Le più belle spiagge della Spagna (secondo me)

La Spagna è dietro l’angolo, allegra, festosa e accogliente. E’ una meta gettonata soprattutto dai giovani per le vacanze divertenti ed economiche che sa offrire: in realtà la Spagna ha enormi potenzialità per accontentare chiunque e portarsi a casa il trofeo dello stato più eclettico e versatile d’Europa. Non solo ha città piene di storia con antiche tradizioni e musica coinvolgente ma ha paesaggi naturali incredibili ed è circondata dal mare. Le spiagge della Spagna sono diverse e diversamente belle. Sassi o sabbia, mare agitato o calmo, location snob ed eleganti o semplici e selvagge. E’ proprio sulle sue coste che troverai delle chicche incredibili. Le spiagge della Spagna ti sorprenderanno.

Playa de Rodas

Partiamo dall’alto, dalla Galizia. Se passi da Vigo puoi prendere il traghetto che ti porta fino alle Illas Cies, con una traversata tranquilla di circa 45 minuti. Sono tre isole, riserve naturali e solitamente non troppo frequentate perché il numero di visitatori è limitato. Playa de Rodas è incredibilmente bianca e il mare è incredibilmente trasparente. Il colpo d’occhio è quello di una spiaggia caraibica se non fosse per la temperatura del mare, davvero freddino.

Playa de las Catedrales

Rimaniamo in Galizia, e saliamo più a nord, a Ribadeo. Qui troviamo una delle spiagge della Spagna più incredibili. Si tratta di una miracolosa apparizione: quando la marea si abbassa appaiono numerose formazioni rocciose, grotte e anfratti naturali di incredibile bellezza. Per scendere in spiaggia è necessario prenotarsi su un sito internet, ma se non fai in tempo, anche dall’alto lo spettacolo è impressionante. Ricordati però di controllare gli orari delle maree. La magia di questo luogo è che poi tutto scompare e ritorna sotto il mare.

La Concha

Questa spiaggia si trova a San Sebastian, una bella città della zona autonoma dei Paesi Baschi. La spiaggia si srotola attorno a una grande baia semicircolare sulla quale si affaccia la città, comoda e attrezzata per ogni divertimento e necessità. La sabbia è dorata, fine e il mare è chiaro e trasparente. La struttura della baia e i colori di sabbia e mare sono un insieme portentoso.

Playa de Bolonia

Spostiamoci in Andalusia, e andiamo a Tarifa, una piccola città vicino a Cadice dove si trova una bellissima spiaggia: Playa de Bolonia. La caratteristica principale è il forte vento che sposta i granelli di sabbia per costruire grandi dune sulle quali si può camminare e cambiare prospettiva. La spiaggia è molto bella e si riescono anche a trovare degli angoli riparati dal vento. Una volta stanchi della vita da spiaggia si può optare per una passeggiata con finale a sorpresa: antiche e spettacolari rovine romane.

Playa de Zahara de los Atunes

Restiamo in Andalusia per esplorare un’area protetta, sempre vicino a Cadice. La spiaggia è un incanto, lunghissima e bianca, quasi caraibica, se non fosse per il vento e per il mare fresco. La cosa da fare in questo tratto di mare è attendere la sera: sangria e tramonti hanno lo stesso colore caldo e lo stesso sapore di vacanza.

Playa de los Muertos

Nella stessa regione, vicino ad Almeria troviamo una spiaggia dal nome inquietante, dovuto al numero di naufraghi portati qui dalla corrente. In realtà è tutt’altro che morta: è bellissima, con colori forti e all’interno dell’area protetta di Cabo de Gata. Il cammino per arrivarci non è tra i più comodi, ma ne vale la pena. La spiaggia di sassolini è racchiusa tra due rocce scure, che, in acqua, fanno da riparo a centinaia di pesciolini. Lo snorkeling e le nuotate sono fantastiche.

Playa de Ses Illetes

Le Isole Baleari fanno parte del corredo turistico spagnolo. A Formentera troverai una spiaggia meravigliosa la Playa de Ses Illetes, forse tra le più belle spiagge della Spagna. Si tratta di una lunga distesa di sabbia bianca, con incantevoli calette lambite dal mare tiepido e cristallino. La spiaggia è a pagamento (pochi euro) ma vale la pena spenderli. E’ servita da bar e lettini, quindi anche i più viziati saranno comodamente accontentati.

Playa de Las Canteras

Anche le Canarie vogliono la loro parte, tra le più belle spiagge della Spagna. Per vederne una meravigliosa bisogna andare a Las Palmas de Gran Canaria. La Playa de Las Canteras è una delle più famose e quindi è sempre molto affollata, ma è così grande che ognuno trova il suo spazio. Il mare è limpido e lo snorkeling è sempre soddisfacente, soprattutto perché l’acqua è trasparente perché non è troppo profonda. Sulla lunga passeggiata alla fine della spiaggia, sono schierati numerosi ristoranti con griglie fumanti e cascate di sangria, per chiudere ogni giornata con allegria. Unico difetto/pregio: vento, vento, vento.

El Cotillo

Rimaniamo alle Canarie e ci spostiamo a Fuerteventura, dove ci adeguiamo alle maree per scoprire o nascondere i segreti del mare nella spiaggia de El Cotillo. Quando il mare si ritira si formano delle incantevoli piscine naturali e splendide lagune per lo snorkeling e per rimanere sdraiati in dieci centimetri di acqua trasparente in una conca di pietra lavica. Ricordati di considerare sempre la marea per visitare questa meravigliosa spiaggia della Spagna, i cui colori ricordano i deserti africani.

Playa de Sotavento

Sempre a Fuerteventura troviamo la spiaggia per gli amanti del vento e tutte le attività correlate: kitesurf, aquiloni ecc. E’ senz’altro spettacolare per le sue dimensioni: è enorme e contiene una grande varietà di addict, dagli sportivi ai nudisti, dai nostalgici figli dei fiori alle coppie attempate. Ciò che unisce tutti è il beneficio del vento per le attività sportive o per non sentire il calore del sole mentre ci si abbronza. Il mare non è fermo, anzi. Le onde sono grandi e spettacolari, tanto da non renderla così adatta ai bambini.

Playa de Cofete

Di nuovo a Fuerteventura troviamo Playa de Cofete. Non è una spiaggia da vivere ma da vedere. Arrivarci è un corso di sopravvivenza su una lunga e stretta sterrata. Ma il colpo d’occhio è incredibile: una spiaggia selvaggia, con forti colori contrastanti, onde altissime dell’oceano arrabbiato per il vento così forte che ti sposta. Non si può fare il bagno perché le correnti sono troppo forti ma si può guardare e rimanere senza fiato, come dopo una nuotata in mare aperto. Bella e potente.

Playa del Papagayo

Siamo a Lanzarote e Playa del Papagayo è la spiaggia più bella dell’isola. L’entrata è a pagamento, trattandosi di un’area protetta: la sabbia è morbida e il mare è calmo e trasparente. E’ protetta infatti da una grande roccia che impedisce al vento di disturbare i bagnanti e non innervosisce il mare che accarezza la riva con tranquillità. Meno tranquillo è il tragitto che prevede faticose sterrate ma molto panoramiche. Una delizia.

Playa de Muro

Saltelliamo a Maiorca per trovare una delle più incredibili spiagge della Spagna: Playa de Muro. E’ una spiaggia comoda e attrezzata, con soffice sabbia e acqua limpida. Il mare degrada dolcemente ed è adatta ai bambini. Il vento è la caratteristica di ogni isola, ma qui non è poi così fastidioso. Nei periodi estivi è molto affollata sia di bagnanti che di meduse, ma si impara presto a riconoscerle ed evitarle. L’acqua è così invitante da affrontare questo pericolo con coraggio e determinazione.

Dove andare?

Imbarazzo della scelta. Il mio consiglio è di partire, girare, vedere e provare. Una classifica delle tue preferite è ben accolto e aspetto di sapere quali sono quelle che ti hanno colpito di più per un semplice motivo: andare a vederle se me le sono perse!

Share



Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: