Mangiare in Turchia – delizia e meraviglia

Non solo Kebab

Mangiare in Turchia

Se pensi al cibo turco, immagini enormi e profumati kebab che ruotano al ritmo di musiche ritmate e suoni orientali. Il kebab è solo una punta di un iceberg pieno di delizie e meraviglie, con cibi molto diversi da regione a regione. Il paesaggio turco varia moltissimo: puoi trovare altipiani, pianure fertilissime formate da vulcani spenti da centinaia di anni, alte montagne, zone aride e zone percorse da grandi fiumi impetuosi. Le coltivazioni sono quindi diverse, come sono diversi i condimenti e le spezie e, soprattutto, le necessità caloriche. L’arte della preparazione è spesso un vero rito: i turchi amano molto il loro cibo e ne sono molto orgogliosi.

Indietro nel tempo

A tavola con gli Ottomani

Le origini del cibo turco sono antichissime. Mangiare in Turchia è un viaggio nel tempo e nello spazio, perché la cucina turca è nata nell’Impero Ottomano, ma si è espansa ed evoluta a contatto con molte influenze diverse. Nella cucina turca ci sono sapori e tecniche che arrivano dal Medio Oriente, dall’Asia, dall’Europa e dai Balcani. In Turchia non ci si limita a cucinare la carne, ma si uniscono melanzane, zucchine, aglio, spezie e frutta secca. Una miscela variegata e saporita che stuzzica e incuriosisce, tutta da provare, tutta delizia e meraviglia.

Come mangiare in Turchia

Gli spuntini o “meze”

Quando ti siedi a tavola in Turchia, non sai mai quanto mangerai e, soprattutto, quali gusti arriveranno al tuo palato. Spesso non si tratta di un piatto unico, ma di diversi “mezes” che, tradotto in italiano, significa “spuntini“. Vengono serviti solitamente come antipasti: molti ristoranti in Turchia non hanno i menù e puoi visionare i mezes esposti su tavoli o direttamente in cucina e un cameriere ti spiegherà il contenuto di ogni boccone. Di norma troverai una ventina di mezes diversi e quindi troverai di sicuro qualcosa che stuzzichi il tuo appetito. Di solito sono salse a base di verdure, verdure marinate, insalatine e pane. I piatti vengono posizionati nel centro della tavola in modo che tutti possano servirsi da soli.

Cosa mangiare in Turchia

Piyaz

Il Piyaz è uno dei piatti più famosi della cucina turca: è un’insalata a base di fagioli e uova sode. Viene preparato con più tipi di fagioli, come i fagioli bianchi o quelli neri. Si inizia con uno strato di fagioli sormontato da uno strato di uova sode tritate grossolanamente al momento. Il tutto viene condito con pomodori, cipolle, aglio, peperoni, olio di oliva e limone. Da regione a regione possono variare le spezie o i condimenti, ma il risultato è sempre buonissimo.

Cosa mangiare in Turchia

Ezogelin Çorbası

L’Ezogelin Çorbası è una zuppa tradizionale cucinata con lenticchie rosse, pomodoro, bulgur e riso, e aromatizzata con menta secca, olio d’oliva e peperoni. La sua consistenza è molto densa, perché gli ingredienti sono mescolati grossolanamente e non frullati. Durante la cottura vengono aggiunti burro e farina per addensarla ancora di più. Questo piatto ha una storia antica e una leggenda, che la rende ancora più appetitosa. Si narra infatti che questo piatto sia stato inventato da Ezo, una donna sposata contro la sua volontà e molto infelice, che cercò di preparare una zuppa con i pochi e poveri ingredienti trovati in casa, per fare colpo sulla famiglia del marito. Non è dato sapere se ha funzionato, ma ancora oggi, nel sud della Turchia, è il cibo delle future spose.

Cosa mangiare in Turchia

Simit

Mentre cammini per le strade delle città turche, o tra le montagne e le strade sterrate dell’Anatolia, troverai sempre e comunque qualche venditore di Simit. Sono lo street food più diffuso, venduti nei carretti, strabordano da cesti, profumano nelle panetterie o nei caffè. Li trovi davvero ovunque, anche in metropolitana e persino sui traghetti. Si tratta di una deliziosa ciambella salata, rotonda e soffice, cosparsa di semi di sesamo. Ti consiglio di mangiarne uno fresco di forno perché sono il miglior modo per spezzare la fame tra un pasto e l’altro. Si racconta che siano stati creati nelle cucine del Palazzo di Solimano il magnifico e da allora fanno felici i turchi e i turisti. Da provare assolutamente!

Cosa mangiare in Turchia

Saksuka

Il Saksuka è un gustosissimo piatto diffuso in tutta la Turchia, a base di carne e melanzane. Vengono cucinati insieme con l’aggiunta di zucchine, aglio, pomodori e peperoncino. La quantità di quest’ultimo dipende dalla zona di preparazione, ma in quelle più turistiche è più contenuto. Può essere considerato un “meze“, ma anche un piatto principale perché completo e molto saporito. È un piatto estivo, perché va consumato freddo, ma è difficile che si riesca ad aspettare che si raffreddi completamente: è così profumato!

Cosa mangiare in Turchia

Kissir

Il Kissir è un’insalata a base di bulgur, pomodori, cipollotti, aglio, prezzemolo e menta, condita con olio d’oliva e spezie varie. A volte si aggiunge della melassa di melograno per dare un sapore fruttato all’insalata, altre volte una sorta di paprika per avere un tocco più piccante. Se il Kissir viene servito come “meze” è adagiato su foglie di lattuga, una sorta di “cucchiaio” commestibile da mangiare in un solo boccone. È facilmente preparabile anche a casa, e può durare più giorni: anzi, il secondo giorno è ancora più buona perché gli ingredienti si sono meglio amalgamati. È un piatto freddo, ma nel sud della Turchia viene servito anche caldo.

Mangiare in Turchia

Mercimek Köftesi

La parola köfte in turco significa “polpetta” (köftesi è il plurale della parola köfte) e mercimek significa lenticchie. Troverai molti tipi di köfte nei ristoranti e taverne turche, ma i Mercimek Köftesi sono gli unici vegetariani. Sono infatti solo due gli ingredienti principali: bulgur e lenticchie rosse. Per insaporire il tutto si aggiunge cipolla, scalogno, pomodoro, peperoncino e coriandolo. Si servono su una foglia di lattuga con una spruzzata di limone. Sono deliziose.

Cosa Mangiare in Turchia

Lahmacun

Le focacce preparate e cucinate in modo diverso sono un piatto forte di tutto il Mediterraneo. Pensiamo alla nostra pizza, alla pita greca, ma anche al Lahmacun, specialità armena, approdata sulle tavole turche. Si pronuncia “lahmajoun” e, tradotto letteralmente, significa “pasta con la carne“. Infatti, si tratta di una focaccia sottilissima condita con carne macinata cotta con molte spezie. Viene servita come “meze“, ma anche come piatto unico ed è la cena tipica del venerdì sera. Puoi anche trovarla da asporto, per consumarla dove e come preferisci.

Cosa mangiare in Turchia

Yaprak Dolma

Gli Yaprak Dolma (o Sarma) costituiscono uno dei piatti più popolari in Turchia, immancabili durante le occasioni speciali o per gli ospiti importanti. Si tratta di un piatto vegetariano, costituito da riso aromatico con verdure fresche e spezie, avvolto in foglie di vite. Le tecniche di preparazione e gli ingredienti variano da regione a regione, ma il risultato è sempre un capolavoro. Per la preparazione, le donne turche si ritrovano intorno al tavolo, per interi pomeriggi, poiché avvolgere il riso nella foglia nella maniera corretta richiede molto tempo. Questa attività fa parte delle cultura e delle usanze di questo bellissimo paese ed è motivo di aggregazione di intere famiglie. Le foglie si trovano in vendita nei mercati, ma le migliori vengono dalle viti del giardino di casa, tassativamente raccolte a mezzanotte.

Cosa mangiare in Turchia

Balik Ekmek

Se sei a Istanbul e fai una passeggiata sui moli vicino al Galata Bridge, vedrai molte persone in fila avvolte da una nuvola di fumo tra l’odore di pesce. Qui vendono uno degli street food più ricercati e saporiti della città. La sua storia è antica e la sua origine è dovuta ai pescatori che, dal Bosforo, portavano il pesce da vendere sul molo. Ben presto hanno capito che il pesce poteva essere anche cucinato e venduto già pronto, magari in una pita (come quella greca). Da allora è diventato un appuntamento immancabile per turisti che visitano la città. Il pesce viene grigliato sul posto, condito con spezie e verdure fresche e salsa. Le code per questa delizia sono lunghe, ma ne vale la pena!

Cosa mangiare in Turchia

Kumpir

Il Kumpir è la versione turca delle nostre patate al forno e viene servita sia come street food che come “meze”. L’ingrediente base è una grossa patata arrostita tagliata a metà: la parte morbida interna viene mescolata con burro e formaggio Kasseri. Una volta pronta puoi riempirla con ingredienti a scelta. Solitamente ci sono piselli, verdure, sottaceti, olive e carne. Finito il ripieno puoi iniziare con le gustosissime salse. Buonissima!

Cosa mangiare in Turchia

Su Böreği

Il Su Böreği è anche conosciuto come Water Borek, perché è costituito da molti strati di pasta fillo fatti in casa, cotti in acqua bollente. Il ripieno è costituito da formaggio fresco tipo feta e prezzemolo. È perfetto per uno spuntino o per fare colazione. In estate troverai molti venditori ambulanti che vendono questo cibo semplice, veloce e molto saporito. Fermati ad assaggiarlo!

Cosa mangiare in Turchia

Künefe

È molto difficile raccontare il sapore del Künefe, ma se ti piacciono i dolci a base di formaggio lo devi assolutamente assaggiare. Si tratta di un dolce di pasta fillo, ripieno di formaggio fresco non pastorizzato, imbevuto di sciroppo dolce. Il tutto viene fritto in piccole porzioni singole oppure in enormi vassoi da tagliare a pezzi. Una volta cotto risulta croccante e burroso, incredibilmente saporito.

Cosa mangiare in Turchia

Lokum

Il Lokum, conosciuto anche come Turkish Delight, è un dolce molto antico, già consumato dai sultani ottomani del XIX secolo. Un pasticcere di Istanbul infatti, Haci Bekir, aggiunse agli ingredienti di un dolce tipico dell’amido di mais. La semplice combinazione di amido, acqua, zucchero e aromi diversi, produce delicatissimi cubetti dolci, una via di mezzo tra la gelatina e i marshmallow. Potrai trovarli ovunque, in altissime pile di dolci, nei mercati o nelle pasticcerie. I gusti sono diversi e stuzzicanti: acqua di rose, limone o arancio e possono contenere pistacchi, datteri, nocciole o noci.

Mangiare in Turchia

Baklava

Non ti sarà possibile viaggiare in Turchia senza la possibilità di assaggiare questo dolce. La baklava, molto amata in tutto il Medio Oriente, nei Balcani e nel Mediterraneo, è composta da sottili strati di pasta frolla e noci, tutti imbevuti di sciroppo di zucchero. Potrai assaggiarla in diverse forme e contenuti, come il pistacchio, le noci o il latte, ma il risultato è sempre lo stesso: un trionfo di sapore e un apporto calorico impressionante.

Cosa mangiare in Turchia

Conclusioni

Se hai in mente un viaggio in Turchia, preparati alla meraviglia e ai sapori nuovi che ti sorprenderanno. Troverai cibo buonissimo in ogni angolo, che sia street food o taverna. In Turchia ad ogni inizio e fine pasto si dice “Afiyet Olsun“, ovvero “Possa questo cibo farti bene“.

Ti è piaciuto? Ti può servire? Pinnalo!

Share



Lascia un commento

Your e-mail will not be published. All required Fields are marked

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: