Tra i vapori dell’hammam marocchino

Paese che fai, hammam che trovi…

Se vai in Marocco non puoi non provare l’esperienza di qualche ora tra i vapori di un hammam. Purificare il corpo, purificare l’anima. Coccolarsi con il vapore, concedersi un benefico massaggio esfoliante, seguito da un impacco di argilla o henné. L’ hammam, cioè il bagno turco, permette ai musulmani, che non sempre posseggono il bagno in casa, di osservare una scrupolosa igiene personale e al contempo di eseguire le abluzioni rituali dettate dal Corano.

Si suda e si stringono accordi e alleanze

L’hammam riveste anche un importante ruolo sociale: fra i vapori del bagno turco ci si incontra, si chiacchiera, si stringono patti commerciali e alleanze matrimoniali. Le madri, ad esempio, nell’hammam hanno la possibilità di osservare o scegliere con attenzione le future nuore, abitualemente coperte dal velo e valutarne la salute e la bellezza.

Vapore a più turni

Di solito negli hammam pubblici, gli uomini fanno il bagno al mattino e alla sera e le donne di pomeriggio, mentre nei grandi alberghi le regole possono variare: si può anche affittare l’intero bagno turco per fare l‘hammam di coppia.

marocco3

Una calda procedura

Generalmente si comincia con dieci minuti di “sudata” in un ambiente riscaldato a circa 45-50 gradi centigradi e con un altissimo tasso di umidità. Poi una terapista (per le donne) o un massaggiatore (per gli uomini) cominciano a strofinare il corpo con il “savon noir”, un detergente ricavato da grasso di pesce che serve a pulire profondamente e a idratare la pelle, i cui pori sono stati dilatati dal vapore caldo.

 

Una coccola profumata

Il rito prosegue con il massaggio energico con il guanto di crine che produce un salutare peeling delle cellule morte che soffocano l’epidermide. Infine, il corpo è interamente cosparso da una maschera di henné o di ghassoui, un’argilla a volte miscelata con acqua di rose o di rosmarino, dall’effetto decongestionante. L’ henné si può stendere anche sui capelli, per rinforzarli.

 

Siamo pronti per ripartire!

Dopo questo rituale di benessere che dura almeno un’ora, ci si sente rilassati e leggeri, pronti per affrontare una giornata sull’Alto Atlante o una notte nel deserto. Anche l’hammam è Marocco!

 

Share



Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: