Street food in Vietnam – delizie e colori

I colori dello street food

si mangia prima con gli occhi

 

Lo street food in Vietnam ti tenta e ti perseguita. Che fare? Dallo street food capisci la storia di un popolo, puoi trovare nelle ricette tradizionali le contaminazioni dovute a guerre e occupazioni e sentirne, con un senso in più, la vera identità. Lo street food fa parte della cultura, delle abitudini di un paese ed è bene assaggiarlo o anche solo farci caso. Fatti coraggio: il senso di libertà e di avventura che si prova avvicinandosi ad un banchetto fumante di cibo insolito non ha paragoni. La scelta di forme e colori tra profumi sconosciuti ti riempie di aspettative nuove che l’assaggio ripaga con allegria. Guarda e scegli: si inizia dagli occhi.

street2

Lo street food del Vietnam

ovunque e a qualunque ora

In Vietnam il cibo si consuma ovunque: nei mercati, lungo la strada, al ristorante, dietro ogni angolo. Ed è un cibo leggero, composto di solito di riso in bianco, com, a cui aggiungere pesce, le verdure o bocconcini di manzo e pollo, cucinati arrosto o stufati. Gli irriducibili amanti degli spaghetti, possono consolarsi con i noodle, gli spaghettini di riso bianco o di grano, che però in Vietnam di solito non si mangiano asciutti, ma con il brodo.

street

Spezie e verdure

fermati e assaggia il Pho

Lungo la strada i cartelli con la scritta pho indicano che si può fare una sosta e gustare, anche a colazione, uno dei piatti vietnamiti più comuni. E’ un brodo aromatizzato con zenzero e coriandolo, pepe (tanto…) e anice, viene servito bollente con noodle, qualche pezzetto di carne e di verdura. Un’altra specialità sono i cha gio, una specie di involtino primavera ripieno di carne tritata o gamberi. Si gustano intingendoli nel nuoc mam, una salsa di pesce fermentato che è un po’ l’equivalente della salsa di soia giapponese.

Street food anche al mare

o sul Delta del Mekong

Chi va al mare (o sul Delta del Mekong) non si deve perdere i granchi. Il pesce è servito grigliato o in brodo, e sono molto buoni e saporiti anche gli involtini. I gamberi e i calamari sono freschissimi e vale la pena assaggiarli. Non ho assaggiato, purtroppo o fortunatamente, i gamberi di fiume, neri e minacciosi, pescati nelle acque limacciose del Mekong.

img066

E dopo una bella cena…

cafferino?

Il si serve dappertutto, ma non bisogna scordare che il Vietnam è un grande produttore di caffè. Macinato finissimo, viene servito in una tazzina d’alluminio con un filtro per la polvere su cui viene versata l’acqua bollente e quindi chiusa con il coperchio. Come per tutte le cose belle, bisogna solo aspettare…

Share



2 Comments

Quando l’anno scorso sono andata in Vietnam, ho mangiato così tanto che per gli ultimi tre giorni non ho più voluto vedere cibo E di tutti i momenti possibili, quando sono stata male? Tornando a casa, galeotto fu il pho in aeroporto! Per tornare a casa con stile

Reply

Mai stata male! Eppure mi sono ciucciata persino i gamberi di fiume pescati nel Mekong! Chissà che anticorpi avrò!

Reply

Aspetto la tua opinione!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: