Sorprendenti curiosità della Corea del Sud

Preparati…

Nonostante i preparativi, nonostante le guide, i post e gli avvertimenti nulla ti prepara a tanti piccoli particolari o grandi differenze che caratterizzeranno la vita dei coreani. Ci sono moltissime e soprendenti curiosità della Corea a cui prepararsi, impensabili situazioni che stravolgono ogni concetto occidentale di normalità. Ti abitui presto, ma all’inizio è spiazzante.

Inquinamento

Te ne accorgi già in aereo: atterri in una fitta coltre di nebbia che avvolge le città. Non è nebbia, ma smog. La qualità dell’aria è pessima e ne risentono i polmoni, la pelle e i capelli. Nell’aria aleggiano quantità incredibili di sostanze tossiche e polveri sottili che si depositano ovunque, sui vestiti, sulle borse e in gola. Una così alta dose di smog farebbe implodere le nostre colonnine di rilevamento: ecco perché moltissimi coreani girano con le mascherine sul viso. Ciò però ci fa apprezzare l’aria di casa, respirabile e pulita.

Chirurgia plastica

Una impensabile curiosità in Corea riguarda i ritocchi estetici. La maggior parte delle donne, e anche qualche uomo, si è fatta ritoccare il viso chirurgicamente o con iniezioni. Perché? Perché costa poco e rappresenta uno status symbol. I coreani si adeguano agli stereotipi di bellezza occidentali ed eliminano drasticamente le caratteristiche dei tratti originari, come il viso un po’ piatto e gli occhi troppo a mandorla. Risultato? Tante bellezze omogenee e standard.

Do you speak english?

In Corea si parla bene l’inglese, meglio che in Italia. Tutti i coreani sono in grado di sostenere un minimo di conversazione, almeno per quanto riguarda quelli che vivono in città. Nelle campagne il numero diminuisce, ma si trova sempre chi riesce ad aiutarti in caso di bisogno. A Seoul però ovunque trovi indicazioni in inglese, dai menù ai prezzi nei negozi e supermercati.

Porta con te i fazzoletti di carta!

In nessun bagno è fornita la carta igienica. Questo vale per i bagni pubblici ma anche per i bagni privati di bar o ristoranti. Non è un’abitudine consolidata l’offrire questo tipo di servizio al quale noi occidentali siamo più che abituati.

Tutti di corsa!

La Corea ha una delle economie in più rapida crescita del mondo e ciò comporta orari e prestazioni di lavoro elevate per ogni livello di impiego. I risultati devono essere alti e sempre in grande competizione con il resto del mondo in ogni campo. Anche gli studenti devono eccellere e garantire il massimo dei risultati sia tra i libri che nelle attività parallele. Ciò velocizza la crescita del paese, ma è anche motivo di stress e frustrazione. La Corea è anche, purtroppo il quarto paese al mondo per il numero di suicidi.

 

Oriente o Occidente?

Rimarrete stupiti dall’inaspettata occidentalizzazione della Corea. A Seoul spiccano grandi catene di negozi come H&M, Zara, The Body Shop, e alcuni ristoranti internazionali, ancore di salvezza per gli occidentali in visita, come Starbucks, McDonalds ecc. Angoli di casa si rincorrono nei viali tra i negozi tipici, e ti rendono un po’ più sicuro e sereno.

Cani e gatti

E’ impressionante il numero di cani e gatti randagi. Certo conosciamo tutti alcune abitudini alimentari coreane  e i cuccioli non sono molto amati, visto che il loro accesso è interdetto in ogni attività o hotel. Ci però sono moltissimi volontari che cercano di aiutare tutte le povere bestiole affamate. Contro la tradizione però si fatica a combattere: speriamo nelle prossime generazioni.

Tutto qui?

Mi aspettavo più caos, più gente e più rumore. In realtà ci si muove agilmente, la gente cammina senza accalcarsi, le metropolitane sono vivibilissime e lo spazio personale è più che adeguato. E’ una vera sopresa, anche se il tono di voce dei coreani è un po’ sopra le righe.

Vuoi un caffè?

Parti rassegnato. Addio caffè espresso per tutta la durata del viaggio. Il nostro fedele alleato sarà il tè… E invece no! Caffetterie ovunque. Sono davvero tante e il caffè è davvero buono! E non solo Starbucks: veri e propri paradisi per i drogati di caffeina, con più tipi di aromi!

Formicone!

La prima volta che ho visto una formica a Seoul ho pensato di essere incappata in una specie rara di insetto: era enorme, almeno cinque volte quelle a cui siamo abituati. Ma la realtà è più incredibile: queste sono le normali formiche coreane. Grandissime e fameliche.

Mi sento osservata…

E’ un po’ la condanna dei turisti nei paesi stranieri. Quante volte ti sei sentito osservato nel mondo? Mai quanto in Corea. Lo sguardo curioso dei coreani ti perseguita tutto il giorno, per strada, in metropolitana o al ristorante. Forse sono le scarpe, o i capelli o forse è solo la curiosità per il diverso.

Gente meravigliosa!

Oltre alle occhiate, spiccano i sorrisi. Spicca l’onestà e l’umiltà delle persone. I coreani sono persone eccezionali, sorridenti e sempre pronti ad aiutarti.

Share



Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: