Come migliorare le vacanze in poche semplici mosse

Cosa cerchi?

dove vuoi andare?

Siamo tutti viaggiatori. Tutti ci spostiamo per le vacanze, facciamo tragitti più o meno lunghi per arrivare a luoghi nuovi o rinnovare i nostri affetti per angoli e strade. Quello che importa è che siano giorni da ricordare durante le lunghe giornate di lavoro. Partiamo tutti attratti da qualche richiamo, scegliendo una meta o un’altra, tutti pervasi da grandi aspettative. Può però succedere che non tutto sia come lo avevi immaginato, che il luogo dove devi trascorrere le vacanze sia meno bello e meno allettante di come speravi. Non lasciarti demoralizzare, rilassati e comincia a pensare a valide soluzioni immediate per migliorare le vacanze.

Il tuo viaggio

riposo, scoperta o crescita?

Ogni viaggio ha uno scopo preciso alla partenza, con aspettative e grandi entusiasmi. Puoi partire con il grande desiderio di crogiolarti al sole per tutto il periodo, senza muovere un dito o cimentarti in itineranti scoperte tra strade cittadine o sentieri di montagna o, ancora, potrai avvicinarti a culture e tradizioni diverse e speciali. Se conosci già la tua destinazione, i tuoi programmi avranno un andamento più o meno lineare. Qualora tu parta per una destinazione non ancora conosciuta, puoi rimanere deluso per le tue alte aspettative. Ogni viaggatore, prima o poi, si trova davanti a questo grande dilemma: “il posto non è un granché, e adesso cosa faccio?” Provo a darti qualche semplice idea per migliorare le vacanze e portarti a casa bellissimi ricordi.

Fai un corso

prova qualcosa di diverso

Durante l’anno è risulta molto difficile dedicarsi ad attività diverse: gli orari, il lavoro, i bambini… Ma in vacanza tutto è più rilassato e la tua mente è più libera e desiderosa di nuovi stimoli. Con un livello di stress inferiore al normale sei molto più ricettivo e soprattutto creativo. Informati se nella zona in cui ti trovi ci sono corsi che ti possono interessare. Ci sono numerose possibilità anche all’estero che possono occuparti poche ore o intere giornate: danza, yoga, cucina, un nuovo sport. Puoi anche dedicarti ad un corso online, quello che non riuscivi a fare per motivi di tempo e stanchezza. Coglierai l’opportunità di sfruttare il tempo e il luogo per imparare qualcosa di nuovo.

Perdersi

per ritrovarsi

Può succedere che il luogo che hai scelto non rispetti tutti i canoni di qualità e bellezza che di solito cerchi in vacanza. Non crogiolarti nella delusione, non subire il tuo viaggio senza combattere con la sorte. Dedica una giornata all’esplorazione: noleggia un’auto, un motorino e lanciati alla scoperta dell’entroterra o della costa. Ci sono luoghi non segnalati dalle guide che possono offrirti grandi sorprese. Potresti scoprire che poco distante c’è un luogo adatto alle tue esigenze o comunque un punto di partenza per costruire una vacanza diversa e nuova.

Aiuta

e ti sarà di aiuto

Il mondo è pieno di associazioni di volontariato di ogni tipo. Per migliorare le vacanze puoi provare iniziando a migliorare te stesso aiutando gli altri o la natura. Prova ad informarti se nella zona dove ti trovi ci sia la possibilità di essere reclutato per azioni a favore dell’ambiente, del benessere degli animali autoctoni o delle persone meno fortunate. Conoscerai moltissime persone, aiuterai gli altri o l’ambiente e ti porterai a casa una dose abbondante di autostima.

Apriti a nuove amicizie

socializza e parla

A volte non è necessario che il luogo sia bellissimo e interessante: la buona compagnia riempie le lacune e chiude i buchi della noia. Cerca di aprirti a nuove amicizie, ascolta nuove storie e apprezza le differenze. Può succedere di incontrare gente di tutto il mondo, utile a crearsi una rete “familiare” per ogni luogo che visiterai. Ci sono innumerevoli vantaggi nell’incontrare nuove persone: dalle conversazioni allo scambio di idee, dalla maggiore sicurezza quando incontrerai altre persone al semplice scambio culturale. Se poi parlano un’altra lingua avrai l’opportunità di tener allenato il tuo inglese o imparare, a grandi spanne, una nuova lingua.

Scopri le differenze

studia la storia

Le differenze culturali a volte separano e sono difficili da accettare. È possibile che durante un viaggio alcune cose siano difficili da capire perché troppo distanti dal tuo modo di pensare. Alzare un muro non contribuisce a migliorare le vacanze. Può essere impegnativo, ma conoscere le tradizioni, le usanze e la religione del luogo in cui ti trovi ti aiuterà a sentirti più coinvolto. È comunque un dovere del viaggiatore impegnarsi in questo senso quando esce dalla propria zona di comfort. Leggi, chiedi alle persone, prendi una guida che ti illustri le attrazioni migliori raccontandoti le storie più particolari. Per ogni cosa che riuscirai ad imparare, avrai nuove prospettive sia sul tuo paese di origine che sul luogo delle tue vacanze.


Dimentica Facebook

goditi l’attimo

Per qualche giorno dimenticati del cellulare! Puoi utilizzare questo metodo: ogni volta che ti stai annoiando e prendi in mano il telefonino o il tablet per scorrere le foto o le storie delle vacanze altrui sui social, spegnilo e apri un buon libro. Usare il tempo che hai per leggere è un modo per allargare le tue conoscenze mettendoci il minimo impegno. Puoi scegliere l’argomento, spaziare tra classici e nuove uscite, passare a manuali o diari di viaggio. Non hai idea di quanto può essere rilassante e motivante immergerti in un buon racconto quando hai il tempo di farlo senza problemi. E soprattutto non immagini quanto puoi imparare in poche settimane spegnendo il cellulare. Non dico che un buon libro può migliorare le vacanze, ma aiuta molto.

La morale?

come migliorare le vacanze?

Non esiste un luogo triste, non esiste un luogo noioso. Esiste la poca voglia di esplorare e di conoscere: ovunque puoi scoprire e imparare. Non subire la noia ma trasformala in iniziativa, non rassegnarti a una vacanza in un luogo che non ti piace: cerca in giro e troverai un modo e un motivo per goderti e migliorare le vacanze.

Ti è piaciuto? Pinnalo!




46 Comments

Ora riderai, ma io in vacanza non ho spazio per libri o tablet: passo tutto il tempo libero, da quando mi sveglio a prima di coricarmi, a leggere i volantini Ho l’ossessione di collezionarli, appena arrivo in aeroporto/stazione/struttura ricettiva ecc. raccolgo quante più brochure e dépliant posso, e scopro un sacco di cose. Per me che sono una che non ama pianificare troppo sono anche la salvezza, perché così mi aggiorno su informazioni che avrei dovuto studiarmi in anticipo 😀

Reply

Io poi me li porto anche a casa…

Reply

Devo ammettere che raramente sono rimasta delusa dai luoghi visitati. Quando è successo, come hai indicato tu, ho fatto di tutto per trovare luoghi e attività (ma anche piatti) che mi entusiasmassero. A volte basta una cena o un giro in barca per riprendere entusiasmo del viaggio 🙂

Reply

L’importante è non perdersi d’animo!

Reply

parole sante: dimentichiamo i social! Sempre più spesso mi capita di notare che le persone in vacanza sono sempre in un “altrove” virtuale. Mi piace quando sono in un posto nuovo, parlare con le persone e conoscere i loro punti di vista. Mi divertivo tantissimo in Grecia a spettegolare con la proprietaria dello Studio dove alloggiavo, non conoscevo le persone di cui mi raccontava ma ho saputo un sacco di storie succose su eredità e tradimenti!

Reply

Devo riconoscere che mi sono goduta di più la vacanza dove non c’era wifi. In vacanza, anche se per pochi giorni, bisogna “staccare” completamente.

Reply

Grazie per questo bel post 🙂

Reply

Grazie e te per essere passata!

Reply

Non mi è mai capitato di essere stata delusa da un viaggio. Per me vale una semplice regola: iniziare a viaggiare nel momento in cui prenoti 🙂

Reply

Grande fortuna. Io un paio di delusioni le ho avute.

Reply

Aggiungerei che ci si può allenare nella quotidianità a cercare il bello nei luoghi in cui si è. La pandemia ci ha limitato gli spostamenti, ma ci dovrebbe aver insegnato ad osservare come anche la strada di casa cambia con le stagioni e ciascun cambiamento porta bellezza con se.

Reply

Assolutamente! La pandemia ci ha insegnato a fare i turisti sotto casa e tutti abbiamo fatto grandi scoperte. È l’aspetto positivo di tutto questo disastro.

Reply

Ottimi consigli…
Ora più che mai darò ampio spazio al Digital detox e a tante passeggiate!
Importante sarà ripartire, seguendo “i precetti” della sicurezza anti covid

Un abbraccio
Mimì

Reply

La prevenzione e la sicurezza prima di tutto!

Reply

Io uso principalmente il tempo delle vacanze per rilassarmi e correre. Dedicarmi a me visto che tutto l’anno sembro una trottola impazzita!

Reply

Bene, allora non corri rischi!

Reply

Non mi è mai capitato di restare delusa di un posto, ma trovo che questi siano tutti degli ottimi consigli per migliorare e salvare la propria vacanza. Soprattutto quello di entrare in contatto con la gente del posto e farsi raccontare le loro storie, un modo per entrare nel vivo di quel luogo.

Reply

La gente del posto ti fa scoprire anima e segreti. A volte ti risolvono le vacanze.

Reply

Un ottimo articolo che mi dimostra ancora una volta come ognuno di noi viva il viaggio in modo diverso e che basta davvero poco per migliorare la propria esperienza! I social a volte dovremmo proprio scordarceli ma ahimè è una delle note dolenti se si è travel blogger!

Reply

Anche i travel blogger sopravvivono a qualche giorno senza i social! Te lo assicuro!

Reply

Non ci è capitato spesso di essere delusi da un posto, ma quelle pochissime volte che non abbiamo trovato ambiente fertile per noi, abbiamo subito cambiato rotta, perchè questo è proprio il bello di viaggiare on the road. Nel nostro modo di viaggiare facciamo già tutte le cose da te elencate, ma non ho mai pensato al volontariato. Inserirmi in un contesto così delicato, non conoscendone le dinamiche, non credo gioverebbe ne a noi ne a chi dovrebbe ricevere l’aiuto. Ma potrei sbagliarmi… e ricredermi. Quindi devo provarci!

Reply

Ci sono molteplici possibilità per diversi tipi di volontariato. Sono vacanze speciali, soprattutto se fatte da giovani o con i figli. https://www.partyepartenze.it/vacanze-per-lambiente-estate-italiana
Prova a dare un’occhiata!

Reply

Sono tutti consigli molto interessanti; in generale io socializzo molto, sia con altri turisti che con i locali, e soprattutto dedico pochissimo tempo a Facebook o altri social perchè mi piace godermi la vacanza!

Reply

Brava! anche io mi concedo 10 minuti al giorno al massimo, altrimenti perdi le tue vacanze e ti concentri su quelle degli altri!

Reply

Quando il posto scelto per le vacanze si rivela non essere all’altezza delle nostre aspettative il primo passo da fare è… respirare. Profondamente. Chiudere gli occhi, scacciare via ogni pensiero e riaprirli. A questo punto si può elaborare un piano d’azione che trasformi la delusione nella vacanza più bella dell’anno.

Reply

Mai farsi prendere dallo sconforto! C’è qualcosa di bello ovunque.

Reply

Che bell’articolo! Sono tutti consigli ottimi!
Penso che ci sia bisogno, durante un viaggio o una vacanza, di momenti di pace e tranquillità per se stessi e, spesso, non è facile trovarli proprio perché abbiamo sempre il cellulare in mano. Questa tecnologia che non ci lascia mai tranquilli…

Reply

Non solo non ti godi la vacanza, ma ti concentri su altro e smetti di pensare. Pensare è molto importante.

Reply

Sono d’accordissimo su tutto, tranne che sul punto in cui suggerisci di socializzare 😉 Ma questo perché sono “molto orso” e temo sempre di ritrovarmi in quelle situazioni in cui ti ritrovi costretta a trascorrere del tempo con persone che non conosci e che magari non ti piacciono (purtroppo mi è capitato anni fa).
Una volta in vacanza in Croazia ho sperimentato le lezioni di yoga: era la prima volta e mi è piaciuto molto, al punto che al rientro mi sono poi iscritta a un corso.

Reply

Io socializzo con la gente del luogo. Mi raccontano un sacco di storie e mi fanno scoprire cose nuove. Io ho fatto un corso di cucina in Thailandia: bellissimo!

Reply

In quel caso allora sì! Mi riferivo ad altre persone che magari si trovano in vacanza nello stesso hotel o che si incontrano in aereo – in quel caso non ce la faccio proprio

Reply

Sono diventata un po’ una profiler: riconosco subito il rompiscatole o il petulante e non mi avvicino!

Reply

Bello Paola ! mi piace soprattutto quando scrivi : dimenticati del cellulare anch’io la penso allo stesso modo, per qualche attimo scordiamoci il web e i social e e godiamoci i momenti unici di un viaggio

Reply

Purtroppo è diventato un vero e proprio vizio: appena ti annoi un attimo, spunta il cellulare. Un tempo guardavamo l’orizzonte e pensavamo. Adesso blocchiamo il pensiero e le sensazioni. Lo trovo terribile, almeno in vacanza!

Reply

Grazie per i semplici ed ottimi consigli! Mi hai fatto venire una gran voglia di vacanza!! 😉

Reply

Per me è come per il cioccolato: ne ho sempre voglia!

Reply

Mi è successo, talvolta, di rimanere delusa. Io sono una viaggiatrice esigente, non perché cerco sistemazioni di lusso, ma luoghi autentici, possibilmente con pochissime persone. Che siano spiagge, che siano borghi, o piccole città d’arte, cerco la destinazione alternativa. Quindi il consiglio che più apprezzo e che seguo anche io è “Perdersi per irtrovarsi”. Sì, è vero, basta a volte scantonare, allontanarsi un po’ e si scoprono luoghi che ci ispirano.

Reply

Anche io rifuggo i “classici” per cercare gli “inediti”. E spesso sono gran belle scoperte!

Reply

Per fortuna non mi è mai ancora capitato di ritrovarmi in vacanza in un posto che deludesse le mie aspettative, forse perché sono sempre molto selettiva, fin troppo a volte, nella scelta della meta e nell’organizzazione. Però penso tu abbia ragione e che tutti i luoghi abbiano qualcosa che vale la pena di scoprire. Ottimi consigli quindi!

Reply

Anche io non sono mai stata delusa da nessuna vacanza o viaggio. Ho sempre cercato però di migliorare al massimo la mia permanenza.

Reply

Non potrei essere più d’accordo con questi consigli! Il viaggio perfetto è proprio quello in cui si riescono a intrecciare tutte queste emozioni e occasioni, cercando di vivere tutto al meglio e di approfittare di ogni esperienza! 🙂

Reply

Non bisogna mai aspettare che il luogo ti stupisca: devi andargli incontro!

Reply

Tutto giusto! Le vacanze sono un momento importante per mettere in stand by la vita di tutti i giorni e tornare con buoni ricordi e felici di aver trascorso del tempo arricchendosi con qualcosa di diverso. A me, per una volta, piacerebbe fare un viaggio che includa più esperienze. Non solo visitare e vedere cose, ma svolgere anche delle attività. Infatti, per il prossimo viaggio è quello che cercherò di fare.

Reply

Ho fatto un corso di cucina in Thailandia: mi sono divertita moltissimo ed ho portato a casa nuove ricette e tanti bei ricordi.

Reply

Looks like a wonderful, relaxing location to enjoy 🙂

Reply

I wrote about how a holiday can be improved. Thanks for stopping by!

Reply
Lascia un commento

Your e-mail will not be published. All required Fields are marked

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: