Passeggiare per Seoul

Finalmente a Seoul

Seoul è la capitale della Corea del Sud, una metropoli di grandi contrasti tra passato e futuro, ricostruita in buona parte dopo la devastazione della guerra di Corea, influenzata nelle sue abitudini e nel suo stile di vita da due vicini scomodi e invadenti, quali Cina e Giappone, che da secoli non nascondono le loro mire espansionistiche sulla penisola. Arrivarci non è comodo: i voli sono pochi e sono molto costosi. La speranza di uno stop over è remota. Bastano però 24 ore per rendersi conto di quanto i contrasti siano armonici, di quanto lo spirito parco e morigerato dell’oriente può trasformarsi in ossessione per il progresso.

Mille contrasti

I contrasti delle due grandi nazioni vicine ti appaiono evidenti, ti basta passeggiare per Seoul, dove palazzi ultramoderni svettano accanto a case tradizionali costruite con mattoni di fango e vecchie di 50-60anni. Oppure basta entrare in uno dei molti templi (alcuni risalgono al Trecento) che emergono a sorpresa all’ombra dei grattacieli. O ancora basta osservare scene di vita quotidiana ai baracchini che vendono tè speziato con dolcetti a passanti e businessman frettolosi ed elegantissimi.

Grattacieli tra le risaie

Seoul ha i profili di una città avveniristica, anche se è circondata da una campagna rigogliosa punteggiata di risaie. La sua vastità che la accomuna alle grandi metropoli asiatiche e americane. Seoul è divisa in due dal fiume Han, che la attraversa con il suo nastro lucido. A sud moderna a nord piena di tradizione.

Il sud di Seoul…

Passeggiare per Seoul nella parte a sud del fiume può però diventare una esperienza entusiasmante. Tra i grattacieli del quartiere economico, il famoso Gangnam, spuntano angoli di culto e templi inaspettati, come il Bongeunsa, assolutamente da vedere. L’arrogante modernità si contrappone alla ridondante tradizione.

e poi a nord

Ma per apprezzare i mille volti di Seoul bisogna passeggiare nella parte nord, nel quartiere di Insadong, nel cuore della metropoli, con i suoi numerosi negozi di antiquariato e le botteghe, dove è possibile osservare gli artigiani mentre realizzano pennelli di ogni forma e grandezza usati nella scrittura o le tavolette in legno coperte dai caratteristici ideogrammi. Per una breve sosta, ci si può sedere in una delle molte tea house, l’equivalente coreano del nostro caffè, per sorseggiare un tè allo zenzero o una tazza di ginseng, l’infuso più popolare in Corea per le sue proprietà toniche sul sistema nervoso. Passeggiare a Seul è farlo al Palazzo Imperiale, una città nella città, con parchi, giardini e numerosi edifici, tra i quali il National Museum, che merita una visita per la ricchezza degli oggetti esposti legati alla storia del paese: costumi di ogni epoca, gioielli, armi e tantissimi carri, da quelli sontuosi da parata a quelli semplici dei contadini.

E via, per mercati e mercatini

I mercati sono altri motivi per passeggiare per Seoul. I più belli della città sono quelli di Itawan e Namdaemun, con bancarelle multicolori che offrono ogni possibile prodotto, dalle radici di ginseng ai telefoni cellulari, dalle alghe commestibili ai più moderni gadget elettronici. Sono affollati all’inverosimile, invasi dai profumi di zenzero e dolci, dal gusto inconfondibile esotico della cannella, dall’aroma troppo intenso del pesce essiccato. I mercati di Seoul regalano un colpo d’occhio eccezionale sullo stile di vita dei coreani, come l’abitudine di consumare a qualsiasi ora del giorno e della notte, rapidi spuntini, piuttosto che pranzi completi, alle bancarelle degli ambulanti, veri e propri ristoranti all’aperto.

E poi si sale

E per una veduta d’insieme bisogna fare un’ultima passeggiata, fino al monte Mamsan, sulla Seoul Tower. La città si mostra in tutta la sua immensità e superbia. Con distacco puoi contare le punte degli infiniti grattacieli, scattare fotografie mozzafiato e stupirti di tanta genialità asiatica. Ma per goderti la vita di Seoul non puoi far altro che scendere e ricominciare a passeggiare.

 

Share



Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: