Cosa fare a Pantelleria: lava nera, zibibbo e Passito

Una colata di lava

nel Mar Mediterraneo

Di fronte alle coste della Sicilia galleggiano le tre sorelle: Lampedusa, dolce e bianca, Linosa, semplice e selvaggia e Pantelleria frutto di un vulcano, una scultura di lava. Pantelleria è un morso d’Africa, nell’azzurro Mediterraneo. È una meta perfetta per le estati italiane, con una temperatura ideale, calette dove fare il bagno nell’acqua trasparente, cantine piene di vini dolci e terme naturali nascoste nella natura. Cosa fare a Pantelleria? Una vacanza su quest’isola è una grande esperienza sensoriale: sapori, profumi e colori si mescolano in un’unica armonia. Provare questo mix ti lascia inebriato e confuso, ma in pace con il mondo.

Cosa fare a Pantelleria

Un tuffo nel blu

Pantelleria è ricca di calette nascoste, angoli di una bellezza incredibile, dove scivoli di lava nera si mescolano al blu intenso del mare. Il mio consiglio è quello di noleggiare un gommone o una barca per scoprire le calette non raggiungibili a piedi. Tra le cose da fare a Pantelleria c’è un bagno nelle calette più famose, come la Cala Cinque Denti, Cala Tramontana e Cala Levante decorata dal famosissimo Arco dell’Elefante. Nelle giornate di maestrale, quando stare in spiaggia diventa quasi impossibile, puoi rifugiarti in un tratto di mare chiuso e riparato, il Laghetto delle Ondine. Quando il caldo lo permette, puoi rilassarti tra acque calde e fanghi curativi nello Specchio di Venere, un lago miracoloso per la pelle, per le sostanze vulcaniche presenti nell’acqua.

Dove dormire a Pantelleria

I dammusi

A Pantelleria si dorme nei dammusi, costruzioni rurali con tetti a volta, costruiti con una forma particolare per mantenere gli interni caldi in inverno, freschi in estate e riparati dal forte vento. Sono l’eredità di un’architettura araba, associata al lavoro preciso e pignolo dei contadini di Pantelleria. Oggi le costruzioni sono meno artigianali, anzi, molti dammusi hanno comodità e lussi che stridono con le origini contadine degli edifici, ma che rendono ancora più stimolante una vacanza a Pantelleria. Cosa fare a Pantelleria quindi? Cercare il dammuso che più ci piace e prenotare, che siano hotel o appartamenti in affitto. Ce ne sono moltissimi anche su Airbnb a prezzi contenuti.

Cosa vedere a Pantelleria

le coltivazioni

Pantelleria è un enorme scoglio nero e le abili mani dei contadini sono riusciti con tempo e pratica a rubare quadri di terreno da coltivare a questa enorme colata di lava. Hanno costruito chilometri di muretti a secco per circondare coltivazioni: vigneti, ulivi, frutta e, soprattutto, capperi. Il profumo e il sapore dei prodotti della terra ricordano il vento e la salsedine e un assaggio di questi prodotti è una tra le cose da fare a Pantelleria. Ci sono, inoltre, alcune lavorazioni successive al raccolto, fatte con mani sapienti ed elementi naturali, ad esempio i pomodori essiccati al sole, i capperi sotto sale e i formaggi di capra freschissimi, da mangiare con olive carnose. Ogni frutto coltivato è una grande vittoria in un’isola così dura e arida. Ogni raccolto è una festa e ogni assaggio una rivelazione.

Lo zibibbo

Uva dolcissima

A Pantelleria ci sono lunghe file di vitigni aromatici, talmente particolari da diventare il simbolo dell’isola, riconosciuti come Patrimonio Immateriale dell’Umanità Unesco per la loro unicità. Lo Zibibbo è un’uva molto resistente alla siccità e ai climi molto caldi, tanto che viene studiato per la possibilità di resilienza ai vari cambiamenti climatici che vedremo in futuro. Con le sue uve si ottengono vari tipi di vino: secchi e profumati, fruttati e vini da dessert. Comunque siano le tue preferenze, assaggiare lo Zibibbo nelle cantine di Pantelleria sarà un’esperienza incredibile.

Cosa fare a Pantelleria

assaggiare il Passito

Produrre il Passito è una grande fatica: le piante sono molto basse, coltivate in conche per essere protette dal forte vento. La fatica unita alla passione crea un prodotto unico. Si chiama Passito perché l’uva viene fatta seccare al sole, recisa o addirittura ancora attaccata al ramo. Il risultato della fermentazione è un vino fruttato e dolce, adatto ai dessert, soprattutto a quelli siciliani. Bellissima e profumatissima è la vendemmia ma è il Pantelleria Doc Festival l’appuntamento più affascinante, con cantine aperte da maggio a ottobre per gli assaggi. Inebriati dal Passito, si passa da una cantina all’altra, sorseggiando il dolce nettare, accompagnato da bocconi di pasta di mandorle.

Cosa fare a Pantelleria

visitare i giardini panteschi

Ci sono delle costruzioni tipiche e caratteristiche da vedere a Pantelleria, i giardini panteschi. Sono cerchi di mura che proteggono dal vento alberi da frutto, giardini segreti ai quali si accede per mezzo di una porta. Entrare in un giardino pantesco è una vera delizia di profumi e silenzi. A Pantelleria che ne sono circa 400, quasi tutti visitabili, in prossimità di cantine, hotel o ristoranti. Una romantica particolarità di queste strutture e del suo contenuto è che sono curati da generazioni e le piante vengono trasmesse da padri a figli come un bene prezioso.

Perché andare a Pantelleria

una vacanza semplice

Pantelleria è il luogo ideale per chi cerca una vacanza fuori dagli schemi, fuori dalle solite tinte estive e sente il richiamo della natura forte e selvaggia. Anche se viziati e coccolati dall’ospitalità turistica locale, girare per l’isola è una vera esperienza, completa ed emozionante. Pantelleria è onesta, senza fronzoli e ornamenti. Si mostra nella sua semplicità e forza, sicura di piacere. Una sicurezza accumulata in anni di sole e di vento, influenzata dalla vicina Africa e nutrita dall’isola madre, la Sicilia.

Ti è piaciuto? Ti può servire? Pinnalo!

Share



30 Comments

Mi avevi già conquistato con zibibbo e passito, ma Pantelleria è un posto davvero magico da visitare e da vivere!

Reply

Molto semplice, molto tranquillo, ma bellissimo!

Reply

Pantelleria é nella mia wishlist da molto, ma ahimé non sono ancora riuscita ad andarci. Da amante del vino, potrebbe essere una bellissima e profumatissima meta per l’estate: tra mare cristallino e cantine da visitare, potrei davvero essere felice in un posto così!

Reply

Non ti staccherai dalle bottiglie! Un passito esagerato!

Reply

Devo ammettere di non conoscere Pantelleria e sono rimasta davvero sorpresa dalle quantità di cose interessanti che si possono fare sull’isola. I colori delle calette sono incredibili, le coltivazioni di uva da acquolina in bocca e i dammusi sono davvero un alloggio alternativo!

Reply

Spettacolare idea per una vacanza libera e semplice.

Reply

Leggendo l’articolo ho quasi sentito i profumi del Passito e dello Zibibbo! Sicuramente un’ isola splendida da visitare (purtroppo ancora non l’ho fatto), magari fuori stagione per godersela ancora meglio.

Reply

Fuori stagione è un grande regalo. Ma anche in inverno, con la cattiveria del mare. Il problema rimane il collegamento con il continente.

Reply

Pantelleria bella bellissima unica e super golosa con le sue specialità, un’isola da desiderare sempre e tutta da vivere

Reply

Un’isola semplice e sincera. Nessun artificio: devi essere pronto a viverla accettando anche i disagi.

Reply

Ma sai che non sapevo che a Pantellerifa facessero il Passito? È un vino da dessert che a me piace molto. Sembra cmq una bella isola, non l’avevo mai considerata. La aggiungo alla mia lista.

Reply

Il Passito lo fanno in tutta la Sicilia, ma a Pantelleria è speciale per il tipo di terreno lavico che da all’uva un gusto speciale.

Reply

Pantelleria la trovo perfetta per una vacanza dove rilassarsi completamente e godersi la “vita semplice”. Voglio visitarla presto, non conoscevo le costruzioni tipiche ma adesso il mio obiettivo è dormire in un dammuso.

Reply

Ci sono dammusi per tutti i gusti! Pantelleria è davvero speciale.

Reply

Già avevo voglia di Pantelleria il tuo post aumenta ancora più il mio desiderio, l’Isola mi ispira molto così vulcanica la vedo proprio selvaggia ed estrema

Reply

Semplice e sincera, non adatta a chi ama la comodità. Un vero incanto.

Reply

Che paesaggi meravigliosi quest’isola, spesso sottovalutata da noi italiani! Poi il passito deve essere davvero buono!

Reply

Il passito è buonissimo. Bevuto a Pantelleria è ancora meglio!

Reply

Non sono mai stata in quelle isole Siciliane, ma il tuo racconto è davvero fantastico e mi ha fatto venire una gran voglia di prendere e partire per Pantelleria.
Quest’anno stiamo organizzando per andare a vedere le isole Egadi, ma magari facciamo un pensierino per visitare presto anche Pantelleria!

Reply

Bellissime le Egadi! Magari l’anno prossimo Pantelleria e Favignana!

Reply

Sarebbe davvero bellissimo dormire in queste costruzioni rurali. Per i bambini sarebbe una meravigliosa esperienza. Nulla di meglio per entrare nel tessuto dei posti… segno subito i tuoi consigli!

Reply

Ci sono dammusi semplici e altri lussuosissimi. Ma dormirci è una splendida esperienza.

Reply

Mi sono persa nel tuo racconto delle bellezze di Pantelleria. Ci devo assolutamente andare e spero di organizzare un week end quanto prima

Reply

Pantelleria è un vero regalo. Un’isola speciale.

Reply

Mi hai fatto tornare in mente una coppia di amici che ha deciso di partire da Cuneo per sposarsi a Pantelleria. Solo loro due e i due testimoni e niente fronzoli. Forse è stato uno dei pochi casi in cui mi è dispiaciuto non essere invitata a un matrimonio, visto che avrei apprezzato tantissimo la location.
Capperi e passito: li adoro!

Reply

Ottima scelta. Io lavoro con i matrimoni e i tuoi amici non potevano scegliere location migliore.

Reply

Ma che bella che è Pantelleria? Mare da favola, non sapevo dell’ esistenza dei dammusi, è un’esperienza da vivere almeno una volta! Inoltre, da amante del buon vino un bel passito locale lo degusterei molto volentieri.

Reply

Dopo qualche sorso di passito, Pantelleria sembra ancora più bella. Come se si potesse.

Reply

It sounds so intoxicating, a very pleasant holiday travel destination, this sculpture of lava, beautiful waters and peacefulness. Thank you for sharing, dear Paola & have a great week!

Reply

An Italian island perfect for relaxing in nature!

Reply
Lascia un commento

Your e-mail will not be published. All required Fields are marked

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: