Vacanza in crociera: perché si e perché no

Vacane low cost

in mezzo al mare

Ultimamente le crociere hanno avuto un incremento fenomenale. Sarà forse il senso di protezione che trasmettono quei giganti galleggianti, l’idea di salire a bordo di grandi luna park del mare o forse i prezzi estremamente concorrenziali. Sta di fatto che ogni volta che cerchiamo di organizzare una vacanza navigando tra i vari siti internet, spuntano offerte per trascorrere le vacanze in crociera, tra i porti del Mediterraneo, dei Caraibi o tra i fiordi del nord Europa. Vale davvero la pena scegliere una vacanza in crociera? Facciamo un paio di considerazioni in merito.

Perché fare una vacanza in crociera

Rapporto qualità-prezzo

Alcune crociere hanno prezzi davvero concorrenziali, decisamente inferiori a quelli dei villaggi turistici. Tenendo presente che le crociere includono cibo e bevande a tutte le ore e per tutti i gusti, cabine confortevoli e ben pulite, intrattenimenti serali di vario tipo e svariate attività per i bambini, il rapporto qualità prezzo è imbattibile. Una famiglia con figli trae molti vantaggi economici dal scegliere una vacanza galleggiante. Il servizio è inoltre impeccabile: gentilezza e cortesia sono il punto forte delle varie compagnie di navigazione.

Perché fare una vacanza in crociera

Ogni giorno un posto nuovo

Le navi da crociera navigano di notte per portarti ogni giorno in un porto diverso. Avrai quindi modo di visitare diverse città in un solo viaggio senza dover disfare i bagagli ogni volta. Dopo una lunga giornata trascorsa ad esplorare una nuova città, può essere piacevole rientrare e trovare una camera comoda con tutti i comfort e tutte le tue cose già a posto. Con una vacanza in crociera riesci inoltre a raggiungere luoghi che, in un solo viaggio, ti sarebbe impossibile: prova a pensare ad una crociera nel Pacifico, in Alaska o alle Galapagos.

Perché fare una vacanza in crociera

Tante escursioni, tante attività

Una volta toccato un porto, hai la possibilità di girare liberamente per la città o partecipare a una delle molteplici escursioni proposte dalla compagnia di navigazione. Sono moltissime e con diverse finalità e costi: puoi sperimentare la cultura locale, fare attività sportive, immergerti nella natura o visitare luoghi storici e artistici. Ho anche notato che alcuni passeggeri preferiscono rimanere a bordo per godersi le strutture della nave, con meno gente e più silenzio. Alcune navi da crociera caraibiche hanno addirittura isole private dove possono organizzare attività diverse e personalizzate, matrimoni compresi.

Perché fare una vacanza in crociera

C’è qualcosa per tutti

Una vacanza in crociera può davvero accontentare tutti. Le famiglie con i bambini ne traggono benefici enormi, considerati i grandi spazi e i bambini sempre occupati in miniclub gestiti da professionisti e pieni di giochi e attività. Le giovani coppie possono ritagliarsi una vacanza romantica e quelle più “rodate” hanno il vantaggio di avere tutto a portata di mano. Anche chi ha difficoltà di movimento e qualche anno in più sulle spalle, riesce a godersi una vacanza semplice e tranquilla. Chi ne trae maggior vantaggio sono sicuramente le famiglie  pluri-generazionali poiché ogni componente riuscirà a trovare l’attività più adatta alla sua età e personalità. I single possono partecipare a crociere dedicate solo a loro e durante la navigazione possono socializzare e fare nuovi incontri.

Perché fare una vacanza in crociera

Alti servizi e molte opportunità

Quasi tutte le compagnie di navigazione offrono alti servizi, a partire dalla qualità del cibo, alle palestre, agli impianti sportivi fino ai centri benessere. In aggiunta potrai aderire e partecipare a corsi collettivi di vario genere, come cucina, bridge, ballo o fitness. Potrai guardare film in prima visione direttamente dal ponte della nave, sotto le stelle, sdraiato sui lettini della piscina, oppure potrai tentare la fortuna al casinò. Alcune navi hanno pareti da arrampicata, altre piccoli campi da golf e altre ancora simulatori di onde per imparare a surfare. Durante una vacanza in crociera potrai ammirare bellissime collezioni di quadri oppure potrai assistere a spettacoli teatrali in stile Broadway. Oppure puoi trovare un angolo tranquillo per leggere un buon libro.

Perché fare una vacanza in crociera

Il cibo

Il cibo in vacanza svolge una grande parte e in una vacanza in crociera è il co-protagonista. Sulla nave si mangia in ogni momento del giorno e qualsiasi cosa. Di solito si fa colazione e si pranza al ristorante a buffet e si cena nel ristorante a’ la carte. In molte navi ci sono ristoranti opzionali (spesso con supplemento di costo) con ambienti molto romantici e altissima cucina stellata. Il cibo è sempre di elevata qualità e servito con grande attenzione e cura. Il servizio ai tavoli è garbato e professionale.

Perché fare una vacanza in crociera

Nuovi amici

Le crociere sono frequentate da molte persone di molte nazionalità diverse ed è facilissimo fare nuove amicizie. Potrai conoscere quindi persone di altri paesi, cimentarti in lingue straniere e conoscere nuove realtà. Per facilitare gli incontri, vengono organizzati i tavoli della cena unendo persone della stessa età. Se però preferisci cenare solo, basta chiedere e verrai spostato in un altro tavolo.

Perché NON fare una vacanza in crociera

Troppa gente

Le navi da crociera sono grandi condomini galleggianti: ospitano circa 5000 passeggeri più un migliaio persone di equipaggio. Tutte queste persone girano, fanno la coda, occupano i lettini, si tuffano in piscina quando vorresti farlo anche tu. Le navi non sono il posto più adatto a chi ama la tranquillità e la solitudine. Ci sono postazioni più appartate, ma ovunque arrivano la musica e i ritmi frenetici della lezione di zumba. Una vacanza in crociera assomiglia molto a quella che puoi avere nelle località più gettonate del momento.

Perché NON fare una vacanza in crociera

Le lunghe code

In crociera fai moltissime code: fai la coda per mangiare, per scendere dalla nave e per risalirci. Fai la coda per prendere gli asciugamani, per avere informazioni e per prenotare le escursioni. A volte la pazienza ti abbandona, anche se i tempi di attesa non sono lunghissimi.

Perché NON fare una vacanza in crociera

I turni

Il ristorante nella sala principale, dove solitamente si cena, non può ospitare tutti i crocieristi nello stesso momento. Quindi, solitamente, si organizzano i turni per la cena, in modo da trovare sempre il tuo tavolo libero e pulito. Di solito il primo turno inizia intorno alle 19 e il secondo alle 20 e devi scegliere il tuo preferito in fase di prenotazione. Il tavolo rimane lo stesso per tutta la vacanza in crociera, così come il cameriere che si affannerà ad accontentarti per avere una buona mancia. Anche se le compagnie di navigazione stanno diventando più flessibili, in vacanza è bello cenare quando hai fame e non quando sei costretto.

Perché NON fare una vacanza in crociera

I costi extra       

Quando prenoti la tua vacanza in crociera sei convinto di risparmiare molto denaro per una vacanza così completa. In realtà ci sono molti costi extra che difficilmente riuscirai ad evitare. In primo luogo, il wi-fi (in alto mare i cellulari non prendono) che ha costi alti e, solitamente, non sono a cabina ma a singolo apparecchio. Quando sbarchi, rientri, ceni o ti dedichi a varie attività sarai circondato dai fotografi della nave che stamperanno ed esporranno le foto scattate in un’area riservata della nave. Come fai a non comprare quella foto in cui sei venuto così bene? E le foto sono carissime! Le escursioni sono tutte a pagamento e molto più care delle agenzie di terra: se decidi di farne un paio, il tuo conto corrente ne risentirà parecchio.

Perché NON fare una vacanza in crociera

Il mordi e fuggi

Vedere una città in una sola giornata è limitante, è come assaggiare poche briciole di una torta golosissima. Ti verrebbe voglia di fermarti, di cenare nei vicoli e di sperimentarne la vita notturna, ma la sirena della nave ti richiama al porto per l’imbarco. Gli orari di rientro sono rigidi, poiché la nave in notturna ha percorsi prestabiliti da percorrere. Di conseguenza, avrai orari da rispettare anche in vacanza.

Quindi farla o non farla

questa vacanza in crociera?

Una volta nella vita è da provare. Come puoi sapere se sei un animale da crociera o no se non provi?

Ti è piaciuto? Ti può servire? Pinnalo!

Share



10 Comments

Adesso che sono tornata proprio da una crociera posso dire che i vantaggi sono tantissimi ed è un’esperienza da fare almeno una volta nella vita. Però i ma ci sono eccome, come puntualizzi tu, la crociera vuol dire avere sempre un sacco di gente attorno, non c’è mai un angolino tranquillo e soprattutto i turni della cena sono quelli che mi hanno infastidita di più, per il resto, lo rifarei molto volentieri per esplorare più posti con tutta la comodità della nave.

Reply

Anche a me piace molto l’idea di svegliarmi in un posto nuovo ogni giorno. Ma poi, la colazione con altre 4mila persone, mi demoralizza. Ma è comunque una vacanza e siamo fortunati se possiamo farla.

Reply

Si tratta di un’esperienza che mi piacerebbe fare principalmente per il fatto che ti permette di vedere posti che diversamente riusciresti a visitare in più viaggi separati. Allo stesso tempo però mi preoccupano proprio alcuni degli aspetti di cui scrivi: troppa gente, i turni, le code. Ma nonostante questo penso proprio che una volta o l’altra proverò, per togliermi la curiosità!

Reply

Prima o poi ci cadiamo tutti! Aspetto le tue impressioni!

Reply

Ho sempre pensato di non essere una tipa da crociera. Amo i viaggi indipendenti, zaino in spalla e un po’ wild. Tuttavia ora che è arrivata la nostra bambina abbiamo detto…ma perché non provare? Magari scopriamo che ci piace! E così abbiamo prenotato per quest’invento una crociera negli Emirati Arabi perché da molto volevo vedere Dubai. Faremo anche Abu Dhabi, Doha e muscat che difficilmente avrei visitato in un unico viaggio. Vediamo come sarà, ti tengo aggiornata

Reply

Aspetto notizie!

Reply

Non farla! Capisco i vantaggi che tu hai citato ma proprio passare una vacanza in un hotel galleggiante pieno di gente e dover fare i turni per cenare non è decisamente il mio stile. Magari quado si diventa anziani e si ha difficoltà a spostarsi ma onestamente tra leggere un libro sul ponte di una nave ormeggiata ad Antigua e leggerlo nel giardino di casa mia non vedo una gran differenza

Reply

Hai ragione. Io l’ho provata perché volevo scoprire il motivo per il quale le crociere hanno tanti appassionati amatori. Ho capito che forse sono i prezzi bassi che le compagnie di navigazione propongono.

Reply

It looks and sounds like a marvelous way to enjoy a vacation at several exotic destinations!

Reply

Thank you! Cruises always take you to lovely places, even if you have to see them very quickly.

Reply
Lascia un commento

Your e-mail will not be published. All required Fields are marked

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: