Cosa vedere a Barbados

Ma c’è qualcosa da vedere a Barbados? A Barbados si va per il mare, per le spiagge incredibilmente bianche bordate di mare trasparente. Ci sono 60 spiagge tra cui scegliere dove oziare. Ci si va per i resort di lusso, per la pace e il silenzio tipico di isole così esclusive. Barbados è un’isola molto piccola, lunga 34 km e larga 23 km ma, in così poco spazio, ha particolarità uniche. Certo non è tra le isole più economiche: produce poco e importa dalle isole vicine tutto ciò di cui ha bisogno. Ogni cosa ti costa il doppio, ma doppiamente te la godi.

 

Animal Flower Cave

Per arrivare in questo luogo magico, assolutamente da vedere a Barbados, bisogna andare verso nord. Non è semplice trovare la strada, ma ogni difficoltà ha un buon riscatto già solo nel guardare il panorama dalla scogliera di North Point. Il mare arrabbiato e il forte vento spazzano via i soliti panorami fatti di palme e spiagge bianche. Poco distante c’è l’entrata per le grotte, fresche e piene di piscine naturali. Ricordati di indossare scarpe comode perché il terreno è estremamente scivoloso, e di portare un costume da bagno perché in alcune piscine si può nuotare. La grotta si chiama Animal Flowers perché i fondali sono pieni di anemoni di mare: le attinie. Nuotare in una grotta affacciati sulla potenza dell’Atlantico è un’esperienza unica. Però è meglio informarsi prima di andare: spesso le grotte sono chiuse a causa del mare grosso.

Hunte’s Garden

Se ami la natura non puoi perderti questo verde fazzoletto. E’ un giardino privato, ricolmo di piante e fiori esotici, comode panchine e uccelli variopinti. Mentre passeggi e ti riempi gli occhi di bellezza ti accompagna la musica dolce del pianoforte di Hunte, l’anziano proprietario, che arriva a salutarti coccolandoti con fette di torta e punch al rum. E mentre degusti profumi, note, odori e pace lui ti racconta le storie più incredibili delle piante e animali più strani. Un’esperienza magica che solo a Barbados puoi provare.

National Heroes Gallery

Bridgetown è la capitale di Barbados e ci si va soprattutto per lo shopping. L’artigianato locale è un grande richiamo così come i negozi di grandi firme. Dopo aver esaurito le carte di credito è possibile dare un’occhiata alla parte storica della città, che, per quanto limitata, ha un grande valore umano. In un’ala del Palazzo del Parlamento, c’è la Galleria degli Eroi Nazionali. La visita è davvero interessante: con l’aiuto di sistemi interattivi è possibile rivivere tappe e personaggi del percorso duro e doloroso dell’indipendenza di Barbados.

Corse dei cavalli

L’antica tradizione di Barbados vede le corse dei cavalli tra le prime tradizioni inglesi rimaste vive sull’isola. Sono numerosissime le gare di cavalli in diversi club esclusivi in diversi periodi dell’anno. Queste manifestazioni sono richiami irresistibili per i nostalgici e i turisti curiosi. Per poter entrare e partecipare agli eventi non solo è necessaria la prenotazione ma il dress code è severo: l’eleganza impera tra gli spalti e non è ammesso l’abbigliamento comodo vacanziero. Ma vale la pena prodigarsi in look esagerati se per qualche ora ci si ritrova tra la polvere degli anni ’20.

St. Nicholas Abbey

Non aspettatevi l’abbazia di casa nostra: non ci sono guglie o bassorilievi. E’ poco sacro ma molto profano! E’ una grande villa coloniale, con un pezzo di storia di Barbados, con annessa distilleria per la produzione di rum. Il rum di Barbados è molto buono e in tutta l’isola troverai distillerie e rivendite. A St. Nicholas Abbey potrai approfittare di un tour di degustazione gratuito che risolleverà animo e corpo. Non sarà difficile poi ritrovarsi nel mezzo di un matrimonio: qui si festeggia come in nessun posto nel mondo, tra verde e rum.

 

Holetown Festival

Visitare Barbados durante Holetown Festival è molto divertente. Di solito si svolge verso la fine di febbraio e vale la pena organizzare il viaggio in quella data. Tutto ciò che è tipico di Barbados si riversa per strada: dal cibo, alla musica, ai balli fino all’artigianato. Puoi assaggiare, ballare comprare e divertirti senza limiti assistendo a parate spettacolari. A volte non sei solo spettatore: puoi lanciarti in prove canore o danzanti, se ti senti portato o se ti porta il rum…

Fritto di pesce di Oistin

In questo piccolo ma vivace villaggio ogni venerdì sera è una festa. Al tramonto si accendono le griglie, si accordano gli strumenti e si stirano i costumi. Si cena con molta pazienza, aspettando in coda il proprio turno al ritmo di musica creola. Ma ne vale la pena, sia per il pesce appena pescato che per l’atmosfera allegra e spensierata.

Non solo spiagge?

Rum, musica e allegria: ci sono molte cose da vedere a Barbados. Grande movimento ed esperienze, così intense e faticose che servono almeno 60 spiagge bianche per riposarsi. E soprattutto per smaltire il rum!

Share



Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: