sole, sabbia e vento

E’ un arcipelago sereno. Senza serpenti, ragni velenosi (neanche zanzare!) e con pochissima criminalità. C’è il sole tutto l’anno per abbronzarti nel riverbero della carta vetrata della sabbia, il vento dal mare e, talvolta, un velo di nubi. L’Africa c’è nell’arcipelago, ma sfumata, indiretta, come un’eco. Ti coglie a tradimento, insomma. Nell’accostamento di colori, in un aroma. Prendi il sole, fai windsurf, corri nel deserto e annusi l’Africa, al di là del mare.

Boa vista e la movida

un’isola di divertimenti

Ai capoverdiani piace fare festa. Basta una scusa: la pioggia, il figlio, l’onomastico, il saggio di danza della scuola. Si fanno glirgliate nelle grotte di Varadinha come, alla luna, sulle dune del deserto di Viana (cuore sahariano nel centro di Boa Vista). Una movida nel deserto tra tante piccole discoteche: il dancing tipo è al secondo piano. Qualche luce lampeggiante e uno stereo sparato a palla. Praticamente una nostra festina del liceo, ma qui si balla davvero. E ogni isola ha le sue feste il suo carnevale. Dopo Rio de Janeiro, questi sono brasiliani mancati.

L’Africa nella musica

e nello stile di vita

Di sera sull‘isola di Boa Vista sono sempre tutti in movinento per una tocatina, una specie di jam session tra amici, o una serenata in paese, anche su commissione. Qui piace bere, mangiare ed essere belli, flessioni e jogging ovunque, le sigarette solo in età da pensione e nelle città i bar sono più numerosi dei barbieri. Africano però è il senso del tempo. Basta un violino e la folla si accende di nuovo. Il giorno per dormire, la notte per danzare.

Ricapitoliamo…

 

l’Isola di Boa Vista ha un mare agitato ma ricco di spiagge e sole come nelle migliori tradizioni dei Caraibi,  ha un pizzico di Europa coloniale, nelle facciate delle vecchie case e, in certi aspetti, di una società lontana dal disastro africano, un altro po’ di Sudamerica gioiosa nelle torride serate di Sal Rei, ma ha sempre l’Africa come ritmo di sottofondo.

Share



34 Comments

E’ la decima volta che entro in questo articolo perchè lo trovo ispirante e mi fa sognare. Non ho viaggiato come avrei voluto quest’anno (nessuno ha potuto farlo), ma con la fantasia sono stata anche a Boa Vista, grazie a te.

Reply

Boa Vista è stata un’esperienza fuori dal mondo. Mi è piaciuta moltissimo, nonostante il vento. Sono felice di avertici portato!

Reply

Sono stata a Boa Vista alcuni anni fa e mi era piaciuta molto 🙂
Durante la nostra vacanza avevamo avuto la fortuna di partecipare ad un festival musicale che durava un paio di giorni, è stato un bel modo per conoscere questa isola, oltre che per la sua natura forte, anche per la sua cultura gioiosa!

Reply

A Capo Verde suonano e fanno festa sempre. Sono meravigliosi!

Reply

Boa Vista è un luogo che, sono sincera, non avevo mai preso in considerazione ma leggendo il tuo articolo sembra un piccolo paradiso e ora è pure entrato nella mia lunga, lunghissima lista.

Reply

Se ti piace il vento: ce n’è sempre molto.

Reply

Sembra un paradiso, poi senza le zanzare?! Ma perché non ci sono le zanzare? Comunque, ci andrei solo per quello che ho visto dalle foto <3

Reply

Non ci sono zanzare perchè sull’isola non c’è acqua stagnante. Il clima ventoso inoltre non permette loro di volare.

Reply

Hai un modo di scrivere che mi piace tantissimo. Riesci a suscitare in me le stesse sensazioni che provavi tu mentre eri li. Bravissima!

Reply

Grazie, sei gentilissima.

Reply

Mi è piaciuto molto lo stile del tuo articolo, poetico e accattivante. Descrivi benissimo l’isola tanto che mi sembra di sentirne gli odori e le musiche ritmate e le danze e anche quella mollezza tipica dell’Africa che noi europei proprio non riusciamo a capire. Grazie, è stato bellissimo leggerti

Reply

L’Africa è fatta di pancia e di cuore. Gli europei usano la testa e il portafoglio. Le cose non coincidono.

Reply

Ho sentito spesso parlare di questa meta. Non ci sono stata, ma mi incuriosisce molto… partirei subito!

Reply

E’ molto particolare. Ci sono andata perchè in molti ne parlavano male e ne ero incuriosita. Pochi alberi e molto vento, ma ha i suoi perchè…

Reply

Ho bisogno di mare e di libertà. E questo lembo di terra mi sembra perfetto per perdermi nei miei pensieri guardando il mare. Magari avvolta in un grande foulard per proteggermi dal vento.

Reply

A riva il vento non disturba poi così tanto: il sole non scotta!

Reply

Ho sentito parlare spesso di quest’isola. Mi ispira sopratutto il mix tra cultura vivace e natura ancora piuttosto selvaggia. Chissà che prima o poi riesca a visitarla!

Reply

Mix di tante culture, ma anche abbastanza economica. Non è difficile organizzare, sempre che ti piaccia il vento!

Reply

Mi piacerebbe moltissimo andare a Capo Verde, ne ho sempre sentito parlare bene. Mi ispira questo mix di europeo, africano e sud americano.. spero proprio di poter andarci presto!

Reply

Appena riapriranno i viaggi avremo un gran numero di paesi da visitare!

Reply

Ho sostenuto il mio esame di portoghese sul creolo di Boa Vista e da allora ho tanta voglia di vedere questa terra e sentire dal vivo la lingua del luogo, magari in una bel concerto di Morna

Reply

Ne senti quanta ne vuoi! Credo che addirittura ci sia un Festival dedicato alla Morna. Comunque si suona tutte le sere.

Reply

Ci devo andare. Mi ispirano tantissimo sia la natura aspra e solitaria che le feste locali, che animano le serate di quest’isola. E poi l’Africa mi manca, a eccezione di Egitto e Tunisia.

Reply

E’ un’Africa molto diversa. Ma comunque piacevole. La vera Africa è nel continente e ti assicuro che è meravigliosa!

Reply

Ero stata a Capo Verde talmente tanti anni fa che Boa Vista non era ancora turistica! Mi era piaciuta molto l’atmosfera è la cucina capoverdiana

Reply

La cucina è ottima. Alcuni piatti li sogno ancora!

Reply

Io amo l’Africa, ma questa area non l’ho ancora visitata. Però è sicuramente nella lista delle cose da fare: grazie mille per il tuo articolo, davvero interessante!

Reply

E’ un’Africa molto diversa. Ma la ritrovi in molte cose. E’ comunque un viaggio piacevole ed economico.

Reply

Che incanto. Questi sono i luoghi dove sosterei anche sei mesi l’anno. Meraviglioso mix di culture, intrigante isola dal clima perfetto… credo che ci farò un pensierino per il prossimo Natale. Sempre se Si potrà tornare a viaggiare in sicurezza.

Reply

Tieni presente che c’è sempre molto vento. A molti non piace.

Reply

Sono un po’ restia a vedere queste isole, forse perchè ho paura che ci sia troppo vento e poca vegetazione.Poi mio marito non sa nuotarem che mi dici del mare? Può essere pericoloso per lui?

Reply

E’ esatto: pochissima vegetazione, paesaggio asprissimo e caldo, molto vento. Il mare è sempre agitato (non va bene per i bagnanti poco esperti) e adatto soprattutto a chi fa sport con il vento. Il prezzo è conveniente e la cosa migliore è organizzare il giro delle isole in barca.

Reply

Non so molto di quest’isola ma quello che scrivi mi incuriosisce e ora vorrei approfondire la conoscenza. Mi ispira anche il fatto del clima, visto che probabilmente non avrò un giorno di ferie fino a dicembre. Allora sarà un piacere andare a prendere un po’ di sole e di caldo su una spiaggia!

Reply

A dicembre trovi caldo, ma è un’isola aspra e adatta soprattutto a chi ama il vento. Il sole però è piacevole e i costi sono contenuti.

Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: