Cosa vedere in Provenza

La colorata e tranquilla Provenza

La Provenza è una regione francese davvero romantica e interessante, con piccoli villaggi e città caotiche, vigneti e tanto verde: la dolcezza del clima poi attira sulle sue coste turisti da tutto il mondo in qualsiasi momento dell’anno. L’entroterra ha i colori pastello delle tele di Cézanne o Van Gogh e il profumo della lavanda. Le stradine dei paesi sono labirinti senza fine, pieni di finestre con tende in pizzo provenzale, persiane azzurre e fiori rampicanti. Cosa vedere in Provenza? Quali paesi sono da visitare assolutamente?

Cassis

Se ti trovi in zona non puoi perderti una passeggiata a Cassis. E’ una delle perle francesi da vedere in Provenza. Si tratta di un porticciolo sul mare con case basse color pastello e viuzze che si snodano all’interno e verso l’acqua azzurra di alcune calette. Se passate il mercoledì o il venerdì potrete passeggiare nel colorato mercato, pieno di frutta, verdura, artigianato con tovaglie e tende provenzali. Per gli amanti del vino la zona è ricca di possibilità di degustazioni nelle varie aziende vinicole dei dintorni. Una cosa da vedere in Provenza sono i Calanques, piccole calette di roccia bianca che abbracciano il mare azzurrissimo. Sono raggiungibili a piedi tramite alcuni sentieri, alcuni davvero impervi, oppure tramite comodissime escursioni in barca da Marsiglia o Cassis.

Gordes

Dopo una lunga strada tortuosa e arricciata da tornanti si arriva sulla cima di una collina dove si trova un villaggio storico e pittoresco assolutamente da vedere in Provenza. Si distingue per l’architettura: Gordes è diverso da tutti gli altri paesi, forse perché è scavato nella roccia, forse perché sembra di un periodo più antico e la sua struttura appare più austera. La piazza centrale ha una grande fontana e da lì si snodano viuzze impervie che ricamano la mappa del paese, tutte da scoprire con angoli e giardini incantevoli. A pochi chilometri si trova la solitaria Abbazia di Sénanque, circondata da un viola intenso di campi di lavanda a perdita d’occhio.

Avignone

Avignone è una piccola grande città, con una periferia un po’ trascurata, ma un centro storico molto caratteristico. Il fatto di essere sul Rodano aiuta ad aumentarne il fascino: il luccichio dell’acqua si riflette sulle mura che la circondano e la rendono magica. Ad Avignone c’è da vedere la Provenza storica, fatta di antiche testimonianze come la Cattedrale o il Palazzo dei Papi e il suo museo. Per passeggiare si percorre la Rue Banasterie, con il naso all’insù per non perdere nessun particolare da vedere in Provenza. Guardando in basso si percorre il ponte sul Rodano, sospesi sulla parte risparmiata dalle piene e dalle calamità che lo hanno parzialmente distrutto.

Saint Rémy de Provence

E’ la città del cioccolato e di Van Gogh (non so quale preferisco…). C’è un bellissimo percorso da fare, sulle orme della vita del pittore, segnalato dall’Ufficio del Turismo. Si ripercorrono a piedi i luoghi frequentati da Van Gogh durante il suo ricovero nell’ospedale psichiatrico della città. Saint Rèmy ha inoltre un bellissimo mercato e numerosi edifici storici da visitare, oltre al silenzio della campagna provenzale che lo circonda.

Roussillon

A Roussillon cambiano i colori: diventano forti e per un attimo dimentichi i pastello della Provenza. E’ l’ocra il re dei colori, la terra, il mattone. Sono da vedere in Provenza i giacimenti di ocra, attraverso la Chaussée des Géants, camminata abbastanza faticosa tra gli scavi di queste colorate colline. I colori sono incredibili, spaziano dal giallo al viola tramite intense tonalità di arancione e, ovviamente, ocra. I percorsi sono diversificati: uno leggero di circa mezz’ora e l’altro più lungo per gli appassionati del trekking. Nel centro del paese tutto è colorato di rosso: case, negozi e soprattutto le persone che hanno camminato tra le montagne di ocra, per le scarpe e gli indumenti colpiti dalle folate di vento arancione.

Marsiglia

Bisogna andare a vedere in Provenza la regina, Marsiglia. Marsiglia è una città di porto, multirazziale e piena di tradizioni diverse e contrastanti. Multiculturale come nessuna città francese, racchiude quartieri diversi con colori e ambienti totalmente differenti. Una moltitudine di lingue incomprensibili ti giungono all’orecchio: una babele dei giorni nostri, allegra, caotica e a volte pericolosa. Le vie sono strette, trafficate e profumate di bouillabasse, una squisita zuppa di pesce, tipica della provenza.

Tanta roba

Visitare la Provenza è un’esperienza semplice e riposante, vicina all’Italia, genuina di cibo e di buon vino. Ci sono percorsi green, la possibilità di spiagge e di mare, la voglia di sapere con storie affascinanti e misteriose. Potrebbe essere una vacanza perfetta per chi ne sta progettando una. Perché no?

Share

Comments

comments

2 pensieri riguardo “Cosa vedere in Provenza

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.