Hotel strani nel mondo – pernottamenti estremi

Galeotta fu la noia…

ricerche selvagge senza un fine

Il lockdown è complice di post come questo, crea la voglia di esplorare dimensioni diverse e la mente corre di più se il corpo è bloccato in zona rossa. La noia, la depressione e, soprattutto, la voglia di viaggiare ti spingono a cercare l’estremo, le curiosità, le follie per quello che potrebbe essere un viaggio liberatorio, il festeggiamento per una ritrovata libertà. Con questo stato d’animo mi sono messa a cercare gli hotel strani nel mondo, per weekend demenziali o pernottamenti all’insegna di allegria e ottimismo. Ho scoperto cose e luoghi pazzeschi. Gli uomini creano strutture folli, ma sono ancora più folli coloro che si lasciano tirare dentro a tanta pazzia.

immagine da Pixabay

Partiamo dall’Inghilterra

Spitbank Fort – Portsmounth

Parto con mettere sul piatto un forte militare sul mare, costruito nel 1859 su richiesta della Commissione Reale. Qui ti aspetta un soggiorno marino, ma non sulla riva, proprio nel bel mezzo del mare tra l’Isola di Wight e l’Inghilterra. Il forte un tempo ospitava soldati e armi: ora, al loro posto, ci sono otto suite lussuose, un bar, una piscina calda, una sauna e viste mozzafiato sul mare. Spitbank Fort, oltre a essere uno degli hotel strani nel mondo, è il luogo più esclusivo della costa. È disponibile anche per uso esclusivo, come eventi speciali e matrimoni. Nessun vicino si lamenterà per il troppo rumore!  

immagine da Geograph.co.uk

Et voilà la Francia

La Villa Chaminee de Tatzu Nishi – Nantes

Prendendo ispirazione dai camini della centrale elettrica di Cordemais, un artista giapponese ha creato questa particolare struttura. Non contento del suo grande cilindro inserito nella campagna della Loira, ha pensato bene di collocarci sopra una piccola casa, una villetta sopraelevata per migliorare la prospettiva del panorama. Ha una camera da letto, una cucina, una calda stufa a legna e un piccolo giardino. L’altezza non spaventa, anzi.

Nel vicino Belgio

La Balade des Gnomes – Durbuy

I bambini impazziranno, i genitori pure: questo hotel ha una decina di camere ispirate a fiabe, miti e leggende. Le più spettacolari sono, senza dubbio, quella a forma di enorme cavallo di Troia o quella che galleggiante sull’acqua. Eccesso e follia fanno parte dei servizi aggiunti dell’hotel. Un luogo davvero magico e unico nel quale mi sentirei a mio agio.

immagine dal catalogo dell’hotel

Andiamo in Idaho – Stati Uniti

Dog Bark Park Inn – Cottonwood

Tra gli hotel strani del mondo troviamo un enorme beagle, affettuosamente chiamato “Sweet Willy”. Si entra girando sul “retro” del cane fino all’apertura sulla pancia, ma ciò non inficia le buone premesse per un weekend ben riuscito. Si dorme nella testa: puoi scegliere una comoda camera soppalcata sulla testa o una piccola camera nel muso. Non ci sono tv, radio o altre distrazioni perché il contesto in cui è collocato è bellissimo. Ovviamente gli amici cani sono ben accetti! Non penso sia la stessa cosa per i gatti…

Immagine da Pixabay

Si vola in Canada

Free Spirit Spheres – Vancouver

In periodo natalizio, riusciamo ad immaginare delle palle agganciate agli alberi, ma non quando si tratta di dormirci dentro. Eppure uno degli hotel strani del mondo prevede il pernottamento in una grossa sfera di legno sospesa tra gli alberi di una grande foresta pluviale sull’isola di Vancouver, nella British Columbia. Le tre sfere dell’hotel hanno dimensioni diverse, ma tutte oscillano nel vuoto per stimolare il pensiero creativo e aumentare la sensazione di contatto con la natura. Onestamente non dormirei così tranquillamente.  

immagine dal catalogo dell’hotel

Verso il Perù

Skylodge Adventure Suites – Urubamba


Tra gli hotel strani nel mondo questo è il meno adatto ai deboli di cuore. Sono tre una capsule trasparenti attaccate alla montagna, con una vista a 360 gradi sulla Valle di Urubamba. Si trova a più di un’ora da Cusco, e per arrivare alla tua stanza sospesa nel vuoto verrai sballonzolato in auto su una strada sterrata per circa mezzo chilometro. Per tornare a casa? Ma naturalmente una zipline mozzafiato! Le cose semplici non ci piacciono.

immagine da Flickr

Ancora Perù

Treehouse Lodge – Paraiso

I questo hotel si dorme in una camera sospesa cento metri sopra l’Amazzonia, tra animali esotici incredibili. Ci accedi tramite alcune passerelle di legno, scalette a pioli e piccoli ponti, fino ad arrivare proprio nel centro della giungla. Il completo isolamento nella foresta Amazzonica mi spaventa un po’, ma la cosa su cui non sarei disposta a cedere è la presenza di zanzariere resistenti, perchè so che gli insetti da quelle parti, non sono così amichevoli.

immagine dal catalogo dell’hotel

Nella fredda Alaska

Aurora Express – Fairbanks

Siamo abituati a pensare che dormire in treno sia un’abitudine da clochard. Ma non in Alaska! Qui alcune carrozze sono state recuperate e posizionate su una collina che domina Fairbanks. Ogni carrozza è una stanza individuale e arredata in modo diverso in modo da rappresentare i diversi periodi storici della costruzione della ferrovia dell’Alaska. Lusso, velluti e broccati, arredi antichi e sfarzo si nascondono dentro i vagoni gialli e blu. Uno contrasto eccessivo ma con un panorama così si sopporta tutto.

immagine dal catalogo dell’hotel

E poi giù in Nuova Zelanda

SiloStay – Little River

Il profumo del grano aiuta a dormire. Ma dormire tra il grano è possibile? Negli hotel strani nel mondo, tutto si può fare. Questo hotel è stato realizzato con un gruppo di silos di grano convertiti, resi ecocompatibili e davvero green. Insomma una serie di grandi lattine perse in una verde vallata. Mi ispira molto l’architettura e l’ambiente, anche se l’idea di dormire “inscatolata” un po’ mi inquieta.

immagine da Wikimedia

Passiamo nello Sri Lanka

Kumbuk River Eco-Extraordinaire- Buttala

Si tratta di un bellissimo hotel immerso nella giungla dello Sri Lanka ed è composto da cinque chalet ecocompatibili ai margini del Parco Nazionale di Yala, popolato da animali selvaggi. Nulla da fare, se non adeguarsi ai ritmi della forte natura circostante con meravigliosi safari. Ogni villa ha strutture e arredi diversi: la più particolare è la Elephant Villa, un enorme pachiderma caldo e accogliente. L’alternativa può essere una casa sull’albero proprio sopra il fiume. Anche qui, se non sono strani non li vogliamo!

immagine dal catalogo dell’hotel

Partiamo?

La voglia di partire scalcia, fa rumore e disturba. Ma forse è solo una mia grande voglia di normalità a farmi cercare stranezze.

Share



6 Comments

Ti capisco benissimo perché durante il primo lockdown avevo fatto una ricerca simile e in effetti mi ero imbatutta in alcune di queste strutture, come per esempio l’Aurora Express e lo Skylodge in Perù. Sai che non mi dispiacerebbe dormire nel beagle? Secondo me la vista “dalla testa” non è niente male!

Reply

Sicuro! E ci porterei i miei cani! Mi hanno detto che la campagna nei dintorni è meravigliosa!

Reply

Che hotel pazzeschi! Davvero una bella carrellata e alcuni sono anche relativamente vicini, chissà se c’è qualcosa anche in Italia o se a qualcuno verrà in mente presto di realizzarne uno!

Reply

Anche gli italiani sono fantasiosi! Mi hai dato l’idea per una nuova ricerca…

Reply

La capanna nell’Amazzonia è fenomenale, però forse avrei un tantino paura degli insetti anch’io, dalle mie parti sono terrorizzati per le mie reazioni alla vista dei ragni, ad esempio ma poi, a 100 metri sugli alberi, e le valigie?

Reply

Immagino che se arrivi al limite dell’Amazzonia non lo fai sicuramente con una Samsonite. Le passerelle sono comode con uno zaino in spalla! Piuttosto mi preoccupano i bagagli nella palla appesa!

Reply

Aspetto la tua opinione!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: