SICILIA: VORREI VEDERLA IN INVERNO

Vorrei andare in Sicilia adesso, fuori stagione, non solo per il mare. Vorrei andare per i templi greci e i boschi sulle pendici dell’Etna, per le cittadine barocche del Val di Noto e i borghi medievali del parco delle Madonie.

siciliamadonie

Vorrei andare a vedere una Sicilia lontana dal sole abbagliante e dal frinire delle cicale, ma non meno accogliente. Perché lì i fichi d’india ci sono anche d’inverno e i mandorli a Stromboli sono fioriti già a gennaio.

siciliastromboli

Vorrei andare quando cala il sipario sul turismo di massa e il ritmo, i volti e i sapori tornano ad essere quelli che vengono dalla sua storia millenaria.

siciliapantelleria

Vorrei respirare l’aria tanto antica da essere fuori dal tempo sbarcando d’inverno a Stromboli, Pantelleria, Alicudi o in uno degli altri paradisi eoliani o passeggiando nella wilderness intatta di decine di aree protette della riserva dello zingaro, in provincia di Trapani, a Lampedusa.

siciliazingaro

Vorrei gustare l’immobilità e interagire con la volubilità delle città: Palermo e Catania, prime di tutte, che corrono affannate verso il nuovo.

siciliapalermo

Vorrei assaggiare i tesori culinari: pasta di mandorle, cannoli, tante varietà di cioccolato e, soprattutto, vini d’eccellenza, assieme ad arance e limoni.

siciliafood

Vorrei andare per scoprire l’anima: quello che sta sotto un luogo, un paesaggio, un monumento o la ricchezza delle tradizioni.

sicilia

Attacco di malinconia o le pubblicità di Dolce e Gabbana turbano i pensieri?

siciliadeg

 

Share



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: