Visitare Bratislava – un gioiello sul Danubio

Visitare Bratislava

non ci avevo mai pensato…

Visitare Bratislava non è difficile: è a un’ora da Vienna e c’è un treno ogni ora. Oppure puoi noleggiare una macchina. I voli per Bratislava sono a prezzi bassissimi e con pochi soldi riesci a organizzare un weekend meraviglioso. Bratislava è una bella città piena di giovani e di universitari. I palazzi asburgici convivono con sculture contemporanee all’aperto, i caffè liberty con i locali high tec, le fumose cantine del jazz con i castelli medievali sul Danubio. Come immagini Bratislava? Greve e gelida? Tutt’altro. E’ una città moderna, con anima e cuore caldi.

Due passi nel centro storico

per trovare anima e cuore

Per visitare Bratislava e scoprirne il calore, basta arrivare sulla Piazza Hviezdoslav  (Hviezdoslavovo nàmestie), dominata a ovest dalla facciata del Teatro Nazionale. Dalla grande piazza ci si addentra nelle viuzze strette del centro, con i negozi ancora preservati dai neon, con lampioni e insegne di ferro agli angoli che ricordano Praga. Nelle viuzze c’è un’atmosfera speciale, romantica e nostalgica. Un cuore caldo in una grande piazza lastricata di pietra fredda.

Come la immagini?

visitare Bratislava è un’altra cosa!

Come ti immagini possa essere visitare Bratislava? La immagini nostalgica e vecchia? Tutt’altro, Bratislava è giovane, le strade frequentatissime da universitari. Sempre piene le osterie, altro simbolo della città, sono a decine: sulla Michalskà soprattutto ma quelle antiche, a metà trattorie e a metà enoteche sono sulla Via dei Francescani, dietro Hlvnè Nàmastie, la piazza principale. D’estate file di tavoli vengono sistemate all’aperto. Il resto dell’anno invece, ci si avventura giù per ripidi gradini perché si trovano quasi sempre nelle cantine. Una volta sotto, protetti da muri di pietra, è facile immaginarsi che a quei tavoli si sia discusso e si sia fatta controcultura nella rivoluzione repressa del ’68, che non fu solo di Praga.

Visitare Bratislava di notte

musica e grande vita

Bisogna visitare Bratislava anche di notte: non ci sono solo osterie. Molti e frequentatissimi i locali di musica dal vivo, soprattutto jazz. Per trovare posti dove trascorrere la serata basta camminare per strada e seguire qualche gruppo di ragazzi mentre si infilano veloci dietro una porta. Si entrerà in un locare scaldato da sax e contrabbasso. Dappertutto si può mangiare qualsiasi cosa: è la globalizzazione e proliferano i nuovi trendy.

La moderna Bratislava

al passo con l’occidente

Visitare Bratislava significa camminare tra il proliferare di locali al passo con l’Occidente e la riscoperta della città vecchia, si cammina lungo la Venturska, tra due bellissime file di osterie, la Biblioteca Universitaria e la bellissima Libreria Steiner, scaffali in legno , prime edizioni del Settecento in tedesco, latino, ungherese, francese. Si imbocca una vietta davanti al Duomo di San Martino, guardi in alto e sul campanile al posto della croce vedi una corona. Perché una corona? Per oltre trecento anni in questa cattedrale gotica erano incoronati i re d’Ungheria. E’ da qui che si può partire con la visita alla città.

Visitare Bratislava stanca

dove mi riposo?

Quando sei stanco di camminare puoi sederti in un caffè liberty raffinatissimo come il Roland, caffè storico con la facciata di vetro che guarda il vecchio municipio. A due passi da Hlavné Nàmestie, il Palazzo Primaziale, la residenza più sontuosa di Bratislava: nella sala degli specchi fu firmata la pace di Pressburg (si chiamava così Bratislava) dopo la battaglia di Austerliz. Di Vienna c’è molto: l’Opera, la Filarmonica, i suoni tesi dei violini che escono dalle case. Ed è piacevole indugiare senza meta per il centro e infilarsi nei negozi di antiquariato.

Riposato?

adesso si sale!

Per visitare Bratislava completamente bisogna spingersi oltre le antiche mura cittadine, passando sotto la torre medievale di San Michele e prendere il sentiero che si inerpica verso il castello. Da otto secoli domina la città. Rocca quadrata, possente con quattro bastioni ai lati. Dentro purtroppo non c’è molto da vedere, a parte le collezioni di armi e strumenti. La vista è stupenda: a nord il quartiere verde e collinare, Palazzo Grassalkovich (un tempo sala da ballo dell’aristocrazia, oggi dimora del Presidente), il Danubio sotto. E campi fertili e piatti si allargano in tutte le direzioni e a ovest è già Austria. Solo a sud, oltre il fiume la visuale cozza contro un alveare di cemento, il quartiere Petrzalka. Cubi dormitorio in cui risiedono 170000 persone.

Che vista!

e adesso si scende…

Dal castello si scende per una via stretta fiancheggiata da case basse: sembrerà di trovarsi a Praga sulla Zlata Ulika. Stessi tetti spioventi stesso pendio. Ma giri l’angolo e l’antico ghetto ebraico è stato mutilato. Del ghetto ebraico tra i più importanti d’Europa non rimane molto se non il piccolo museo della cultura ebraica e tre cimiteri. E in un attimo arriva sera e hai finito di visitare Bratislava. E te la godi da fermo finalmente, mentre sorseggi del vino bianco e mentre lento e possente il Danubio scorre nel buio spesso.

 

Share



6 Comments

Ma sai che mi hai dato un’idea stupenda! Cercavo proprio una città del nord da andare a visitare … ci andrò seguendo le tue indicazioni! Grazie e a presto

Reply

Non te ne pentirai!

Reply

Bell’articolo, per una bellissima città che purtroppo non ho ancora visitato!

Reply

E’ facile trovare biglietti a prezzi molto bassi.Se ti capita facci un giro. Ne vale la pena!

Reply

Non pensavo fosse così bella Bratislava, grazie a questo articolo ho scoperto una meta davvero interessante e non troppo lontana da casa!

Reply

E soprattutto low cost! I voli per Bratislava hanno prezzi… convincenti!

Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: