I matrimoni reali inglesi: che tormentone!

Viva gli sposi!

Mancano pochissimi giorni al matrimonio dell’anno: Meghan Markle ed il Principe Harry si sposeranno il 19 maggio, nella St George’s Chapel del Castello di Windsor. Preparativi, grandi spostamenti, agitazione e grandi articoli su tutti i giornali. Una gran bella coppia, ispirata dai più alti sentimenti e propositi, ma spesso non si considera la macchina del royal wedding che lavora alle loro spalle, dettando regole e procedure. Dietro i matrimoni reali inglesi ci sono infinite tradizioni e vere e proprie normative da rispettare senza deroghe.

Evviva! Si sposeranno!

Le coppie reali devono annunciare pubblicamente il loro matrimonio. Mai potranno preferire una cerimonia silenziosa o intima. Se sei inglese e appartieni alla Royal Family devi annunciarlo alla stampa con grande anticipo, almeno sei mesi, per permettere ai sudditi di prepararsi all’evento, far guadagnare chi si occupa del merchandising e, soprattutto, permettere agli invitati di inserire in agenda l’ora e il giorno del grande evento, con il countdown per la corsa all’abito più elegante.  In passato si organizzavano imponenti conferenze stampa, oggi si predilige l’utilizzo delle pagine social dei Windsor, facili, veloci e seguitissime. L’intervista con i giornalisti avviene in seguito, quando i futuri sposi reali fa la prima apparizione davanti alla stampa in qualità di coppia promessa.

Hai ricevuto l’invito?

Ogni singolo invito deve essere approvato dalla Regina. Ci pensa lei a decidere chi può o non può sedere sulle panche della chiesa. In realtà ci penserà l’ufficio preposto, ma il rientrare nella lista invitati ai matrimoni reali inglesi è un privilegio da guadagnare con fatica. La tradizione impone che gli sposi scrivano a mano il nome degli ospiti sull’invito. Ma non ne ho mai ricevuto uno per poter confermare la veridicità di questa usanza.

Addio al celibato/nubilato: che si fa?

Non si tratta di una festicciola per gli sposi reali, ma di un vero e proprio weekend di libertà con amici e amiche in qualche posto elegante e soprattutto top secret. Divertimento segreto e lussuoso ma obbligatorio per entrambi gli sposi.

Abito e accessori della sposa: la corsa degli stilisti

La sposa non può lasciarsi andare alla fantasia o provare a distinguersi: l’abito deve essere tassativamente bianco. Non panna, non rosa antico, solo ed esclusivamente bianco. Megan Markle sarà forse l’eccezione, in quanto già stata sposata e di carattere ribelle. Gli stilisti combattono a colpi di stile e di colore ma il suo abito dovrà essere approvato dalla Regina. Tiare e diademi sono vietati alle donne non sposate: solo nel giorno del matrimonio la tradizione inglese prevede la possibilità dell’utilizzo di uno dei gioielli della corona. La regina Elisabetta, ad esempio, regalò a Diana il giorno delle nozze una tiara di diamanti per sostenere il lungo velo. Gioielli per gioielli ricordiamo che le fedi devono contenere oro gallese, puro, rarissimo e costosissimo oro inglese.

Il Bouquet reale

Finalmente la libertà di eludere ogni tipo di tradizione e grande e libera scelta tra i fiori preferiti per confezionare il bouquet reale. Tra i fiori preferiti viene però imposto un rametto di mirto, raccolto tra le coltivazioni dell’isola di White, simbolo di amore eterno. Peccato che nessuna damigella single possa poi portarsi a casa il sospirato mazzolino recuperato dopo un lancio regale. Il bouquet viene lasciato in dono sulla tomba del “soldato ignoto”, un modo per ringraziare i soldati che hanno protetto durante le guerre l’Inghilterra.

Dress code ospiti

Gli invitati dovranno presentarsi con abiti da giorno o in uniforme militare, se ne hanno la possibilità. Per abito da giorno si intende un abito a tre pezzi, con giacca a marsina, pantaloni a righine e gilet doppiopetto.  Per le donne è richiesto un abito da cocktail, non lungo poiché la cerimonia si svolge sempre di mattina, ma nemmeno troppo corto: le ginocchia devono essere coperte. Le uniche che possono permettersi l’abito lungo sono le damigelle. Nei matrimoni reali inglesi non devono mancare i cappellini. A larga tesa o fashinator, colori, forme e fantasie incredibili. Vanno indossati per tutta la cerimonia di nozze, dalla mattina alla sera. Se si è invitati alla cena bisogna invece toglierlo.

Dove mi siedo?

Una volta entrati in chiesa, tutta la famiglia reale siede a destra. Qualora il consorte sia nobile, le posizioni si invertono: famiglia reale a sinistra e i nobili a destra. Occhio a non sbagliare!

Quanto dura un matrimonio reale?

Se sei invitato ad un royal wedding, non prendere impegni per tutta la giornata: i matrimoni reali inglesi possono durare fino a dodici ore. Sarà forse colpa dei lunghi discorsi fatti dagli amici dello sposo (concessi solo agli uomini, mentre le donne ascoltano…), o al numero incredibile di portate di cibo.

Che si mangia?

L’argomento cibo durante il matrimonio inglese supera in quantità le nostre migliori tradizioni del sud. Si comincia con la colazione del mattino della famiglia reale, unita per iniziare una giornata così importante. Non si tratta di cappuccio e broches, ma di un vero pranzo, porridge compreso. Le cerimonie inglesi si svolgono al mattino e così sarà anche nel caso di Meghan e Harry. Dopo la cerimonia ci sarà il pranzo di nozze, con tutti gli invitati. Non ci si alzerà da tavola se non nel tardo pomeriggio e in seguito, tutta la famiglia reale e pochi intimi si riuniscono nuovamente con gli sposi per cena, organizzata, in questo caso, dal padre dello sposo, il Principe Carlo. Una quantità di portate incredibile per tutta la giornata, una lunga lotta per non esplodere nei vestiti.

Finalmente la torta!

Solitamente ci si attiene alla tradizione che vuole una torta alla frutta a più piani. O magari due con gusti differenti. Per questo matrimonio reale la torta sarà di quattro piani e si vocifera che sarà una miscela di fiori di sambuco e limone coperta di crema al burro adornata di fiori freschi. Oltre alle torte di matrimonio gli inglesi amano servire frittelle. Dopo una decina di portate mancano proprio dei dolci fritti…

Sorridere please!

Le foto ufficiali devono essere tante e con il maggior numero di componenti della famiglia reale. A questo scopo vengono invitati sia parenti anziani che quelli appena nati a posare tutti insieme nella foto ricordo, con lo scopo di trasmettere ai sudditi la tranquillità per un sicuro proseguimento della stirpe e per far apprezzare la longevità della famiglia. Dopo il matrimonio gli sposi dovranno affacciarsi e farsi fotografare alla finestra di Buckingham Palace: la foto con il saluto al popolo sarà su tutti i giornali inglesi per settimane.

Quale sarà il titolo del consorte?

Solitamente per le tradizioni dei matrimoni inglesi il consorte di un reale acquista il titolodel marito (o moglie). Ad esempio Kate Middleton, dopo il matrimonio con William è diventata duchessa di Cambdrige, contessa di Strathearn e baronessa di Carrickfergus. Meghan Markle acquisterà i titoli nobiliari di Harry. Quali sono? Non sono ancora noti, ma potrebbero diventare i futuri duca e duchessa di qualche ducato vacante come quelli di Clarence, Connaught, Albany, Cumberland & Teviotdale o del Sussex.

Il giorno dopo

Le rigide tradizioni dei matrimoni inglesi prevedono anche trafile burocratiche regali: la regina approva l’unione tramite una firma su un documento che viene consegnato agli sposi il giorno dopo il matrimonio. Ciò determina l’entrata ufficiale del consorte nella famiglia reale. Si tratta di un documento ufficiale, scritto a mano e di grande valore storico.

E chi paga tutto?

Ma la famiglia reale. Dal primo all’ultimo penny!

Share

Comments

comments




Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: