Alcuni buoni motivi per sposarsi all’estero. O per non farlo…

Sposarsi all’estero: scelta difficile o no?

Possiamo essere costretti dalla nazionalità del nostro futuro sposo o possiamo decidere di farlo solo per avverare un sogno o assecondare una follia. In ogni caso la decisione di un matrimonio lontano, anche se a casa per uno dei due, è sicuramente una scelta importante che ha molti benefici ma anche qualche svantaggio. Ma è soprattutto la scelta di sposarsi in territorio straniero per entrambi che destabilizza le famiglie! In questo caso sono da valutare i pro e contro perchè subdolamente avranno la meglio durante l’organizzazione.

Primo beneficio da non sottovalutare è quello economico

Il costo di un matrimonio su una spiaggia tropicale o in un hotel di qualche grande città è decisamente inferiore a quello di un matrimonio tradizionale in Italia. Spesso ti viene offerto un vero e proprio pacchetto “wedding” comprensivo di cerimonia, pratiche legali e decorazioni varie ad un prezzo fortemente competitivo rispetto la più modesta location italiana. Il costo maggiore sarà quello del “trasporto famigliari” che inciderà sul budget in modo proporzionale al numero di invitati. Ma se il vostro intento è un matrimonio all’estero del tipo “io, te e le stelle” il costo si ridimensiona. Con l’importo previsto in budget per un ricevimento in Italia si possono inoltre prendere in considerazione località e mete che altrimenti potrebbero risultare proibitivi. Con la spesa di un normale matrimonio Italian Style si fa di solito il giro del mondo…

Cerimonia più raccolta

Sposarsi all’estero comporta senza dubbio una ridotta partecipazione al matrimonio: pochi parenti, forse solo i genitori perchè non tutti sono disposti a viaggiare, magari in aereo e magari a proprio carico. Per chi sogna il festeggiamento classico, con tanto di taglio della torta non sciolta dal caldo di una spiaggia tropicale ciò è un grosso limite, anche se le varie location si sono modernizzate con potenti webcam per i matrimoni in differita. Il matrimonio “scappo e mi sposo” è generalmente scelto dai “ripetenti delle nozze” o da sposi di età un po’ più matura. Per questi ultimi sono un beneficio l’intimità e la solitudine, per non essere costretto a ripetere il momento del “si” con annessa una cerimonia davanti alle stesse persone che anno assistito al precedente matrimonio.

La romantica solitudine

Se una tale intimità può rattristare chi ambisce alla cerimonia tradizionale, tra i sorrisi di molti parenti e amici, può essere la massima aspirazione di chi salta su un aereo con il futuro sposo e sposa per giurare a lei/lui davanti all’oceano, amore eterno. Forse la luce delle candele e le canne di un organo possono commuovere le vecchie zie e le care amiche, ma sicuramente il vento caldo e il rumore del mare sono una validissima alternativa per creare la giusta atmosfera. La scelta è quindi davvero personale e bisogna essere comunque pronti ad affrontarne le conseguenze. Il mancato invito di parenti o amici può causare malumori o critiche: la scelta di dove e come sposarsi spetta solo alla coppia. Nessuna critica deve distoglierli dal loro desiderio di intimità e solitudine.

Regali ridotti

E’ da prendere in considerazione la riduzione del numero di regali ma questo bilancia (e non so se in positivo o negativo) i costi del matrimonio. Spostarsi all’estero comporta il non aspettarsi grandi slanci di generosità. Vige purtroppo la regola “no party? No regalo!”, anche se fortunatamente qualcuno farà la differenza partecipando alla vostra felicità con un dono inaspettato.

Critiche critiche e critiche…

Ci sarà poi chi non capirà questo desiderio di solitudine o di ricerca di un posto incantato. A volte il loro sguardo basito ancora mi intenerisce. Un grande punto di domanda ricamato sulla fronte aggrottata. Mettiamola così: se qualcuno critica un matrimonio solo perchè non c’è stato… immaginiamo cosa avrebbe detto  se avesse partecipato!

 

Share



Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: