Weekend a Nizza – glamour mediterraneo

Pochi passi dall’Italia

così glamour e profonda

L’atmosfera di un weekend a Nizza è da Ocean Drive di Miami. Ma in realtà è il volto della Promenade Des Anglais di Nizza, uno dei luoghi di ritrovo più frequentati della città e famoso per l’episodio di terrorismo che ha macchiato di sangue innocente questo angolo di Francia. Lo stile di vita rimane lo stesso, locali alla moda, ristoranti di cucina fusion, boutique di alta moda, ma l’amarezza e l’orrore di quel giorno di luglio si respirano qua e là lungo la strada. Ma Nizza è andata avanti, Nizza non ha dimenticato, ma si è fatta forza.

Grande apertura mentale

spiccato senso artistico

Ai tempi dei romani, Nizza era la capitale della regione, un ruolo che mantiene oggi come ingresso alla Costa Azzurra. In passato ha fatto anche parte del Regno di Sardegna ed è stato il luogo preferito per le vacanze dei ricchi aristocratici inglesi nei primi del Novecento. Tutto questo passaggio di razze, personalità e tradizioni l’ha immensamente arricchita. Non solo ha aperto la sua mente, ma la natura l’ha aiutata a diventare un paradiso per gli artisti, come Matisse a Chagall.

Quando organizzare un weekend a Nizza?

Nizza è una città da vivere tutto l’anno. E’ ben collegata per strade, aeroporto e ferrovie, ha un clima mite anche in inverno con 300 giorni di sole all’anno e i prezzi sono più abbordabili rispetto alla vicina Montecarlo. L’ospitalità è una delle migliori di tutta la Costa e ai tradizionali alberghi si sono affiancati anche piccoli hotel e case da affittare. Si può scegliere di tutto, ma il Negresco, il meraviglioso hotel stile Belle Epoque, merita una visita.

Un giro nel centro storico

Un weekend fusion

Il punto migliore per scoprire la città, tutta visitabile a piedi, è il centro stoorico, il quartiere della Vieux Nice, la Vecchia Nizza. Rue Droite, place Rossetti, rue Mascoinat: un dedalo di vicoli, dove affacciano antichi palazzi e chiese barocche, una piccola “casbah” in cui convivono gallerie d’arte, negozi di artigianato etnico e ristoranti. Si possono gustare cuscus o specialità locali, come la socca (una farinata di ceci cotta nel forno a legna) oppure deliziarsi con grandi plateau di frutti di mare e piatti vegetariani.

I mercati di Nizza

Anche nei mercati si possono trovare tendenze fusion, da quello che si svolge il sabato, un trionfo di spezie, canditi, funghi e specialità regionali, a quello del lunedì dedicato al modernariato di tutto il mondo. Anche il mercato dei libri ha il profumo del passato, nulla a che vedere con il profumo del tradizionale mercato del pesce.

E la notte?

E la notte si anima ancora di più, tra spettacoli dal vivo, bar con musica di tendenza mixata da celebri dj e discoteche dove ballare fino al mattino. Il nuovo volto di Nizza è fatto di contrasti, mescolanze e movimento. Nizza rimane una città aperta verso il mondo, con una ferita lunga come la promenade ma che non rinuncia alla sua anima glamour.

 

Share



2 Comments

Dovevo andarci a settembre a Nizza, con le amiche, una meta perfetta per godersi le ultime giornate calde prima dell’autunno. Speriamo di riuscire a organizzare il prossimo anno, mi sembra una meta che merita!

Reply

L’autunno è bellissimo, caldo e assolato. Starete benissimo!

Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: