Cosa mangiare alle Andamane

Il ricordo dell’onda del 2004

Nel miracolo naturale delle isole Andamane puoi vedere ancora qualche segno dell’onda che ha ucciso e distrutto più di dieci anni fa. Questi segnali sono rimasti esattamente dove il mare il ha portati: sono tronchi adagiati sulle spiagge o nelle periferie, tristi monumenti a ricordo di un periodo che gli abitanti vogliono dimenticare. O vogliono ricordare per sentirsi fortunati, per festeggiare la vita. E lo fanno con il sorriso che riservano ai turisti, soprattutto indiani, perché gli europei alle Andamane sono davvero pochi: ci coccolano e ci viziano come merce rara, come parenti che non vedono da tempo.

Hotel e ristoranti? Modello basic

Il target degli hotel e dei ristoranti è molto più basso rispetto alle abitudini degli italiani, ma il contorno attutisce ogni disagio. Vicino ai resort e ristoranti molto “basic” le spiagge sono incantevoli e il mare è trasparente. Lo snorkeling è una delle attività principali, anche se l’onda del 2004 ha distrutto una millenaria barriera, che, con la pazienza della natura, si sta lentamente riproducendo. Si nuota con pesci e tartarughe, ma anche con elefanti, nell’isola di Havelock, dove i grandi animali vanno a rinfrescarsi dopo il lavoro con gli uomini.

Mangiare alle Andamane

La cucina alle Andamane è molto particolare ed ha assorbito influenze diverse, indiane, arabe, thai e anche occidentali, per offrire ad ogni palato il gusto più familiare. Sia i ristoranti turistici di Havelock che i piccoli ristorantini di Neil offrono menù incredibili: gusti nuovi e nuovi accostamenti. Dopo tanto lavoro di vista, odorato e tatto in una giornata di mare, è il momento di accontentare il gusto. Mangiare alle Andamane è un’esperienza sensazionale per chi ama assaggiare nuovi gusti.

Il piatto tipico è piccantissimo

Il piatto forte della cucina alle isole Andamane sono i ching chang, piccolissimi e simili ai nostri gianchetti, lasciati seccare e poi cucinati con salse piccanti. Ma tutto il pesce, aragoste, scampi, gamberetti e cernie, trionfa sulle tavole di queste meravigliose isole.

Mangia dove vuoi

Ovunque andrai potrai ordinare le classiche specialità orientali a base di pesce e crostacei, preparate secondo le rigide regole della cucina thai, piccante, o di quella indiana, speziata. Gran parte dei piatti sono accompagnati da abbondanti porzioni di riso bianco, profumato e saporito. Moltre specialità inoltre utilizzano il latte di cocco, con il quale viene ammorbidito il pesce, successivamente condito con zenzero e peperoncino.

Mangia quello che vuoi

Tra i piatti più saporiti il gaeng kalee goong, aragosta e gamberetti al curry, il poo cha, granchi ripieni, il pla mueg pad prik, calamari fritti con salsa piccante, il gaeng kua nuer, curry di pesce con zenzero e verdure, e gli intree, filetti alla griglia di king fish, insaporiti con erbette aromatiche e spezie.

Ma piano con lo street food..

Ho un consiglio per tutti gli amanti dello street food: andateci piano. Mangiare alle Andamane ha un fascino incredibile, ma malgrado la vicinanza alla penisola thailandese, ha standard di pulizia e di abitudini alimentari indiani. Non è difficile ritrovarsi chiusi in camera per un paio di giorni in preda a sobbalzi intestinali. Poco di tutto e con molta attenzione agli ingredienti. E poi per il resto… sono tutti anticorpi!

 

 

Share

Comments

comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.