MARCHE: LA VALLE DEL METAURO

Siamo nelle Marche e torniamo indietro nel tempo, a cavallo tra Medioevo e Rinascimento, quando le alture del pesarese dall’Appennino all’Adriatico vennero presidiate con castelli e fortezze, per volere della turbolenta famiglia dei Malatesta. Poi, nel Rinascimento, questi severi manieri di pietra si trasformarono in città “in forma di palazzo” che inglobarono campagna, orti e boschi nel tessuto dell’abitato.

marche

Così vennero riprogettate piazze, vie, chiese, palazzi secondo le concezioni che gli uomini della “nuova cultura” e modelli di artisti come Piero della Francesca. Ancora oggi possiamo incontrare oggi questa felice sintesi nei borghi che fanno parte della Valle del Metauro. All’interno di queste valli intorno al fiume si può scegliere diversi percorsi con diverse tappe, quante sono i comuni compresi nel territorio.

marche1

I circuiti trekking uniscono svariate passioni, da chi cerca scenari naturali incontaminati, a chi preferisce non guardare l’orizzonte ma verso il basso tra gli alberi dove crescono i funghi, a chi ama le salite su colline erose dal tempo. Per ogni località ci sono grandi aspettative, da Barchi a San Giorgio di Pesaro, ognuna una diversa peculiarità, fatta di artigianato, di eventi particolari o ristoranti tipici e agriturismi in antiche case di campagna.

marche2

L’autunno è la stagione ideale per trekking guidati, passeggiate in bicicletta e a cavallo nella campagna intorno a Montemaggiore. Oppure per escursioni nei boschi lungo il fiume Metauro, in cerca di funghi e tartufi. Invece, per gli sportivi, da non perdere la discesa in canoa alle Marmitte dei Giganti, una frattura nella roccia dove le acque del fiume hanno scavato vasconi, terrazze pensili e canyon che s’incuneano nelle montagne.

marche3

Facciamo il prossimo weekend?

 

 

Share



Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: