Tour in barca a Rodi: piccole grandi isole

Island Hopping

tra Italia, Grecia e Turchia

Rodi non è uguale al resto della Grecia. E’ un mix di Grecia, Turchia e Italia, che lascia sorpresi. Ma la sorpresa più grande è senza dubbio la quantità di cose da fare e da vedere. Non è possibile, infatti, trascorrere una vacanza a Rodi senza noleggiare un’auto e andarne a scoprire le meraviglie. Un’altra sorpresa è scoprire che puoi fare una vacanza nella vacanza, con piccoli tour in barca a Rodi, per vedere piccole grandi isole, una al giorno. E ogni giorno sarà diverso: island hopping, cioè spostarsi da un’isola all’altra.

Tutto inizia da Rodi

dal suo storico porto

Rodi è un punto di partenza strategico per raggiungere tutte le isole del Dodecaneso. Ogni giorno, infatti, in piena stagione, salpano dal porto di Mandraki (quello del famoso Colosso di Rodi) traghetti e aliscafi che risalgono l’arcipelago fino a Patmos, con scali in ogni isola. Rodi è un ottimo punto di partenza per scatenare la voglia di novità e scoprire isole diverse, magari meno popolari ma con spiagge e calette incredibili. I tour in Barca a Rodi sono facilissimi da organizzare: sono proposti in ogni salsa dalle varie agenzie turistiche o puoi noleggiare un taxi boat, direttamente al porto.

Primo tour in barca a Rodi

si salpa per Symi

Ogni giorno prendono il largo imbarcazioni per Symi, che in due ore di navigazione approdano in questa stupenda isola mondana e neoclassica, con sosta al monastero di Nanormitis (San Michele Arcangelo). Si può tornare in giornata o fermarsi. Di cose da vedere ce ne sono molte, come per esempio visitare la città dal basso all’alto tramite lunghe scalinate o da est a ovest tramite comode stradine e sentieri. Le spiagge poi sono da vivere tutte.

Naufraghiamo ad Halki

nel secondo tour in barca a Rodi

A Kamiros Skala, un’ora da Rodi città, sono ancorati i caicchi diretti a Halki (un’ora e mezza di navigazione), isola minuscola, con un porto neoclassico ben tenuto, una spiaggia sabbiosa da raggiungere a piedi e altre solo via mare. Vale una sosta di un paio di giorni, anche se la possibilità di alloggio sono scarse: le case migliori sono accaparrate da agenzie inglesi, ma resta il meraviglioso Kalki sea House che ha una stupenda vista sul mare.

Le perle nere

Nysiros…

Dal porto di Mandraki, a Rodi ci si può imbarcare ogni mattina anche per Nysiros e Tilos due destinazioni defilate dal turismo di massa. Nysiros, con il suo vulcano ancora attivo, ha poche, piccolissime spiagge di ciottoli neri e l’architettura tradizionale del villaggio di Nikia nell’interno. Si può dormire al porto al hotel Haritos. Nysiros è una perla nera, lontana dalla folla e dalle mode, perfetta per chi ama la purezza e la semplicità.

… e Tilos

semplici ed essenziali

Tilos è più dolce, verde e ricca di spiagge e insenature dove fare il bagno. Se possibile consiglio di fare il giro in gommone, organizzato direttamente sulle isole. Il pesce più fresco si mangia al Blue Sky, storica taverna davanti al molo e per dormire l’hotel Irini.

L’isola dei miti e dei cavalieri

punto di partenza per il mare e la storia

Bastano un paio di settimane di intensa vita esplorativa per scoprire luoghi incantati e storici, paradisi naturali e mondani a poche miglia marine da Rodi. Oltre che ad esplorare Rodi in lungo e in largo, vale la pena organizzare una vacanza itinerante tra i segreti del mare con tour in barca a Rodi. Spesso i tesori si trovano proprio vicino a noi e in mezzo al mare, poco distante dal porto in cui ti trovi, galleggia l’isola per te, quella che aspettavi da sempre. Conviene quindi andare a vedere se può essere una delle piccole grandi isole di Rodi.

Ti è piaciuto? Ti può servire? Pinnalo!




Lascia un commento

Your e-mail will not be published. All required Fields are marked

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: