Costiera Amalfitana – vacanze di Natale

In auto sulla Costiera Amalfitana

anche in inverno

Per un bellissimo giro sulla Costiera Amalfitana non serve la stagione giusta. Se c’è il sole si può viaggiare anche in cabrio: la costiera gode di un invidiabile microclima che d’inverno può regalare giornate miti. Con il bel tempo c’è gente in spiaggia anche a Natale e qualcuno fa addirittura il bagno. A dicembre c’è meno gente, c’è più spazio e spiagge e bagni distraggono meno dalle delizie di questo pezzetto d’Italia.

Una strada panoramica

colori incredibili

Sulla Costiera Amalfitana si dipanano arabeschi d’asfalto per cullare le automobili e le moto sulle strade panoramiche più famose e spettacolari d’Italia. A ogni curva appare uno scorcio di scogli a strapiombo sul mare, sui quali si disegnano geometrie di case cubiche, candide o dai colori solari slavati dalla salsedine, protendono terrazze e pergolati nel vuoto per catturare sole e calore anche d’inverno. Questo è un territorio verticale, avaro di pianure, che sembra sfidare la forza di gravità con vertiginose gradinate sul blu, affollate di viti e alberi di limoni.

Si guida e si mangia

una vacanza da gustare in ogni senso

La Costiera Amalfitana affascina lo sguardo per i paesaggi e seduce il palato per la qualità e la varietà di prodotti e piatti tipici. Forse sarà l’aria di mare a dare un gusto così speciale ai pomodorini Vesuvio, quelli piccoli e tondi, ai peperoni e alle melanzane e a tutte quelle verdure che costituiscono insieme al pesce e ai latticini gli ingredienti principali della cucina locale. Sulla costiera è pieno di buoni ristoranti e, sebbene sia considerato un luogo esclusivo, si possono trovare pranzi e cene a prezzi accessibili a tutti. Sulla strada si comprano i latticini di Agerola, il liquore di limoni (quello vero) e quelli alla frutta di Amalfi, i vini di Furore e Ravello e le sfogliatelle di Positano.

Da Sant’Agata sui due Golfi

doppio panorama

Si parte da Sant’agata sui due Golfi, che appartiene geograficamente alla penisola Sorrentina ed è sul percorso per chi arriva da Napoli. Questo paesone può vantare un belvedere sui golfi di Napoli e Salerno e ha il pregio di essere il portone d’ingresso alla Costiera Amalfitana. Oltre al vasto panorama nel quale si scorge anche l’isola di Capri incastonata come un gioiello nel mare blu, ci sono molti itinerari da percorrere a piedi, tra limoneti e oliveti, che ti permettono di ammirare, oltre che ad altri scorci di panorama, le vecchie torri saracene.

Da Sant’Agata a Positano

pizzi e garze indiane

Da Sant’Agata sui due Golfi in mezz’ora si arriva a Positano. La strada asseconda i capricci delle montagne e serpeggia a strapiombo sul mare. Positano accoglie tutti, vip e no, con quell’eleganza casual che si è ben espressa nella moda Positano, esplosa nei primi anni Settanta: colori, fiori, garze indiane, gonne a balze, trasparenze e ricami. D’inverno si sfoggiano abiti più caldi, ma sempre molto Positanesi, adatti ai regali di Natale ancora sospesi. Sulla Spiaggia Grande si affaccia l’Hotel Buca di Bacco, un albergo tra i miei preferiti, in stile mediterraneo con camere maiolicate e terrazze sul mare. L’aperitivo qui è irrinunciabile se si viaggia sulla Costiera Amalfitana.

Capodanno in Costiera Amalfitana

il cielo esplode

Come a Napoli anche in Costiera Amalfitana il Capodanno riserva straordinari spettacoli pirotecnici, specie ad Amalfi e Positano. Allo scoccare della mezzanotte i fuochi d’artificio fioriscono come una primavera di luce da ogni finestra o terrazzo in bilico sul mare e dopo ci si raduna tutti alla spiaggia grande dove viene acceso un enorme falò e si ascolta musica tradizionale. Se ci si ferma a cena a Positano, dopo si può passeggiare a Nocelle, microscopica frazione cristallizzata in un passato remoto: l’ultimo dell’anno gli abitanti si radunano in piazza, accendono il fuoco, cucinano insieme piatti tradizionali e intonano antiche canzoni.

Piccoli gioielli

tra le prime donne

Oltre ai miti consolidati come Positano, Amalfi e Ravello, la Costiera Amalfitana offre piccoli gioielli, ospitati da insenature rubate alla montagna: i borghi di Atrani, Cetrara, Conca dei Marini, il Fiordo di Furore, luoghi fatti per vivere fughe a due. Se si cercano luoghi defilati si può puntare su Furore alto, un borgo  coloratissimo di murales lungo la strada che dalla statale Amalfitana porta ad Agerola.

Meravigliosa Amalfi

limoni e carta

Una strada piena di tornanti riporta ad Amalfi, caotica e affascinante, profumata di limoni con la scorza ricca di oli essenziali che sono la base del liquore da portare assolutamente a casa. D’obbligo è una sosta a vedere il Duomo d’Amalfi e poi, in piazza, per comprare le marmellate e i vari liquori agli agrumi e la carta di Amalfi, sotto forma di diari, quaderni o carta da lettere.

Ravello

e altre delizie

Ravello ti accoglie affacciata sul mare, arroccata su un costone roccioso, protesa con le sue case al confine tra il cielo e le onde. La sua stagione turistica è più legata alla cultura, ai concerti e alla visita di famose dimore come villa Cimbrone e villa Rufolo: così è più affollata dall’autunno alla primavera che in estate. Altre tappe sono  Cetara e Maiori, famosissime per le spiagge accoglienti e di sabbia finissima. Per la stagione invernale sono da visitare per le loro due meravigliose chiese, San Pietro e Santa Maria a Mare, con le cupole rivestite di incantevoli maioliche.

Un Natale di sole

e di sapori

Un viaggio di qualche giorno su questa strada incantevole, patrimonio dell’Unesco per la sua unicità, ti offre la possibilità di capire perché tanta musica, allegria e buonumore vengono trasmesse attraverso film, gag e musica ambientati o dedicati a questi paesi. Oltre al microclima favorevole aleggiano influssi astrali positivi che mettono allegria e ti spingono a muoverti e a sorridere a tutti. Saranno i colori, il sole o i liquori di agrumi…

Share



1 Comment

Gorgeous photographs!

Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: