Come affrontare i lunghi viaggi, secondo la mia famiglia

I viaggiatori adorano le partenze, adorano le code al check in, la faticosa impresa del carico delle valigie in auto e la sfida all’impenetrabilità dei corpi nella preparazione dei bagagli. Chiudere la porta di casa è l’inizio dell’avventura, è già partire. Non importa se il viaggio durerà poche ore o giorni. Siamo in viaggio. Come affrontare i lunghi viaggi? Come attrezzarsi per trascorrere lunghe ore di volo o di auto senza annoiarsi? Ci sono rituali e abitudini personali e ricorrenti e ci sono oggetti che servono ad affrontare i lunghi viaggi con più tranquillità e comodità.

Abbigliamento comodo

Partire comodi è fondamentale. Guardo inorridita tacchi e jeans indossati da viaggiatrici fashion in lunghi voli intercontinentali. Le cuciture dei jeans diventano strumenti di tortura dopo qualche ora di seduta forzata e i tacchi sono incredibilmente scomodi sulle scalette dell’aereo. Quindi, per affrontare i lunghi viaggi, l’abbigliamento va studiato per non creare impicci o impedimenti, perché sia caldo o fresco secondo il livello di stratificazione. Certo anche la stratificazione è importante: dal caldo dei tropici al freddo degli aeroporti. Magari non sarà così cool, magari non dona alle forme, ma accidenti quanto è comodo!

Un grande foulard o una sciarpa

Non può mancare una sciarpa nel mio bagaglio a mano. Serve per ogni cosa: se hai freddo, se ti serve da cuscino se vuoi un confort maggiore appoggiato al sedile dell’aereo. Una sciarpa larga e comoda risolve numerosi problemi in volo o in marcia.

Telefono e ipad carichi di serie TV

Mi è successo durante un lungo volo che il monitor del mio posto aereo fosse guasto. Mi sono dovuta accontentare di spezzoni di film guardati di sfuggita dai vicini di volo, senza audio. Così prima di partire scarico su telefono e Ipad quantità adeguate di serie TV, film, documentari sulla destinazione che sto raggiungendo. Mi è bastato un volo per diventare un’accanita fan de “Il Trono di Spade” e di farmene una scorpacciata di quasi 8 ore.

Cuscino da viaggio

A casa mia ognuno ha il suo cuscino. Mio marito non lo usa, mia figlia preferisce quelli a ferro di cavallo, da incastrare “fra capo e collo”. Io preferisco quelli rettangolari, come quelli solitamente forniti dalle compagnie aeree, ma più alto e mio personale. Durante le lunghe ore di volo è un buon amico, mi aiuta a dormire, a stare più comoda mentre guardo un film o ad appoggiare il tablet mentre scorre la mia serie preferita. Il mio cuscino mi aiuta da anni ad affrontare i lunghi viaggi noiosi con la sua morbidezza e versatilità.

Spray per il viso Evian

La pressurizzazione dell’aereo mi asciuga la pelle, soprattutto quella del viso. Ho iniziato anni fa ad utilizzare l’acqua spray per il viso Evian, nel formato per l’aereo. Rinfrescare il viso ogni tanto da una sensazione di benessere: una coccola può farti sentire meglio quando sei costretto a stare seduto per ore in pochi metri quadri. La piccola bomboletta è diventata quindi una mia fedele compagna di ogni viaggio entrando a far parte dei must have delle mie partenze.

Melatonina e un buon antidolorifico

Non parto mai senza entrambi in borsa. Mi è capitato di avere grandi mal di testa in viaggio senza la possibilità di porvi rimedio. Le hostess non distribuiscono antidolorifici come nelle pubblicità e ti ritrovi a dover sopportare senza poterti godere il primo giorno delle tue vacanze. La melatonina ti salva in caso di jet lag: non c’è nulla di peggio di voler dormire e non riuscirci.  E’ consigliabile arrivare a destinazione sorridenti e riposati, per quanto possibile.

Un buon libro, una tastiera e un quaderno

Un buon libro può farti compagnia e di solito ne scarico qualcuno sul tablet.  Il tablet riduce lo spazio e risparmia alberi, anche se preferisco leggere in modo tradizionale. Dopo aver letto o sognato può venire voglia di scrivere qualcosa, magari un nuovo articolo per il blog. Ed ecco che spunta la mia tastierina per il tablet, pratica e leggera, che mi aiuta a memorizzare su un file ciò che la mia mente immagina a 20 mila piedi di altezza. Se invece sono solo sporadici pensieri o idee, mi basta un quaderno, per prendere appunti. Sono tre strumenti immancabili per affrontare i lunghi viaggi.

Un buon bagaglio

I bagagli devono essere facili da trasportare e non devono causare problemi. I grossi borsoni sono comodi per i viaggi in macchina, mentre per l’aereo sono preferibili quelli su ruote. Se il bagaglio è di ottima marca, metà del lavoro lo fa da solo, con l’”autotrasporto” facilitato da manovrabilità e leggerezza. Per questo investire in un ottimo bagaglio è fondamentale per affrontare i lunghi viaggi.

Buon viaggio

Siamo pronti per la partenza. Attrezzati e preparati usciamo di casa con il cuore in gola. Una nuova avventura, un nuovo viaggio. Non esiste attimo più bello. L’inizio del viaggio: la partenza.

Share



2 Comments

Lo spray rinfrescante non l’ho mai usato, io mi limito a sciacquarmi il viso alla toilette, ma così è molto più chic 🙂

Reply

E’ vero, è chic, ma l’acqua Evian ha proprietà fantastiche contro l’aria secca. Ti senti meglio. Prova!

Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: